Telekom Austria: stazioni di ricarica auto elettriche al posto delle cabine telefoniche

Telekom Austria: stazioni di ricarica auto elettriche al posto delle cabine telefoniche

Interessante iniziativa di Telekom Austria per riconvertire le ormai obsolete cabine telefoniche in qualcosa di diverso

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 10:02 nel canale Telefonia
 

Stando a quanto scritto da Fudzilla, Telekom Austria avrebbe deciso di riconvertire le ormai inutilizzate cabine telefoniche pubbliche in qualcosa di più utile, con un occhio al futuro e all'ambiente. Le 13.500 cabine presenti sul territorio austriaco potrebbero presto diventare stazioni di ricarica per auto elettriche, sfruttando quindi il cablaggio già presente senza bisogno di grandi adattamenti.

Si tratta di una iniziativa sicuramente in anticipo sui tempi, ma davvero interessante. Attualmente il parco macchine puramente elettriche circolanti in Austria sono 223, mentre sale a 3559 il numero di quelle ibride. Numeri tutto sommato bassi, sebbene per il 2020 le previsioni parlino di circa 400.000 vetture ibride/elettriche nella sola Austria.

Il piano ovviamente procederà per gradi. 30 le cabine che verranno riconvertite entro l'anno in corso, a cui seguiranno via via tutte le altre. Come accennato in precedenza, la riconversione non sarà particolarmente impegnativa a livello di cablaggi, ma richiederà ovviamente un adattamento urbanistico, dovendo creare spazi per la sosta delle autovetture.

Nel periodo di prova la ricarica sarà completamente gratuita. Il tempo di ricarica di un'auto, in media, impiegherà circa 6 ore e mezza, 80 minuti per gli scooter elettrici e 20 minuti per le biciclette. In futuro è previsto il pagamento di cifre basse (sempre inferiori ai 10 Euro anche nel caso della ricarica più onerosa), effettuabile anche attraverso telefono cellulare. Rimane comunque molto interessante questa iniziativa di oltralpe, a cui non è detto non ne seguiranno di simili in altre parti d'Europa e del Mondo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

47 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
faber8007 Maggio 2010, 10:09 #1
un paio di dubbi:

1. 6 ore per l'auto ? Cioè devo sperare di arrivarci alla sera, sennò la lascio lì.
2. Richiesta nulla al momento, ma quando ci saranno 50-100k auto collegate nn saliremo troppo nei consumi elettrici generali ? L'attuale parco di centrali elettriche sarà sufficiente ?
domthewizard07 Maggio 2010, 10:13 #2
passi la bici, ma se devo aspettare 6 ore e mezza che finisce quello davanti a me (sempre se in coda ce n'è uno soltanto)


non avrebbero fatto più bella figura (e magari avrebbero avuto un'utilità maggiore) sparando meno alto riducendole a delle cabine ricarica-cellulare?
demon7707 Maggio 2010, 10:33 #3
L'auto ibrida ancora ancora ma l'auto elettrica è un disastro dal punto di vista del bilancio energetico..
Se ci fossero tutte auto elettriche saremmo semplicemnte rovinati..
cristo197607 Maggio 2010, 10:34 #4
@faber80

Hai centrato il problema principale del mercato auto-elettriche che nessuno pone mai in evidenza: la fornitura futura di elettricità per un parco potenziale di migliaia di auto allacciate alla rete contemporaneamente...

A questo punto è naturale pensare al nucleare, anche perchè se ci pensate il grosso delle ricariche avverrebbe di notte, quando il solare non potrebbe pompare elettricità (che comunque, ricordiamolo, è sempre discontinua).

Devo dirlo a malincuore, essendo un sostenitore delle rinnovabili, ma anche per i processi futuri le rinnovabili devono entrare in un progetto sinergico con un nucleare pulito (quello auspicato da Obama, il quale parlava di nucleare di IV generazione e non di quello attuale, come fanno i nostri ciarlatani al governo).

Per tornare IT qui si rischia di fare le pentole senza i coperchi, ovvero si lancia a più non posso l'era delle auto elettriche, si pensa alla produzione di batterie performanti, alle colonnine di ricarica, agli accordi tra enti locali e compagnie energetiche ma si trascura un dettaglio...quanta energia serve in uno scenario del tipo 3-4 milioni di auto elettriche, delle quali allacciate contemporaneamente 1 milione (così per esempio)?
SuperISD3207 Maggio 2010, 10:35 #5
Ma se una auto elettrica la devo caricare ogni 1 o 2 giorni perchè la batteria non è longeva quanto un serbatoio e ogni pieno mi costa 10 euro, siamo sicuri che sia più economica di un'auto a combustione?
BrightSoul07 Maggio 2010, 10:35 #6
è un'iniziativa geniale quella di convertire cabine in colonnine, e anche coraggiosa dato il tempo di ricarica di 6 ore, che è enorme. Me l'immagino in Italia: appena esci dalla macchina, quello dietro ti stacca la spina e se l'attacca alla sua.
Veramente, si dovrebbe proprio passare alla bici per chi ha la fortuna di abitare nei pressi del lavoro.
MaxFactor[ST]07 Maggio 2010, 10:58 #7
La Germania insegna che non c'è bisogno del Nuclere!
Solare, Eolico, Idrico, Termico e Biomasse possono fare tranquillamente tutto!
Quindi cerchiamo di non fare puttanate per il futuro della terra!
cristo197607 Maggio 2010, 11:18 #8
@MaxFactor
Guarda io sarei d'accordo con te se tutto l'indotto e la catena di responsabilità funzionasse alla perfezione, ma converrai anche tu che uno scenario 100% sostenibile, implica anche una perfetta omogenetià e sincronizzazione territoriale che all'atto pratico (soprattutto in un paese come il nostro) rimane utopia.

Per il nucleare attuale (ovvero quello fino alla III generazione), come un ingegnere dell'ENEA ci insegnò all'università, servirebbe una catena di responsabilità su vasta scala (europea), dove ognuno avrebbe compiti precisi nella catena produttiva: estrazione, raffinazione, stoccaggio, trasporto, produzione, recupero scarti, riciclaggio, riuso e infine smaltimento. E anche i controlli sarebbero in multi-livello e inter-statale.
E questo, come ha realisticamente affermato lui, rimane un'utopia.

Considerando il discorso energia molto delicato e complesso (quindi non liquidabile con semplicistici spot alla "mulino bianco", bisogna stare attenti alle parole che si sentono in televisione; la Germania non sta smantellando le sue centrali, ne sta spegnendo alcune ma si gurda bene dallo smantellamento totale. Questo perchè è impossibile allo stato attuale gestire una potente nazione occidentale solo con le rinnovabili (le quali, almeno in parte, sono discontinue) anche perchè, in soldoni, il rapporto costo/benefici su scala globale non è ancora conveniente.
Senryu_9107 Maggio 2010, 11:34 #9
ehhh? nucleare? am raga guardate che il sole dall'altra parte del globo è presente quando da noi è notte basta panzatnate cons to caxxo di nucleare ormai obsoleto, senza contare l'eolico, l'energia ricavabile dal mare ecc....

Gioman07 Maggio 2010, 11:37 #10
Io farei delle palestre con cyclette a dinamo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^