Samsung Let's App, com'è andata l'iniziativa per promuovere lo sviluppo di app in Italia

Samsung Let's App, com'è andata l'iniziativa per promuovere lo sviluppo di app in Italia

Si è conclusa l'iniziativa di Samsung e del MIUR per promuovere lo sviluppo digitale fra i più giovani. I vincitori sono stati premiati con un viaggio formativo in Corea del Sud

di pubblicata il , alle 17:41 nel canale Telefonia
Samsung
 

L'Italia è interessata allo sviluppo digitale. All'appello di Samsung Let's App, organizzato in collaborazione con il MIUR, hanno risposto oltre 30 mila utenti di cui 23 mila hanno partecipato attivamente sulla piattaforma di e-learning finalizzata alla formazione e allo sviluppo di app da parte degli studenti delle scuole secondarie superiori italiane. È stato registrato un particolare interesse anche al sud, con Campania, Puglia e Sicilia, fra le regioni più attive. Proprio la Campania è la regione che ha capitalizzato il numero maggiore di iscritti, seguita dalla Lombardia.

Annunciato lo scorso novembre 2016 e dedicato a tutti gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado italiane, Let's App è stato un programma di mentoring per l'avvicinamento alle nuove tecnologie da parte dei giovani. Gli studenti italiani hanno potuto sfruttare una piattaforma di e-learning in cui hanno acquisito le competenze di base nella programmazione, facendo leva sull'ambiente di sviluppo MIT App Inventor per realizzare un'app per smartphone Android. Il corso si sviluppava in 4 fasi e 10 diversi moduli per una durata di circa 10 ore fra teoria, pratica e test finali.

Alla fine del percorso didattico tutti gli studenti sono stati invitati a presentare un project work, con i migliori cinque che sono stati selezionati per la presentazione al Samsung District di Milano del 30 maggio.

In totale hanno partecipato attivamente e su base giornaliera 21.541 studenti e 1.502 insegnanti, per un totale di quasi 6000 corsi completati dai Let's App Champion, ovvero gli iscritti che sono riusciti a portare a termine tutto il percorso con i suoi 23 moduli. L'iniziativa ha inoltre dato il via a 551 project work, cioè app già sviluppate o che sono in via di sviluppo. Il progetto Lets'App fa parte del programma IO STUDIO pensato per avvicinare i ragazzi al mondo delle app mobile.

Il progetto comprendeva un corso di formazione online che offriva la possibilità di acquisire le capacità essenziali nello sviluppo delle applicazioni per il mondo Android. Gli iscritti, provenienti da tutte le parti d'Italia (anche se dal Trentino Alto Adige e dalla Valle d'Aosta sono arrivate appena 50 e 23 iscrizioni in totale), sono stati in maggioranza ragazzi di sesso maschile, con il 70% di ragazzi e il 30% restante di ragazze. La proporzione è rimasta invariata fra i partecipanti delle selezioni finali, quindi l'interesse maggiore da parte dei ragazzi sembra solo una questione culturale.

I primi classificati del Samsung Let's App Hackaton sono stati Giulia Gasperini e Benajem Abdelbaset dell'IIS J.C. Maxwell di Torino con l'app AGAty, vincendo un viaggio di formazione didattica in Corea del Sud. I classificati dal secondo al quinto posto hanno invece ricevuto una fornitura di device mobile Samusng.

 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^