Nasce COS, sistema operativo mobile cinese

Nasce COS, sistema operativo mobile cinese

Liberarsi dal predominio dei sistemi operativi di altri paesi, aumentare la sicurezza e di natura open source: da questi propositi nasce COS, China Operating System, un nuovo sistema operativo per dispositivi mobile in Cina

di pubblicata il , alle 16:31 nel canale Telefonia
 

La popolazione della Cina ammonta a circa 1,351 miliardi di persone, motivo per cui può essere considerato un vero e proprio continente a parte; se a questo uniamo il boom economico e il numero sempre crescente di persone che hanno raggiunto lo status di benestanti, si capiscono meglio alcune dinamiche commerciali che percorrono il vecchio Catai in lungo e in largo.

La grandissima diffusione di PC, ma soprattutto smartphone e tablet (spesso l'unico mezzo con cui navigare in internet) ha portato a pensare da tempo a un sistema operativo per l'immenso popolo cinese che possa slegarsi dalla "dipendenza" da sistemi come Android e Linux, mettendo in campo quindi un prodotto nazionale che svolga le medesime funzioni. In questi giorni, come riportato da Electronista, è stato rilasciato COS, acronimo di China Operating System, con il beneplacito del governo cinese.

Lo sviluppo è stato curato da ISCAS (Institute of Software, Chinese Academy of Sciences) e Shanghai Liantong Digital Technology, sebbene sembri esserci anche lo zampino di HTC senza però sapere in che misura abbia contribuito al progetto. Grande importanza è stata data alla sicurezza, che viene dichiarata come superiore rispetto ai sistemi operativi occidentali, mentre l'interfaccia è molto più adatta agli utilizzi quando si sfrutta l'idioma cinese.

La fonte segnala come questo sistema operativo sia in ogni caso compatibile anche con PC e set-top-box, facendo intuire come la Cina possa in futuro utilizzare COS su ogni tipo di dispositivo tecnologico, qualora ovviamente appaghi il proprio pubblico. Si tratta per ora di un rilascio ufficiale, ma è presto per sapere in quali dispositivi presenti sul mercato verrà adottato di fabbrica. Per ora su nessuno, ma in futuro tutto potrebbe cambiare.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dtreert16 Gennaio 2014, 16:46 #1
quindi ci si aspetta un "ban" degli android/iOS/ecc.
pabloski16 Gennaio 2014, 17:33 #2
Si, ma la dipendenza da linux non l'hanno mica eliminata, visto che quest'os è basato su linux ( e vabbè il 90% degli os attualmente in commercio sono basati su linux ).

E comunque ha una somiglianza impressionante con android. Probabile che abbiano forkato proprio android.
ziozetti16 Gennaio 2014, 17:48 #3
Originariamente inviato da: pabloski
Si, ma la dipendenza da linux non l'hanno mica eliminata, visto che quest'os è basato su linux ( e vabbè il 90% degli os attualmente in commercio sono basati su linux ).

Ti conviene editare prima che arrivi qualcuno a lapidarti!
LMCH16 Gennaio 2014, 18:14 #4
Dall' articolo:
Grande importanza è stata data alla sicurezza, che viene dichiarata come superiore rispetto ai sistemi operativi occidentali, mentre l'interfaccia è molto più adatta agli utilizzi quando si sfrutta l'idioma cinese.


Si, si, gran sicurezza ... di essere spiati.

Considerato che il governo cinese vorrebbe avere un controllo sull'infrastruttura internet nazionale cinese che manco l'NSA se la sogna, mi sa che ha incluse di serie backdoor di ogni tipo.

E naturalmente come già successo in passato non è che questo rende il dispositivo spiabile solo da un singolo soggetto, le varie agenzie fanno collezione di exploit e backdoor "utilizzabili in caso di necessita" (e per chi ne fa uso non c'è differenza se si basano su bug "genuini" o su roba inserita ad arte per fungere da backdoor nel momento del bisogno).
nickfede16 Gennaio 2014, 19:15 #5
Originariamente inviato da: LMCH
Dall' articolo:


Si, si, gran sicurezza ... di essere spiati.

Considerato che il governo cinese vorrebbe avere un controllo sull'infrastruttura internet nazionale cinese che manco l'NSA se la sogna, mi sa che ha incluse di serie backdoor di ogni tipo.

E naturalmente come già successo in passato non è che questo rende il dispositivo spiabile solo da un singolo soggetto, le varie agenzie fanno collezione di exploit e backdoor "utilizzabili in caso di necessita" (e per chi ne fa uso non c'è differenza se si basano su bug "genuini" o su roba inserita ad arte per fungere da backdoor nel momento del bisogno).


beh.....al momento abbiamo solo la certezza che gli USA hanno usato backdoor di ogni tipo per spiare tutto il Mondo.....per la Cina sono tue supposizioni al momento basate sul nulla.......se vogliamo attenerci ai fatti.....

il controllo mi pare già lo abbiano con le reti.....non trovo scandaloso che un Paese possa voler adottare un OS piuttosto di altri......gli interessi e le implicazioni geopolitiche ed economiche in gioco sono enormi.....

..tra l'altro visto da video in azione non mi pare neppure malaccio come OS....
LMCH16 Gennaio 2014, 19:57 #6
Originariamente inviato da: nickfede
beh.....al momento abbiamo solo la certezza che gli USA hanno usato backdoor di ogni tipo per spiare tutto il Mondo.....per la Cina sono tue supposizioni al momento basate sul nulla.......se vogliamo attenerci ai fatti.....


Le agenzie di intelligence cinese hanno accesso agli stessi metodi di hacking di tutti gli altri e da parecchi anni hanno pure messo su un infrastruttura nazionale per la censura dei contenuti in tempo reale ... se vogliamo attenerci ai fatti.

Inoltre hanno meno (zero) problemi legislativi riguardo cosa e come spiare sia all'interno del loro stato che fuori.
nickfede16 Gennaio 2014, 20:28 #7
Originariamente inviato da: LMCH
Le agenzie di intelligence cinese hanno accesso agli stessi metodi di hacking di tutti gli altri e da parecchi anni hanno pure messo su un infrastruttura nazionale per la censura dei contenuti in tempo reale ... se vogliamo attenerci ai fatti.

Inoltre hanno meno (zero) problemi legislativi riguardo cosa e come spiare sia all'interno del loro stato che fuori.


La censura è una cosa, lo spionaggio un'altra.......

non avere legislazione sulle intercettazioni/spionaggio, e averla ma non rispettarla ha gli stessi effetti o quasi.......
Bivvoz16 Gennaio 2014, 20:32 #8
Originariamente inviato da: ziozetti
Ti conviene editare prima che arrivi qualcuno a lapidarti!


E perchè? É verissimo quello che ha scritto
ziozetti16 Gennaio 2014, 23:15 #9
Originariamente inviato da: Bivvoz
E perchè? É verissimo quello che ha scritto

Effettivamente è vero, ci sono un paio di SO basati su Windows (7 e 8), uno basato su Unix (OSX) e millemila diverse distribuzioni di Linux!
Linux batte resto del mondo 1000^1000 a 3.
Zenida17 Gennaio 2014, 00:05 #10
Originariamente inviato da: Bivvoz
E perchè? É verissimo quello che ha scritto


Originariamente inviato da: ziozetti
Effettivamente è vero, ci sono un paio di SO basati su Windows (7 e 8), uno basato su Unix (OSX) e millemila diverse distribuzioni di Linux!
Linux batte resto del mondo 1000^1000 a 3.


Come è stato fatto notare persino OSX affonda le sue radici in quello sporco mondo Open source xD

Quindi direi che il 90% è sottostimato (se consideriamo il numero di OS esistenti e non la loro diffusione)

Quoto anche chi diceva che sembra un fork di Android... A questo punto si mettevano in partnership con Xiaomi e tiravano su una società come ha fatto il team Cyanogenmod

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^