iPhone: ecco il caricatore che inocula malware durante la ricarica

iPhone: ecco il caricatore che inocula malware durante la ricarica

È nato a puro scopo dimostrativo e di studio, ma lo scenario che apre è inquietante: un giorno il nostro iPhone potrebbe essere esposto al malware semplicemente attaccandolo alla presa di corrente per la ricarica

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Telefonia
iPhoneApple
 

- "Il mio iPhone ha preso un virus"
- "Come?"
- "Attaccandolo al caricatore..."

Uno scenario che potrebbe far rabbrividire molti, ma non impossibile secondo i ricercatori del Georgia Institute of Technology, che hanno, per scopi di studio e dimostrativi, costruito un caricatore in grado di inoculare malware nel telefonino della Mela durante la ricarica. Utilizzando una scheda reperibile in commercio a soli 45 dollari (BeagleBoard) i ricercatori hanno costruito un sistema che oltre a ricaricare il telefonino è in grado di installare su esso del malware, bypassando i complessi sistemi di sicurezza posti a baluardo dell'integrità del sistema e dando accesso ad esso agli hacker. La scelta della scheda è per dimostrare come l'operazione sia possibile anche con materiale a basso costo.

La versione di iOS che è stata attaccata con successo è quella corrente, priva di jailbreak e quindi la minaccia è molto seria. Inoltre nessuna azione è richiesta all'utente: il malware si installa silenziosamente e automaticamente alla connessione al dispositivo di ricarica. I ricercatori mostreranno i risultati dei loro studi a fine luglio al prossimo Black Hat di Las Vegas, ma hanno già dichiarato che non condivideranno troppi dettagli, in modo da non esporre il mondo iPhone a una nuova minaccia.

Lo scenario è abbastanza inquietante: l'idea di avere anche solo il sospetto che il caricabatterie di ricambio che abbiamo ordinato su eBay possa essere la porta per gli hacker all'interno del nostro iPhone non suscita certo sensazioni positive.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

59 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
lucreghert04 Giugno 2013, 11:11 #1
Immagino sia più economico acquistare un caricatore dalle dubbie qualità ma con all'interno un malware piuttosto che spendere 15€ per quello originale...
Ma chi è quel fesso che ci casca....?
SaggioFedeMantova04 Giugno 2013, 11:14 #2
ho un iphone che costa piu di 700€, per quale motivo devo risparmiare 10€ per prendere un caricatore non originale che non si sa se mi potrebbe rovinare il telefono?
gd350turbo04 Giugno 2013, 11:20 #3
Originariamente inviato da: SaggioFedeMantova
ho un iphone che costa piu di 700€, per quale motivo devo risparmiare 10€ per prendere un caricatore non originale che non si sa se mi potrebbe rovinare il telefono?


Bhè...

Cè gente che si lamenta dei 78 cent che deve pagare per usare whatapps e/o che jailbbrekka il telefono per metterci le app "agratis" !
lucreghert04 Giugno 2013, 11:24 #4
Originariamente inviato da: gd350turbo
Bhè...

Cè gente che si lamenta dei 78 cent che deve pagare per usare whatapps e/o che jailbbrekka il telefono per metterci le app "agratis" !

Per un caricatore, secondo me sarebbero disposti a vendere di denti d'oro della mamma quando dorme !


Bè ma a quel punto sono c@azzi loro.
Probabilmente,dopo aver jailbbrekato il tel un malware in più o in meno non gli cambia di certo la vita.
Se in giro c'è gente pirla....
inited04 Giugno 2013, 11:33 #5
Non è il basso costo di un alimentatore dubbio ad essere il punto. Il punto è che non c'è precauzione di sorta da parte dell'utente quando si tratta dell'alimentatore, abituati come siamo a considerarlo alla stregua di una presa di corrente a bassa potenza, un oggetto del tutto passivo. E fin qui basterebbe l'accortezza di comprare originale o marcato. Il fatto però è che proprio perché non c'è cautela, non c'è nemmeno sospetto, e di fatto lo scambio di caricatori è una cosa comune. Due persone che viaggiano o si spostano insieme, per lavoro, una dimentica il caricatore e non ha un cavo per attaccarlo a un pc (o magari ha portato solo un tablet come dispositivo principale) e l'altra è già in possesso del caricatore malevolo, che lo sappia o meno, ed ecco che l'infezione si propaga. O addirittura estranei incontrati su un treno con presa di corrente, sempre avendo dimenticato il proprio caricatore. In altre parole è una cosa che può succedere.
iaio04 Giugno 2013, 11:49 #6
interessante questa notizia... quindi il malware è installabile anche collegandolo ad un Pc infetto...però.
ma ricordo male o IOS era il sistema perfetto privo di qualsiasi vulnerabilità?
inited04 Giugno 2013, 11:56 #7
Ricordi male tu. Nessuno l'ha mai sostenuto, nessuno che sapesse di cosa stesse parlando, perlomeno. Certamente un sistema chiuso, non chiuso semplicemente perché il codice sorgente non è disponibile, ma chiuso perché informa l'esperienza d'uso limitandone le potenzialità (anche in positivo oltre che in negativo, inevitabilmente) è sicuramente meno propenso alle vulnerabilità di quanto non lo sia uno prettamente aperto. Quest'ultimo approccio ha il vantaggio di consentire una più chiara revisione delle vulnerabilità stesse, ma spesso manca della visione d'insieme unitaria che le metta in forza. E poi ci sono tutti i livelli intermedi come Android e affini, che soffrono variamente dell'uno o dell'altro difetto.
iaio04 Giugno 2013, 11:56 #8
per chi dice perchè comprare i caricabatterie non originali, io oggi come oggi ne uso 7 di caricabatteria + 2 da auto e pagare 30€ qualcosa che ne costa 2€ e nn mi dà vantaggi(anzi qualche caricabatteria da 3/4€ si è dimostrato persino migliore).

il problema principale come ho scritto prima rimane la vulnerabilità di Ios quando è attaccato tramite usb (vulnerabilità che è stata confermata anche se il telefono è attaccato alla stessa rete wifi), ma sia chiaro questo non è un difetto di Ios è un difetto di tutti i telefoni, semplicemente sistemi sicuri al 100% non esistono e mai esisteranno.

quindi smettetela di inneggiare ai virus/malware di android...siamo sulla stessa barca.
nemo propheta in patria04 Giugno 2013, 11:59 #9
Ahahahahah

Direi standard per l' "utonto" medio mac...
Syk04 Giugno 2013, 12:34 #10
non esistono malware per gli iCosi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^