In crescita il download di musica su cellulari...in UK

In crescita il download di musica su cellulari...in UK

Crescono del 70% i download di musica con telefoni cellulari, seocondo quanto riporta Orange UK

di Roberto Colombo pubblicata il , alle 11:00 nel canale Telefonia
 

Sempre più cellulari e smartphone offrono la possibilità di essere utilizzati come Personal Media Player, con compatibilità con diversi formati di file audio/video. L'arrivo delle connessioni 3G e soprattutto della tecnologia HSDPA ha reso anche il download dei file da rete cellulare una questione di pochi attimi, liberando in alcuni casi dalla schiavitù del PC.

L'offerta online di musica da scaricare è uno dei servizi su cui produttori e operatori stanno puntando molto in questo periodo, come testimonia, ad esempio, il lancio, da parte di Nokia, del portale OVI, un music store dedicato ai cellulari.

La sensazione, guardando al mercato italiano, è che questo tipo di servizi non sia ancora decollato, probabilmente a causa della non capillare copertura della connettività 3G e soprattutto dall'assenza di profili tariffari che permettano di scaricare file da rete cellulare senza la paura di ritrovarsi in bolletta cifre astronomiche.

Pare che nel resto d'Europa la situazione sia ben diversa, come testimonia, ad esempio, il risultato reso noto da Orange UK, che ha sperimentato una crescita del 70% dei download di musica da cellulare negli trascorsi 6 mesi.

Viene portato ad ulteriore esempio il brano ‘Bleeding Love’ di Leona Lewis, nella prima settimana del mese di novembre ha fatto registrare 5.000 download. Staremo a vedere se l'onda arriverà anche in Italia o se la mancanza di tariffe adeguate raffredderà gli animi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
monsterman12 Novembre 2007, 11:09 #1
attualmente in Italia mi pare che l'unica soluzione sia farsi gli mp3 a casa dai propri dischi e trasportarli nel cellulare per poterli ascoltare
occhio poi a non metterle come suonerie che se ti becca la siae ti fa il multone per aver fatto sentire in pubblico una canzone protetta da copyrights
luca2014112 Novembre 2007, 11:29 #2

Mp3 in Italia

"Staremo a vedere se l'onda arriverà anche in Italia o se la mancanza di tariffe adeguate raffredderà gli animi."

Propenderei per la seconda ipotesi.

Monsterman, quando dici che la se la SIAE ti becca con la suoneria-canzone, ti può fare una multa... era ironia o una triste verità?
Mh, forse è per questo che sugli iPhone era inizialmente impossibile mettere delal musica come suoneria, e anche adesso che si può fare, si tratta di parti di brani pre-trattati attraverso iTunes, e per giunta pagati!

Chiaramente ci sono software di terze parti che permettono di sgamare il tutto, ma questo è un altro discorso...
Mini4wdking12 Novembre 2007, 11:31 #3
OT: vergogna la siae, abbiamo organizzato una festa di paese con ballo liscio e se il duo con fisarmonica ci costava 400 euro, la siae ha voluto ben 1000 di tassa (più del doppio) ladri!

IT: stupidaggine scaricare i file sul cellulare, sarà sempre più lento di un pc con connessione adsl, e anche come interfaccia, non c'è paragone. Meglio usare un negozio on line tradizionale e te li scarichi guardando una lista da un monitor a 19" invece che perdere la vista su un display da 1"
mizard12 Novembre 2007, 11:49 #4
Originariamente inviato da: luca20141
Monsterman, quando dici che la se la SIAE ti becca con la suoneria-canzone, ti può fare una multa... era ironia o una triste verità?


Penso fosse ironico... Altrimenti se io stessi ascoltando in macchina un mio cd a volume alto e finestrini abbassati cosa succederebbe?
Sicuramente ci faccio la figura del buzzurro e spacco l'anima agli altri ma la multa dalla SIAE proprio no...
Rudyduca12 Novembre 2007, 11:55 #5
Ma da quando nei cell la musica si riesce ad ascoltare, piuttosto che intuire di quale brano si tratti?
Che spreco di soldi!
Che aumenti pure il pane allora che i soldi pare che ancora non manchino!
wiz.loz12 Novembre 2007, 13:12 #6
Originariamente inviato da: Rudyduca
Ma da quando nei cell la musica si riesce ad ascoltare, piuttosto che intuire di quale brano si tratti?


Certo non li ascolti dall'altoparlante, ma dagli auricolari stereo. Sul mio Sony Ericsson la qualità è più che dignitosa per essere un dispositivo portatile.

Che spreco di soldi!
Che aumenti pure il pane allora che i soldi pare che ancora non manchino!


Il fatto che ci sia chi può permettersi di scaricare canzoni a pagamento non vuol dire che non ci sia tanta gente che ha difficoltà ad arrivare alla fine del mese e deve fare attenzione a quando compra il pane... Per favore, accendiamo il cervello prima di scrivere cose del genere...
dario212 Novembre 2007, 13:47 #7
Originariamente inviato da: mizard
Penso fosse ironico... Altrimenti se io stessi ascoltando in macchina un mio cd a volume alto e finestrini abbassati cosa succederebbe?
Sicuramente ci faccio la figura del buzzurro e spacco l'anima agli altri ma la multa dalla SIAE proprio no...


purtroppo potresti essere multato
tempo fa PI riportò di una multa della siae a un'officina che sentiva musica ad alto volume, pensa te dove siamo arrivati
mizard12 Novembre 2007, 15:40 #8
Originariamente inviato da: dario2
tempo fa PI riportò di una multa della siae a un'officina che sentiva musica ad alto volume, pensa te dove siamo arrivati


Questa proprio non la sapevo
preoccupante davvero...
monsterman12 Novembre 2007, 17:01 #9
no non ero ironico quando l'ho detto purtroppo è vero siamo veramente al limite dell'assurdo ci sono stati per fortuna solo un paio di casi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^