Huawei Mate Xs è nelle nostre mani! Ecco la confezione di vendita e le prime impressioni. VIDEO

Huawei Mate Xs è nelle nostre mani! Ecco la confezione di vendita e le prime impressioni. VIDEO

Huawei ha ufficializzato il suo nuovo pieghevole di seconda generazione: Huawei Mate Xs. Un device che porta un nuovo modo di utilizzare lo smartphone che ora non solo si piega a formato telefono ma una volta aperto a formato tablet. Lo abbiamo provato per qualche ora e queste sono le nostre impressioni.

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Telefonia
Huawei
 

Huawei Mate Xs è il nuovo pieghevole dell'azienda cinese che giunge finalmente anche in Italia. Parliamo chiaramente dell'evoluzione del primo rivoluzionario che ha dato il via a questa nuova concezione di telefoni. In questo caso Huawei ha portato avanti lo sviluppo del suo pieghevole presentato più di un anno fa e lo ha fatto rendendolo ancora più avanzato, tecnologicamente parlando. Ecco che ora vanta un processore proprietario Kirin 990 5G ma anche un design "Falcon Wing" migliorato e capace di offrire non solo un'esperienza unica nel suo genere ma anche con un potenziale tecnico da vero top di gamma.

Lo abbiamo appena ricevuto e siamo pronti a farvi vedere cosa contiene la scatola di vendita e soprattutto com’è il nuovo Huawei Mate Xs in questa nostra anteprima. 

[HWUVIDEO="2908"]HAUWEI Mate Xs: finalmente nelle nostre mani! ANTEPRIMA[/HWUVIDEO]

Huawei Mate Xs: com’è fatto il primo pieghevole

Finalmente abbiamo avuto modo di toccare dal vivo il nuovo Huawei Mate Xs che da oggi è in vendita presso i negozi delle principali catene di elettronica di consumo, ma anche e soprattutto su Amazon.it oppure anche sul sito del Huawei Experience Store al prezzo consigliato di 2.599.90€

 

 

In queste prime ore di utilizzo è inutile negare l’entusiasmo nel muovere tra le mani il primo smartphone con display pieghevole dell'azienda capace di arrivare anche in Italia. Un approccio completamente diverso quello di questo Mate Xs di Huawei rispetto al Galaxy Fold di Samsung. Qui il display pieghevole è posizionato esternamente nel momento in cui il dispositivo non è aperto a differenza invece del pieghevole di Samsung che possiede il pannello internamente con l’aggiunta di un secondo pannello di più piccole dimensione esterno. 

La caratteristica principale del nuovo Huawei Mate Xs è senza dubbio quella di avere un display pieghevole capace di renderlo tascabile come uno smartphone ma anche utilizzabile come un tablet. Ecco che il nuovo Mate Xs possiede un display FullView da ben 8 pollici che può essere ripiegato verso l'esterno, grazie alla cerniera meccanica realizzata dall'azienda. Huawei l'ha progettata per la prima volta su Mate X e ora viene perfezionata con oltre 100 componenti capaci di lavorare per rendere preciso ogni piegamento. La cerniera è composta da metallo liquido a base di zirconio tale da renderla ancora più resistente e lineare una volta che il display è aperto completamente.

Il display? Il nuovo Huawei Mate Xs è dotato di un innovativo pannello flessibile con struttura polimerica a doppio strato. Una novità da questo punto di vista con la caratteristica di avere due strati di poliimmide di grado aerospaziale uniti da un adesivo trasparente. L'unicità di questo materiale permette al display di riprodurre l'immagine con qualità elevata, massima saturazione e luminosità, mantenendo però un elevato grado di durabilità. Toccando la superficie del nuovo Mate X la sensazione è chiaramente quella di avere a che fare con un pannello ben diverso da quello in vetro e duro a cui siamo abituati.

Una delle cose che ci siamo chiesti sin da quando sono uscite le prime indiscrezioni su questo device e dunque sulla sua caratteristica principale di essere pieghevole riguardava senza dubbio la resa qualitativa del pannello. Soprattutto pensando ad una distorsione delle immagini dovute appunto alla diversa tecnologia del display. In questo caso il display è praticamente del tutto piatto e privo di distorsioni nell’uso e nella visione dei contenuti.

Nel momento in cui il display va a realizzare la piegatura per richiudersi questo crea, per una questione fisica, una curvatura che tende palesemente a proporre delle distorsioni. Huawei ne è consapevole ed ecco perché nel momento della chiusura dello smartphone pieghevole va a disabilitare proprio lo schermo sulla piega stessa. A livello estetico Huawei ha deciso forse di optare per la comodità di utilizzo e nel farlo ha realizzato un lato leggermente più spesso permettendo non solo di agganciare il display una volta piegato ma anche di rendere comoda la presa una volta completamente aperto.

Huawei Mate Xs: le specifiche tecniche

A livello di specifiche il display principale è da 6,6 pollici mentre quello secondario da 6,38 pollici. Aperto però lo smartphone si trasforma in un tablet da 8 pollici, offrendo un’esperienza di visione e di gioco amplificate e mai avute su qualsiasi altro smartphone. Nello specifico da chiuso Huawei Mate Xs può essere definito un classico smartphone a doppio display. Da una parte un pannello principale da 6,6 pollici con un form factor 19,5:9 ed una risoluzione di 2.480 x 1.148 pixel. Dall’altra invece la porzione di pannello più piccola ossia un 6,38 pollici in formato 25:9 e risoluzione di 2.480 x 892 pixel. Una volta aperto però ecco che il Mate Xs di Huawei batte ogni record con la bellezza di un pannello da ben 8 pollici in formato 8:7.1 ed una risoluzione di 2.480 x 2.200 pixel. Praticamente un vero e proprio tablet.

Palese che avere un display pieghevole capace di essere piccolo da 6.6 pollici quando chiuso con un secondo pannello da 6.38 pollici e capace di ampliarsi ad un 8 pollici aperto rende tutto più utile ed esclusivo nell'uso quotidiano. Basta pigiare un semplice pulsante per aprire il pannello e utilizzare nativamente una multi-Window per visualizzare e interagire con due app affiancate. La maggiore superficie garantirà una visione dei contenuti multimediali di un altro livello rispetto a quella di un ormai più piccolo smartphone. Un device che dunque potrebbe divenire molto professionale grazie ad un utilizzo estremo del multitasking.

Huawei Mate Xs funziona con EMUI 10.0.1, un sistema operativo basato su Android Open Source. Chiaramente non sono presenti Play Store e servizi di Google ma Huawei lancia il suo Mate Xs con AppGallery in una versione completamente rinnovata e capace di racchiudere tutte le applicazioni ufficiali di Huawei e non solo. 

A livello tecnico Huawei Mate Xs viene alimentato dal nuovo processore Kirin 990 5G mentre l'elaborazione grafica è gestita dalla GPU Mali-G76 a 16 core, la più potente GPU Huawei. Numeri alla mano il Kirin 990 5G (esplicitiamo 5G perché ne esiste anche una versione senza modem) è un SoC octa-core (2 core ARM Cortex A76 da 2,86GHz, 2 core ARM Cortex A76 da 2,36GHz e quattro core ARM Cortex-A55 da 1,95GHz) che incorpora una GPU Mali G76 da 16 core e una NPU "Big-Tiny" con 2 core dedicati ai task più pesanti e uno per le attività AI meno impegnative. Il SoC è prodotto a 7 nanometri con tecnologia EUV. Sulle prestazioni abbiamo una CPU in crescita del 10% in single core e del 9% in multi-core, efficienza migliorata dal 12% al 35% (a seconda della tipologia di core e di task), prestazioni grafiche in crescita del 6% ed efficienza migliorata del 20%. Oltretutto saranno presenti 8GB di RAM ed uno storage interno da 512GB.

A livello fotografico poi Huawei continua a sfornare smartphone da "top". Huawei Mate Xs continua la tradizione, grazie al sistema SuperSensing Quad Camera realizzato in collaborazione con Leica. Il sistema fotografico è posizionato sulla barra laterale ed è composto da una camera principale da 40MP (grandangolare, f/1,8), una fotocamera ultra grandangolare da 16MP (f/2,2), un teleobiettivo da 8MP (f/2,4, OIS) e una fotocamera 3D Depth Sensing Camera. La combinazione di OIS e Image Stabilisation con AI, promette scatti stabili e zoom ibrido fino a 30X.

Una delle maggiori preoccupazioni di un dispositivo del genere è senza dubbio la batteria. Huawei ha dunque inserito nel nuovo Mate Xs una batteria da 4.500 mAh. In questo caso il particolare design dello smartphone ha obbligato gli ingegneri cinesi a dividerla ponendola in parte a destra e in parte a sinistra della cerniera. Non abbiamo ancora dati sull'autonomia ma di fatto la ricarica SuperCharge ci ha impressionato visto che per l'occasione raggiunge addirittura i 55W. Questo garantisce uno stand dallo 0 all’85% in soli 30 minuti. Un record anche per Huawei stessa che toglie forse ogni dubbio sull’autonomia rimediando con la carica ultra rapida.

Huawei Mate Xs: prezzo e disponibilità

Huawei Mate Xs è tutto questo e molto altro. Lo proveremo, stressandolo a dovere, e soprattutto capendo i vantaggi di avere un device che permette di lavorare su di uno schermo classico da smartphone o anche su di un pannello ancora più importante da tablet. Le specifiche tecniche non mancano e quello che cercheremo anche di capire è la durabilità del display soprattutto in questa seconda versione migliorata tecnicamente.

Huawei Mate Xs è disponibile a partire da oggi presso i negozi delle principali catene di elettronica di consumo, su Amazon.it, sul sito del Huawei Experience Storeal prezzo consigliato di 2.599.90€.

 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Alfhw23 Marzo 2020, 14:41 #1
Veramente bello. Preferisco questo form factor a quello di Samsung. Non vedo l'ora di avere in tasca uno smartphone che all'occorrenza può diventare un tablet.
Aspettiamo la recensione completa!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^