HTC annuncia il nuovo One A9, il primo con Android Marshmallow

HTC annuncia il nuovo One A9, il primo con Android Marshmallow

Si è appena concluso l'evento di lancio del nuovo HTC One A9, uno smartphone dal design premium e dalle caratteristiche tecniche interessanti, ma soprattutto il primo della famiglia One ad essere dotato di sistema operativo Android M, l'ultima versione dell'OS Google che promette ottime prestazioni anche con hardware di basso profilo e una serie di altre interessanti novità

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Telefonia
HTC
 

Nel corso di questi ultimi minuti si è tenuto in diversi paesi del mondo in contemporanea un evento di lancio organizzato dal produttore taiwanese HTC per annunciare ufficialmente quello che sarà il proprio nuovo smartphone di punta per i prossimi mesi, almeno fino a quando vedrà la luce il successore di HTC One M9.

Lo smartphone in questione prende il nome di HTC One A9 e, stando alle dichiarazioni del produttore asiatico, riprende i canoni stilistici della serie M attraverso un procedimento definito "metalmophics", dal metallo con il quale è realizzato in ogni suo dettaglio. La scocca cambia quindi forma e le linee si ridefiniscono divenendo ancora più pulite. La somiglianza con il dispositivo concorrente per eccellenza è indiscutibile, anche se, analizzando a fondo il design di riferimento, il primo smartphone in alluminio con inserti plastici lineari fù, nel lontano 2013, HTC One M8.

Nella parte frontale di questo nuovo A9 troviamo un display AMOLED da 5 pollici a risoluzione 1920x1080 pixel, protetto frontalmente da un vetro di tipo Gorilla Glass 4, l'ultima tecnologia Corning disponibile. Le dimensioni complessive della soluzione ammontano quindi a 145.75 x 70.8. x 7.26 mm, per un peso complessivo pari a 143 grammi.

All'interno dello smartphone troviamo un processore Qualcomm Snapdragon 617, octa core a 64 bit. Si tratta di uno dei chip Qualcomm di ultima generazione, in grado di garantire un buon grado di performance mantenendo un occhio di riguardo nei confronti dell'autonomia operativa. Il SoC è coadiuvato nel suo compito da 2 GB di memoria RAM, mentre la memoria interna ammonta a 16 GB, espandibile tramite schede di memoria microSD fino a 2TB.

Non manca la connettività LTE, e nella parte frontale abbiamo un sensore di impronte digitali molto preciso e rapido. Il sensore è integrato in un tasto non clickabile, ma attraverso la cui "pressione" è possibile tornare alla schermata home da qualsiasi app.

Una delle caratteristiche su cui HTC ha posto l'accento in modo particolare è sicuramente la fotocamera. Il nuovo A9 è dotato di un modulo da 13 megapixel di risoluzione la cui lente in vetro zaffiro è in grado di resistere ai graffi e agli urti in maniera più efficiente rispetto alle coperture delle fotocamere di molti altri smartphone. L'apertura focale f/2.0, unita al sensore BSI e allo stabilizzatore ottico delle immagini, permette di ottenere ottimi scatti anche in caso di luminosità ambientale non ottimale.

La fotocamera frontale è invece la già nota UltraPixel camera che svolgeva la funzione di fotocamera principale in One M7 e M8. Anche in questo caso abbiamo una apertura focale f/2.0 e un sensore in grado di riprendere video in fullHD.

Il sistema operativo in dote è Android e per la prima volta si tratta dell'ultima versione dell'OS di Google, ovvero la 6.0 Marshmallow. Ovviamente non si tratta della release nuda e cruda in quanto HTC ha integrato la sua interfaccia personalizzata Sense nell'ultima versione disponibile, da sempre considerata una delle migliori, se non la migliore in assoluto per quanto riguarda le UI custom del sistema del robottino verde.

La batteria da 2150 mAh offre supporto alla tecnologia Quick Charge 2.0 e dovrebbe essere in grado di garantire una buona autonomia anche grazie al display Amoled "solo" fullHD e al processore non al top delle prestazioni e quindi parco nei consumi.

Il nuovo HTC One A9 sarà disponibile a partire dal mese di novembre ad un prezzo ancora non confermato ma che dovrebbe aggirarsi intorno ai 600/650 euro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
litocat20 Ottobre 2015, 19:20 #1
Come al solito HTC propone un terminale sovrapprezzato, forse pensa che sarà un successone per il design copiato dall'iPhone?
Marko#8820 Ottobre 2015, 20:02 #2
Design fin troppo ispirato
Batteria ridicola
Solite dimensioni enormi per essere un 5"
Prezzo che quasi sicuramente sarà alto

Mi domando come facciano ad andare avanti. E me lo domando con un filo di amarezza, qualche anno fa sfornavano dispositivi fantastici...Ultimamente non hanno azzeccato quasi niente.
saccia9220 Ottobre 2015, 21:07 #3
Come fa ad essere il successore di m9 se ha tutte le specifiche al ribasso?
Alfhw20 Ottobre 2015, 21:56 #4
Dall'articolo: "nella parte frontale abbiamo un sensore di impronte digitali molto preciso e rapido. Il sensore è integrato in un tasto non clickabile, ma attraverso la cui "pressione" è possibile tornare alla schermata home da qualsiasi app."

Se confermato allora ci sono due tasti home! Quello on-screen (vedi galleria foto) e quello fisico nel sensore!

Qualcuno mi deve spiegare che senso ha mettere i 3 tasti on-screen quando sotto lo schermo c'è un sensore per le impronte digitali che fa anche da home... Tanto valeva fare come Samsung che usa ancora i 3 tasti fisici esterni sotto allo schermo con quello centrale che ha il sensore per le impronte. Anche perché i tasti on-screen io li odio (ce li ho sul tablet) e IMHO danno solo svantaggi:
1) quando sono visibili occupano una parte dello schermo
2) quando non sono visibili devo fare tap due volte (un tap per farli apparire e un tap per il comando) invece di un tap solo
3) di solito sono più piccoli dei tasti fisici esterni e quindi più scomodi
4) in qualche caso raro per dei bug si fa fatica a far riapparire i tasti on-screen (es. immagini ingrandite in libri nell'app kindle)
Mi viene voglia di comprare Samsung o Xiaomi solo per evitare i tasti on-screen!
L'unico vantaggio dei tasti on-screen potrebbe essere un miglior sfruttamento del bezel inferiore ma alla fine un po' di spazio inutilizzato rimane sempre... E comunque non compensa gli svantaggi dei tasti on-screen.

Ma HTC stavolta ha battuto tutti! Continua con gli schifosi tasti on-screen e mette pure un sensore fisico home con bezel inferiore enorme. E questa combinazione è pure brutta da vedere.

Ma sono l'unico a pensarla così?
robertogl20 Ottobre 2015, 23:03 #5
Originariamente inviato da: Alfhw
L'unico vantaggio dei tasti on-screen potrebbe essere un miglior sfruttamento del bezel inferiore ma alla fine un po' di spazio inutilizzato rimane sempre... E comunque non compensa gli svantaggi dei tasti on-screen.

Ma HTC stavolta ha battuto tutti! Continua con gli schifosi tasti on-screen e mette pure un sensore fisico home con bezel inferiore enorme. E questa combinazione è pure brutta da vedere.

Ma sono l'unico a pensarla così?


No, sono pienamente d'accordo con te. I tasti on-screen rubano solo spazio allo schermo, possono dire che è di 5 pollici ma invece è da 4.8 (si ok, nei video no, ma mentre leggo twitter sì...). Quelli di Samsung sono ancora i migliori, perché usano lo spazio che gli altri produttori non usano (se qualcuno mi spiega perché TUTTI lasciano spazio vuoto o sopra o sotto lo schermo mi fa davvero molto felice...) per i tasti, ma sarebbe preferibile rendere anche quello home soft-touch. È comodo riattivare il telefono con il tasto home, ma dopo averlo usato molto su alcuni dispositivi comincia a dare problemi...
Comunque in definitiva la gestione dei tasti da parte di Samsung è ancora la migliore, non ha senso lasciare spazio inutilizzato sotto per mettere i tasti a schermo 1cm più su... Anche su questo HTC, se davvero l'unico pulsante lì è il sensore sarei felice di capire a cosa serve il resto dello spazio inutilizzato...
acerbo20 Ottobre 2015, 23:29 #6
linee che é inutile commentare, fotocamera sporgente, ottica coperta da vetro zaffiro ... pensavo che le copie spudorate dell'iphone 6, che tra l'altro manco mi piace, si fermassero al meizu mx 5 pro. HTC ha fatto pure meglio dei cinesi stavolta.
acerbo20 Ottobre 2015, 23:30 #7
Originariamente inviato da: robertogl
No, sono pienamente d'accordo con te. I tasti on-screen rubano solo spazio allo schermo, possono dire che è di 5 pollici ma invece è da 4.8 (si ok, nei video no, ma mentre leggo twitter sì...). Quelli di Samsung sono ancora i migliori, perché usano lo spazio che gli altri produttori non usano (se qualcuno mi spiega perché TUTTI lasciano spazio vuoto o sopra o sotto lo schermo mi fa davvero molto felice...) per i tasti, ma sarebbe preferibile rendere anche quello home soft-touch. È comodo riattivare il telefono con il tasto home, ma dopo averlo usato molto su alcuni dispositivi comincia a dare problemi...
Comunque in definitiva la gestione dei tasti da parte di Samsung è ancora la migliore, non ha senso lasciare spazio inutilizzato sotto per mettere i tasti a schermo 1cm più su... Anche su questo HTC, se davvero l'unico pulsante lì è il sensore sarei felice di capire a cosa serve il resto dello spazio inutilizzato...


ma che spazio rubano i tasti virtuali???
Le applicazioni possono andare a schermo intero, é una funzionalità che esiste da kit kat
chichino8421 Ottobre 2015, 08:45 #8
Davvero allucinante....
Qual è il ragionamento ergonomico che porta la tua mente a partorire una cosa del genere?! http://imagegallery.hwupgrade.it/ga...ll/se370_15.jpg
Ma non è largamente intuitivo che così sprechi solo spazio?
chichino8421 Ottobre 2015, 08:55 #9
Originariamente inviato da: acerbo
ma che spazio rubano i tasti virtuali???
Le applicazioni possono andare a schermo intero, é una funzionalità che esiste da kit kat

Si ma, come fatto notare da altri, una volta che hai la tua bella app a schermo intero, per uscire o per cambiare app o per lanciare uno swipe da tasto home per la ricerca vocale (o ciò che preferisci), avrai comunque bisogno di un altro tocco per far riapparire la barra navigazione. E questo è di una scomodità imho incredibile. In questo caso specifico poi: hai già messo un tasto fisico, perchè non ci affianchi gli altri 2 e recuperi spazio sempre disponibile sul display?!
Sarò limitato io ma le mie capacità logiche si fermano quì
Mparlav21 Ottobre 2015, 09:26 #10
Originariamente inviato da: saccia92
Come fa ad essere il successore di m9 se ha tutte le specifiche al ribasso?


E' proprio questo il problema: un buon terminale di fascia medio-alta, con hw equilibrato, ma non è il successore di gamma M9.

Ma lanciarlo a 579 euro è pura follia:
http://geizhals.eu/htc-one-a9-16gb-silber-a1342506.html

sembra quasi che HTC viva in un mondo tutto suo dove non ci sono concorrenti...

Certo che di aver copiato Apple proprio non se ne parla, magari è il design del 6/6s che è stato profondamente "ispirato" dagli HTC One (vedi posizione delle antenne, tanto per citarne una).

Qui c'è una preview:
http://www.gsmarena.com/htc_one_a9-review-1327.php

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^