Hai perso lo smartphone? Su Google Ricerche trovi anche quello

Hai perso lo smartphone? Su Google Ricerche trovi anche quello

Una nuova funzionalità di Google ci permette di rintracciare il nostro smartphone semplicemente cercandolo come facciamo con qualsiasi informazione

di pubblicata il , alle 09:31 nel canale Telefonia
Google
 

Google ci permette di trovare qualsiasi cosa, che sia un consiglio su come scegliere il prodotto per lavare la nostra automobile, o sulle modalità di cottura dell'arrosto che ci accingiamo a preparare per la serata. Riporta i collegamenti alle pagine tematiche più interessanti sfruttando i suoi misteriosi algoritmi, ma negli ultimi anni riesce ad estrapolare le informazioni da vari servizi ed inserirle in comodissime schede ad inizio pagina.

Google, trova il mio telefono

Fra queste, la più recente annunciata dalla società è senza dubbio fra le più utili ma, a differenza delle tradizionali ricerche che ci permettono di trovare informazioni sulla rete, ci permette di trovare un oggetto fisico in uno spazio reale simulando sulla mappa la sua posizione. Nella fattispecie ci aiuta a trovare il nostro smartphone, che potremo rintracciare come provetti 007 digitando "find my phone" nel campo di ricerca.

La funzionalità non sembra attiva per noi utenti italiani, tuttavia per provarla basta installare l'ultima versione dell'app Google sul proprio dispositivo Android e collegare il browser allo stesso account utilizzato sullo smartphone. Si tratta di una funzionalità molto simile a quella del Gestore di dispositivi Android, ma realizzata in modo estremamente semplice e sempre a portata di browser.

A differenza di quest'ultima, però, permette esclusivamente di fare squillare lo smartphone in caso di smarrimento, e non consente pertanto di accedere alle varie opzioni di blocco nel caso il dispositivo sia stato rubato. Google Ricerche si completa quindi con una nuova simpatica funzionalità, con l'obiettivo di renderci la vita ancora più semplice e, perché no, sempre più dipendenti dal suo infallibile motore di ricerca.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
inkpapercafe17 Aprile 2015, 10:04 #1
come Windows Phone sin dalla nascita con una precisione a dir poco inquietante poi
emiliano8417 Aprile 2015, 10:07 #2
Originariamente inviato da: inkpapercafe
come Windows Phone sin dalla nascita con una precisione a dir poco inquietante poi


inoltre fin da wp7 (2010), da remoto puoi: farlo squillare, bloccare e far apparire un messaggio, cancellare i dati
Epoc_MDM17 Aprile 2015, 10:14 #3
Questo non c'entra nulla con Android Device Manager (che esiste dal 2013).

Son due cose diverse
Lanzus17 Aprile 2015, 10:15 #4
Ma quale novita ...

C'è da qualche anno questa funziona (mi ricordo di averla usata con il Nexus 4 ... fate voi)

Per accedervi basta andare sul sito del play store google, gestione dispositivi android (in alto a sinistra) e voila ...

Ora lo hanno solo reso piu semplice ed immediato.
^Alex^17 Aprile 2015, 10:17 #5
Urca che feature!
Epoc_MDM17 Aprile 2015, 10:20 #6
Originariamente inviato da: ^Alex^
Urca che feature!


Poi ti lamenti quando la gente viene a commentare su Apple però
vedi che te le cerchi
dr-omega17 Aprile 2015, 10:29 #7
Originariamente inviato da: Epoc_MDM
Poi ti lamenti quando la gente viene a commentare su Apple però
vedi che te le cerchi


Hihihi, infatti.
Aspettiamo che anche la concorrenza se ne esca con "feature" interessanti stile "Apple mappe" per far tornare a ridere di nuovo tutto il Mondo...
djfix1317 Aprile 2015, 13:12 #8
se il cellulare non è connesso alla rete non riceve il comando, quindi il farlo squillare chiamandolo da un altro telefono rimane la scelta migliore.
giuseppe '9718 Aprile 2015, 00:19 #9
Il problema sta proprio qui, secondo me dovrebbero installare un modulo secondario che non necessita di sim solo ed esclusivamente per rintracciarlo, che non si possa spegnere se non dalle impostazioni ma che non sia legato alla dati o ad abbonamenti vari. Magari essendo pure dedicato e svolgendo una sola funzione potrebbe consumare pochissimo
globi18 Aprile 2015, 01:55 #10
E allora? Non so se era la stessa identica funzione ma io ho già provato la localizzazione dello smartphone Android sulle mappe attraverso l`account e le funzioni di Google quasi due anni fa, e funzionava. Dov`é la novità?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^