Green Pass: attenzione alle app pirata per la verifica. Il Garante avverte sulla pericolosità

Green Pass: attenzione alle app pirata per la verifica. Il Garante avverte sulla pericolosità

La massima autorità per la protezione dei dati "mette in guardia tutti gli utenti" dal possedere nel proprio smartphone applicazioni per la verifica del Green Pass differenti da quella ufficiale: "queste applicazioni che trattano dati in violazione delle disposizioni di legge".

di pubblicata il , alle 12:28 nel canale Telefonia
 

"Non scaricate le app 'pirata' di verifica dei green pass". È questo il monito o per meglio dire la raccomandazione del Garante per la protezione dei dati personali che ha deciso di "avviare un'indagine sulle app non in regola, riservandosi gli opportuni interventi a tutela degli utenti".

L’azione del Garante si è resa necessaria perché sono ormai tanti i produttori e sviluppatori che hanno inserito sugli store on line delle app dedicate alla verifica del Green Pass. Purtroppo però queste app non sono quelle ufficiali e inquadrando i vari QR Code delle certificazioni verdi non fanno altro che violare le disposizioni di legge che stabiliscono invece solo l'app VerificaC19 l'unica a poter agire nella scansione dei QRCode.

Green Pass e verifica QRCode: solo un'app è quella ufficiale

"Diversi produttori e sviluppatori, anche di altri Paesi" spiega l'Autorità "hanno messo a disposizione sugli store online app per la verifica del green pass che consentono a chi le scarica, inquadrando il QR Code, di leggere dati personali come nome, cognome, data di nascita ma perfino dosi o tamponi effettuati. In alcuni casi le app richiedono anche una registrazione per il download e trasferiscono i dati a terzi".

Dunque ci sono sugli store tantissime applicazioni che si prefigurano come verificatrici di Green Pass ma che sostanzialmente non fanno altro che utilizzare questa scusa per scansionare i QRCode e immagazzinare dati sensibili delle persone ignari di tale gesto. Questi dati possono poi essere rivenduti o in qualche modo ''sparsi'' sul web a fini non proprio legittimi.

E proprio per questo il Garante per la protezione dei dati "mette in guardia tutti gli utenti dallo scaricare queste app, che trattano dati in violazione delle disposizioni di legge, le quali stabiliscono che è l'app VerificaC19, rilasciata del ministero della Salute, l'unico strumento di verifica delle certificazioni verdi utilizzabile per garantire la privacy delle persone". 

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
D6903 Novembre 2021, 19:08 #1
hanno messo a disposizione sugli store online app per la verifica del green pass che consentono a chi le scarica, inquadrando il QR Code, di leggere dati personali


il Garante per la protezione dei dati "mette in guardia tutti gli utenti dallo scaricare queste app


vorrei chiedere all'Esimio Sig. Garante per la protezione dei dati, se devo stare in guardia solo dallo scaricare queste app, oppure devo stare in guardia anche a chi mi scansiona il mio QRcode svariate volte al giorno?

non dovrò mica ogni volta chiedere a chi mi scansiona il QRcode se lo sta facendo con VerificaC19 vero? perchè altrimenti prevedo già parecchi.... scaldamenti d'animo... visto che chi ti scansiona un QRcode all'entrata di qualsiasi bettola o porcile si crede nel 95% delle volte Walker Texas Ranger...
chaosblade04 Novembre 2021, 11:02 #2
È infallibile accertarsi di sapere cosa usano per accettare il lasciapassare, io ad esempio faccio così, quando vado in posti di non abitudine uso un qr code scaduto perché provvisorio e se passa la verifica gatta ci cova! Se non passa gli do quello giusto però da vaccinato questa situazione è veramente seccante! L’altro giorno sono andato a prendere mia figlia in cortile della scuola e con figlioletta in braccio e cellulare dentro il taschino del giubbotto dovevo andare a prendere le scarpe e lasciare gli stivaletti, alla porta la bidella mi dice per l’ennesima volta ha green pass??!! Alla fine mi sono scocciato così tanto visto che avevo le mani impegnate e cellulare nella tasca che l’ho fatto fare alla bidella di togliere gli stivaletti e portarmi le scarpe.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^