Google, il filo delle cuffie diventa smart: basta toccarlo per controllare la musica

Google, il filo delle cuffie diventa smart: basta toccarlo per controllare la musica

Google sta sperimentando un filo delle cuffie smart, dotato di sensibilità al tocco e capace di capire varie forme d'interazione: basta torcerlo leggermente per cambiare il volume.

di pubblicata il , alle 11:21 nel canale Telefonia
Google
 

Google, come molte altre realtà, è sempre alla ricerca di nuove soluzioni che facilitino un'interazione intuitiva tra i dispositivi e gli utenti. L'ultima "trovata" si chiama "I/O braid", un'interfaccia tattile che permette di controllare alcune funzioni di Android o un'app musicale pizzicando, accarezzando, schiacciando, torcendo o strofinando un filo in tessuto.

Per registrare i comandi degli utenti, il progetto di ricerca usa ciò che Google chiama "helical sensing matrix" (HSM), ossia una serie di filati capacitivi e conduttivi intrecciati che permettono di rilevare l'interazione da parte di un utente su tutto il filo. Oltre ai filati sono presenti anche delle fibre ottiche che restituiscono un feedback visivo.

Secondo Google, vi sono diversi i modi per integrare la tecnologia nell'elettronica di consumo. Potete usarla per aggiungere controlli touch al filo delle cuffie o a quello di alimentazione / scambio dati o creare una felpa con cappuccio con lacci sensibili al tocco che si collegano al vostro telefono e da cui potete controllare la musica.

Al fine di distinguere tra diversi tipi di tocco, Google ha raccolto dati da volontari a cui è stato chiesto di interagire con questo cavo intrecciato intelligente. Su questi dati hanno addestrato un modello di apprendimento automatico, cosa che ha permesso al cavo di "comprendere" le diverse interazioni.

Google afferma che la tecnologia è in grado di riconoscere i gesti con una precisione di circa il 94%, un valore che fa sperare ma che non è certo applicabile a un prodotto di massa, vi sarebbero troppi falsi positivi. Ciononostante, in prospettiva, Google ritiene che un sistema come I/O braid potrebbe essere preferibile agli input tradizionali.

Gli utenti coinvolti nello studio hanno dichiarato che torcere il cavo per modificare il volume è un'operazione più rapida e facile rispetto all'uso dei normali controlli posizionati sul filo. Vedremo mai "I/O braid" in commercio? Difficile dirlo, ma l'idea di Google avrà sicuramente qualche sbocco commerciale prima o poi: non dimentichiamo che l'azienda sta già collaborando con Levi's per una linea di giacche smart chiamate "Jacquard" che si basano su fondamenti molto simili.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nickname8820 Maggio 2020, 12:14 #1
feedback tattile assente suppongo
E certo, se ne sentiva veramente la necessità visto come sono grossi e voluminosi i controller sui cavi .....
Qarboz21 Maggio 2020, 07:21 #2
Più che altro la tendenza è di eliminarli i cavi. Però tanto di cappello al lato tecnologico della novità; credo non sia banale aver realizzato questo sistema, ed anche averlo pensato

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^