Garmin inReach Mini: messaggistica bidirezionale d'emergenza su rete satellitare, quando in montagna il cellulare non prende

Garmin inReach Mini: messaggistica bidirezionale d'emergenza su rete satellitare, quando in montagna il cellulare non prende

Spesso anche una vallata profonda metà di una passeggiata di facile trekking può rappresentare un ostacolo impenetrabile per le reti cellulari, rendendo una semplice caduta un evento molto rischioso. Le reti satellitari possono essere un'ancora di salvezza in questi casi: Garmin inReach Mini è un dispositivo tascabile, leggero (120 grammi), compatto e dotato di un sistema di messaggistica satellitare bidirezionale

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Telefonia
Garmin
 

I tragici eventi degli scorsi giorni ce l'hanno chiaramente ricordato: la montagna può essere davvero pericolosa. Inoltre alcuni esperti ritengono possa addirittura esserlo più di una volta, per effetto dei cambiamenti climatici, che stanno portando a eventi meteorologici più intensi, meno prevedibili e più repentini. La grandinata nel varesotto di due giorni fa, che ha costretto i mezzi spalaneve a entrare in funzione per liberare le strade da diversi centimetri di chicchi di grandine possono rappresentare un'incarnazione abbastanza evidente di questa teoria.

Quando si tratta di prevenzione dei pericoli o di interventi in situazioni di emergenza la tecnologia può venire in aiuto con diverse tipologie di apparecchi. L'apparecchio di ricerca in valanga (comunemente noto come ARVA) fa certamente parte di questa schiera, ma ci sono altri mezzi che possono aiutare negli eventi meno tragici, ma che possono con il tempo trasformarsi in situazioni altrettanto pericolose. Poter comunicare coi soccorsi è uno degli aspetti chiave per avere tempi di intervento rapidi, ma spesso la copertura della rete cellulare tradizionale non arriva sulle 'alte cime'. Non solo: spesso anche una vallata profonda metà di una passeggiata di facile trekking può rappresentare un ostacolo impenetrabile per le reti cellulari, rendendo una semplice caduta un evento molto rischioso.

Le reti satellitari possono essere un'ancora di salvezza in questi casi. Non sempre le soluzioni satellitari sono alla portata di tutti e i cellulari satellitari sono nell'immaginario collettivo dei dispositivi grossi e pesanti. Ci sono anche soluzioni che permettono di trasformare il proprio smartphone in un telefono satellitare, ma Garmin presenta una soluzione di dimensioni molto più compatte che, a differenza di uno smartphone da più di mille euro, può essere portato in montagna senza patemi e senza temere gli agenti atmosferici. Garmin inReach Mini.

Si tratta di un dispositivo tascabile, leggero (120 grammi), compatto e dotato di un sistema di messaggistica satellitare bidirezionale basato sulla copertura globale della rete satellitare Iridium per inviare e ricevere messaggi di testo ed e-mail da qualsiasi parte del mondo, anche laddove non arrivi la classica rete cellulare 2G/3G/4G. In caso di emergenza, inReach Mini offre la possibilità di inviare SOS geolocalizzato al centro di emergenza GEOS attivo 24/7, permettendo inoltre di interagire con i soccorsi per essere sempre aggiornato sul loro arrivo o per inviare o ricevere ulteriori informazioni.

Garmin inReach Mini è resistente agli urti e impermeabile secondo lo standard IPX7. Integra una batteria ricaricabile al litio che garantisce ampia autonomia: dalle 50 ore con invio automatico del rilevamento del percorso ogni 10 minuti, fino a un anno in modalità stand by. Scaricando l’app Earthmate sul proprio smartphone, inReach Mini può essere ad esso associato tramite Bluetooth per accedere a mappe e immagini aeree e per avere ancora più informazioni sull’ambiente che si sta attraversando. Inoltre, per essere sicuri di raggiungere ogni waypoint prestabilito e seguire un percorso specifico, ogni dispositivo inReach Mini consente agli utenti di accedere alla piattaforma cloud-powered Explore che offre la possibilità di creare percorsi e di comporre messaggi preimpostati o testi rapidi da inviare ai propri contatti. Infine, sono disponibili tre opzioni di richiesta previsioni meteo della propria posizione o dei punti lungo il proprio percorso, che siano essi sulla terraferma o in mare.

Il nuovo Garmin inReach Mini sarà disponibile a partire dalla metà di maggio a un prezzo consigliato al pubblico di 349,99 Euro. Per accedere e comunicare attraverso la rete satellitare Iridium è necessario sottoscrivere un abbonamento, che va ad aggiungersi al costo dello strumento. In base alle necessità e alla frequenza di utilizzo, gli utenti possono scegliere tra un abbonamento annuale o uno più flessibile, che consente di usufruire del servizio solo quando se ne ha effettivamente bisogno.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giovanni6908 Maggio 2018, 09:44 #1
Forse quel magnate Karl-Erivan Haub si sarebbe salvato con un dispositivo del genere in saccoccia.

Tornando all'articolo Garmin, si parla di possibilità di accesso secondo necessità ma nelle recensioni degli utenti invece ci si lamenta dell'abbonamento obbligatorio: "gli utenti possono scegliere tra un abbonamento annuale o uno più flessibile, che consente di usufruire del servizio solo quando se ne ha effettivamente bisogno.".

Esiste una carta prepagata Iridium come con i telefoni Thuraya e NOVA Sim?
silviop08 Maggio 2018, 09:53 #2

Un buon vecchio CB ???

Le associazioni di soccorso ascoltano ancora il canale 9?

Perche con una mantova 5 (5/8) in posizione strategica ricevi bene anche la dove non batte il sole.

Roberto Colombo08 Maggio 2018, 09:54 #3
Sì esiste la carta prepagata, il box Amazon dei correlati in calce alla news mostra quella con 20 unità di credito
Nurek08 Maggio 2018, 10:04 #4
Premesso che in montagna non bisognerebbe andare mai da soli, ma almeno in coppia, questo dispositivo è di un utilità veramente notevole. Perché anche in coppia, mi è capitato più e più volte di trovarmi in zone completamente cieche e dove in caso di incidenti rischi di dover lasciare lì sul posto la tua compagna per dover cercare aiuto.
E se sei in parchi nazionali con estensioni notevoli (il parco nazionale della val grande ad esempio è praticamente privo di insediamenti umani, ergo: ti ci puoi perdere) non è certo bello dovergli dire che se non torni, dovrà passare la notte da sola in attesa di soccorsi.
A questo punto però mi domando come mai non integrano un sistema del genere anche nello smartphone così da evitare di acquistare un secondo apparecchio per tale scopo.
Un GPS lo abbiamo già integrato, non vedo alcun limite nell'inserire questa funzionalità che, al pari dell'ARVA, può davvero salvarti la vita.
jepessen08 Maggio 2018, 10:17 #5
Penso che le persone che vanno in montagna (quella vera, non le stazion sciistiche) e si preoccupa del cellulare allora si tratta di emeriti idioti.

In certe zone ci si va con una certa attrezzatura. Questo non e' un'alternativa allo smartphone, che cosi' si puo' lasciare a casa senza paura che si rompa; questo e' un oggetto diverso che si appoggia ad una rete diversa.

Solo un imbecille puo' pensare di andare a fare escursioni serie facendo affidamento sul cellulare. Questo satellitare fra l'altro non e' il primo che fa la Garmin, ma e' quello piu' piccolo e leggero. Certo, puoi collegarlo via bluetooth allo smartphone e vedere la tua posizione sulla mappa nell'applicazione apposita, ma non e' una cosa su cui farei affidamento quando fuori ci sono -10 gradi e sei in un luogo senza segnale. I fratelli maggiori di questo oggetto della garmin, come l'InReach Explorer, hanno anche le mappe integrate ed uno schermo per poterle visualizzare, che lavorano certo meglio di un cellulare, e' una soluzione piu' robusta ed e' piu' comodo avere a che fare con un solo strumento invece che due.
Inoltre si puo' sempre sfasciare, o scaricare la batteria. Uno che si avventura in certi percorsi deve anche avere un certo senso dell'orientamento, avere delle buone mappe cartacee e saperle utilizzare.
jepessen08 Maggio 2018, 10:19 #6
Originariamente inviato da: Nurek
A questo punto però mi domando come mai non integrano un sistema del genere anche nello smartphone così da evitare di acquistare un secondo apparecchio per tale scopo.
Un GPS lo abbiamo già integrato, non vedo alcun limite nell'inserire questa funzionalità che, al pari dell'ARVA, può davvero salvarti la vita.


Per il semplice fatto che oggetti come questo si appoggiano alla rete Iridium che e' satellitare ed ha copertura globale. Come vuoi mandare aiuto con un cellulare quando appena ti addentri in un bosco in in alta montagna il segnale sparisce? Ricordiamo che questi sono oggetti per chi fa trekking ed esplorazione seria, non per chi fa la passeggiata della domenica in campagna...
giovanni6908 Maggio 2018, 10:45 #7

Scheda prepagata per minuti Iridium su Garmin InReach?

Originariamente inviato da: Roberto Colombo
Sì esiste la carta prepagata, il box Amazon dei correlati in calce alla news mostra quella con 20 unità di credito


Non mi sembra: il box di Amazon mostra un link correlato che si riferisce come ho scritto sopra ad altro prodotto Thuraya, non al Garmin:

Inaktive Prepaid NOVA SIM Karte für den Einsatz in allen aktuellen und früheren Thuraya Satellitentelefone wie Thuraya SG-2520, SO-2510, XT, XT-LITE, XT-Pro und SatSleeve.


Non leggo scritto che quella scheda NOVA SIM possa funzionare sulla rete Iridium anche con i Garmin.


Link ad immagine (click per visualizzarla)

E nella pagina diretta di amazon il prodotto inReach non viene associato ad alcuna scheda prepagata ma solo ad una pellicola protettiva.

Link ad immagine (click per visualizzarla) screen capture freeware

Quindi... punto a capo, purtroppo: non vedo scheda unità di credito per Garmin inReach.
Qualche chiarimento in merito, per favore? Grazie.
Nurek08 Maggio 2018, 10:55 #8
Originariamente inviato da: jepessen
Per il semplice fatto che oggetti come questo si appoggiano alla rete Iridium che e' satellitare ed ha copertura globale. Come vuoi mandare aiuto con un cellulare quando appena ti addentri in un bosco in in alta montagna il segnale sparisce? Ricordiamo che questi sono oggetti per chi fa trekking ed esplorazione seria, non per chi fa la passeggiata della domenica in campagna...


Non vedo dove sarebbe il problema...Anche il GPS integrato negli attuali Smartphone si appoggia ad una rete satellitare che ha una copertura globale. E quando ti addentri in una montagna il segnale GPS non sparisce affatto.
Se il problema è quello di appoggiarsi alla rete Iridium, non credo sia una cosa così difficoltsosa da implementare negli attuali smartphone.
Cambieranno i costi ovviamente ma io sono ben disponibile a pagare di più e portarmi dietro solo lo smartphone con la ragionevole certezza che posso inviare brevi messaggi di testo con le mie coordinate per attivare i soccorsi.
Roberto Colombo08 Maggio 2018, 11:23 #9
Originariamente inviato da: giovanni69
Non mi sembra: il box di Amazon mostra un link correlato che si riferisce come ho scritto sopra ad altro prodotto Thuraya, non al Garmin:

Inaktive Prepaid NOVA SIM Karte für den Einsatz in allen aktuellen und früheren Thuraya Satellitentelefone wie Thuraya SG-2520, SO-2510, XT, XT-LITE, XT-Pro und SatSleeve.


Non leggo scritto che quella scheda NOVA SIM possa funzionare sulla rete Iridium anche con i Garmin.


Link ad immagine (click per visualizzarla)

E nella pagina diretta di amazon il prodotto inReach non viene associato ad alcuna scheda prepagata ma solo ad una pellicola protettiva.

Link ad immagine (click per visualizzarla) screen capture freeware

Quindi... punto a capo, purtroppo: non vedo scheda unità di credito per Garmin inReach.
Qualche chiarimento in merito, per favore? Grazie.


Ciao,
avevo capito male la tua domanda:

trovi i piani della connettività proposti da Garmin a questo indirizzo: https://explore.garmin.com/Account/LogOn e qui https://explore.garmin.com/en-US/inreach/
jepessen08 Maggio 2018, 11:58 #10
Originariamente inviato da: Nurek
Non vedo dove sarebbe il problema...Anche il GPS integrato negli attuali Smartphone si appoggia ad una rete satellitare che ha una copertura globale. E quando ti addentri in una montagna il segnale GPS non sparisce affatto.
Se il problema è quello di appoggiarsi alla rete Iridium, non credo sia una cosa così difficoltsosa da implementare negli attuali smartphone.
Cambieranno i costi ovviamente ma io sono ben disponibile a pagare di più e portarmi dietro solo lo smartphone con la ragionevole certezza che posso inviare brevi messaggi di testo con le mie coordinate per attivare i soccorsi.


Iridium e' una rete satellitare a copertura globale per le comunicazioni, non per il segnale GPS. Lo scopo di questo dispositivo e' quello, fra gli altri, di inviare messaggi di testo, tenere traccia della propria posizione gps e di chiamare soccorso inviando la propria posizione. con lo smartphone come fai a chiedere aiuto se non c'e' copertura di rete?
Fosse anche solo per una mappa con la posizione GPS, questo dispositivo non la mostra ma un cellulare e' comunque sconsigliato perche' e' troppo delicato da utilizzare in certi ambiti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^