Figli senza scampo: arriva l'app che li obbliga a rispondere ai genitori

Figli senza scampo: arriva l'app che li obbliga a rispondere ai genitori

ReplyASAP è un'app di messaggistica che consente di collegare due o più utenti in modo che i loro messaggi siano letti, a prescindere da quello che si sta facendo in quel preciso momento. Ecco come catturerà la vostra attenzione

di pubblicata il , alle 19:01 nel canale Telefonia
 

Un padre londinese ha creato un'app che cerca di obbligare i figli a non ignorare i messaggi di testo inviati dai genitori. Quando infatti un messaggio viene inviato con ReplyASAP occupa tutta la schermata del destinatario, a prescindere da quello che quest'ultimo sta facendo in quel preciso momento. L'obiettivo è semplice: obbligare l'utente - in questo caso il figlio - a leggerlo ed eventualmente a rispondere alla richiesta del mittente - in questo caso il genitore.

E c'è dell'altro: la suoneria si fa sentire anche se lo smartphone è impostato in modalità silenziosa, e si ferma solo ed esclusivamente quando l'utente preme una delle opzioni che appaiono sullo schermo. È possibile infatti ripetere la notifica dopo un periodo di tempo preimpostato, oppure cancellarla. In ogni modo il figlio è consapevole del messaggio e può valutare autonomamente l'importanza dello stesso e l'urgenza con cui rispondere.

Inoltre, se non bastasse, chi invia il messaggio riceve una notifica push nello stesso istante in cui viene letto, per essere informato anche riguardo l'interazione che l'utente ha avuto con lo stesso. Il genitore scopre in questo modo non solo se il figlio ha letto, ma anche se ha ritardato la risposta o l'ha cancellata. Se lo smartphone invece è spento, la notifica verrà inviata non appena verrà acceso nuovamente, come avviene anche con altre app di messaggistica.

ReplyASAP è già disponibile per i terminali Android e può essere scaricata gratuitamente su Google Play Store, ma per la connessione fra due o più account è necessario spendere una piccola somma. Per il funzionamento, infatti, sia padre che figlio devono avere l'app sul proprio terminale. ReplyASAP non è presente su iOS "viste le limitazioni imposte da Apple", tuttavia sullo store di app di iPhone sono presenti soluzioni simili come ad esempio "Ignore no more".

Naturalmente l'app può essere utilizzata senza differenze da ambo le direzioni, quindi anche il figlio può notificare messaggi con urgenza utilizzandola. Ma c'è un problema: i figli possono comunque sgattaiolare dai controlli dei genitori disinstallando l'app, ma non manca la "soluzione". Una volta cancellata, infatti, verrà inviata una notifica al dispositivo collegato e al ritorno a casa probabilmente saranno dolori!

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
luka73425 Agosto 2017, 21:47 #1
e fu così che le fidanzate obbligarono ad installare quest'app ai rispettivi fidanzati.
antonio33825 Agosto 2017, 22:14 #2
Il problema è facilmente risolvibile spegnendo il telefono, che male di sicuro non fa (anzi)
benderchetioffender25 Agosto 2017, 22:26 #3
Originariamente inviato da: antonio338
Il problema è facilmente risolvibile spegnendo il telefono, che male di sicuro non fa (anzi)


effettivamente....
danylo26 Agosto 2017, 10:10 #4
Come dice antonio338, basta spegnerlo, e poi dare la colpa alla batteria.
Almeno fino a quando non inventeranno cellulari senza il tasto di OFF.

Axios200626 Agosto 2017, 11:16 #5
Ennesimo tentativo di risparmiare tempo e dedizione nell'educare i propri figli ed instaurare un corretto e proficuo dialogo con loro...

Oramai, molti fanno figli ma sperano che li crescano la scuola, la tv, internet, chiunque ma non i genitori...
TeenCool26 Agosto 2017, 12:05 #6
Cavolo quanti luoghi comuni e classiche banalita' stamattina! Complimenti
djfix1326 Agosto 2017, 12:14 #7
ahahah...spegnerlo? ma avete visto i giovani di oggi? parlo di fasca medie-superiori...non riescono a non guardare lo schermo per più di 10 secondi e se sono al cinema lo mettono silenzioso ma continuano a guardare le chat e a rispondere a FB...
...cmq educarli sarebbe più efficiente.
Donagh26 Agosto 2017, 13:45 #8
Originariamente inviato da: djfix13
ahahah...spegnerlo? ma avete visto i giovani di oggi? parlo di fasca medie-superiori...non riescono a non guardare lo schermo per più di 10 secondi e se sono al cinema lo mettono silenzioso ma continuano a guardare le chat e a rispondere a FB...
...cmq educarli sarebbe più efficiente.


ahhhh allora spegnerlo e isola deserta o simile dove ovviamente non prende il cellulare

ce da rieducare di nuovo qui

e nei cinema per il disturbo altrui isolarli come fanno negli usa, e anche nelle scuole bloccarne l'uso in classe
Wolland26 Agosto 2017, 19:52 #9
Il disincentivo sta proprio nel fatto che non si può più fare altro con quello smartphone, appunto come se fosse spento
Mi pare comunque un po' dubbia come app, e destinata a famiglie "alle strette".
kamon26 Agosto 2017, 20:44 #10
Originariamente inviato da: antonio338
Il problema è facilmente risolvibile spegnendo il telefono, che male di sicuro non fa (anzi)


Certo, ce li vedo proprio gli adolescenti a privarsi di facebook e whatsapp.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^