Autonomie degli smartphone peggiorate nel 2018: ecco la classifica di chi fa peggio e chi meglio

Autonomie degli smartphone peggiorate nel 2018: ecco la classifica di chi fa peggio e chi meglio

Gli smartphone sono sempre più potenti ma posseggono anche delle batterie sempre meno performanti. Uno studio conferma il trend con autonomie in diminuzione rispetto al passato.

di pubblicata il , alle 19:21 nel canale Telefonia
 

La tecnologia fa passi da gigante e permette oggi di utilizzare smartphone ossia telefoni di ultima generazione con hardware sempre più potenti e in grado di fare davvero ogni tipo di operazione. Molto spesso gli smartphone odierni sono in possesso di un comparto hardware talmente potente da far invidia anche ai PC. Tutto questo chiaramente mette in risalto ancora una volta il problema delle autonomie di questi piccoli dispositivi che purtroppo, secondo una ricerca del Washington Post, sarebbe addirittura diminuite rispetto allo scorso anno.

Le aziende produttrici sembrano non interessarsi più di tanto a migliorare l'autonomia dei propri smartphone. O meglio, la tecnologia attuale non permette di associare ad un telefono di ultima generazione capace di sprigionare potenze inverosimili, una batteria così potente da poter aumentare e di molto l'autonomia del device se non inserendo delle celle al Litio di maggiori dimensioni che di contro non fanno che aumentare il peso nonché le dimensioni del telefono. Di fatto però si è visto come rispetto al 2018, gli attuali smartphone hanno peggiorato la propria autonomia, chi più e chi meno.

Come mai l'autonomia non aumenta?

Le cause di tale situazione possono essere riconducibili alla situazione di staticità del mercato della telefonia odierna. I produttori sono chiamati ogni anno a migliorare il proprio top di gamma o i propri device posti in catalogo anche se alcune volte le migliorie o le innovazioni tecnologiche stentano a rivelarsi. Ecco che per riuscire a vendere o comunque ad invogliare gli utenti ci pensano display sempre più luminosi e di maggiori dimensioni, ma anche processori sempre più potenti capaci di avere addirittura fino a 10GB di RAM o ancora sensori fotografici di numero elevato capaci di registrare video fino al 4K.

Tutto questo non fa che comportare un aumento della richiesta dell'energia e dunque della batteria che non ha subito migliorie a livello tecnologico, se non quelle di una ricarica più veloce, che dunque tende a consumarsi prima e ad abbattere automaticamente anche i tempi di autonomia. Gli sviluppi della tecnologia inerente le batterie classiche al Litio sembrano ormai giunti al loro massimo e questo dunque comporta un pessimismo sul futuro se non si dovesse trovare una soluzione a ciò.

Chiaramente alcuni produttori tentano di sopperire a queste situazioni andando a posizionare nei propri device, che per fortuna hanno aumentato le proprie dimensioni, batterie con amperaggio maggiore. Ecco che la capienza delle batterie di alcuni smartphone top di gamma riescono a raggiungere anche i 4.200 mAh, vedasi Huawei Mate 20 Pro, ma di fatto quello che si osserva non è un aumento elevato dell'autonomia viste le richieste effettive dello smartphone.

Come si comportano gli smartphone di oggi?

Dunque secondo la ricerca del Washington Post, i telefono odierni non riescono ad aumentare le autonomie dello scorso anno, ponendosi dunque in una posizione in parte negativa rispetto alle aspettative degli utenti che da tempo sognano un telefono con batterie "durature". Ecco che, ad esempio, iPhone XS durerebbe circa 30 minuti in meno del suo predecessore iPhone X suppur la batteria risulti maggiore. Ma anche il Google Pixel 3 vede un peggioramento rispetto al Pixel 2 di circa un'ora e mezza.

Tra i vari smartphone testati chi ha ottenuto una buona autonomia risulta il nuovo iPhone XR che probabilmente grazie ad un display LCD IPS e non AMOLED e ad un'ottimizzazione puntigliosa con iOS è riuscito a raggiungere valori di autonomie importanti. Stessa cosa per il Samsung Galaxy Note 9 che ha totalizzato valori superiori ai vari iPhone 8 Plus ma anche ad iPhone XS Max o Pixel 3 XL.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
bancodeipugni05 Novembre 2018, 20:17 #1
vince l'iphone ?

strano, pensavo vincesse un nokia

devo indagare
maxsy05 Novembre 2018, 20:27 #2
ma che razza di classifica è?
hanno messo solo iphone, samsung e pixel.
se mettevano anche altre marche questi scivolano in fondo alla classifica

ciocia05 Novembre 2018, 20:35 #3
xiaomi max3 e passa la paura .
Cpu sempre più energivore? A detta di qualcomm ( sarebbe bello esistesse la possibilità di misurare i reali consumi nei telefoni, come avviene per i pc, altrimenti possono anche dirci un -30% quando in realtà fa un +35%... ), s835 consuma meno del mio s820, ed 845 consuma meno del 835. Quindi negli ultimi 3 anni i consumi cpu dovrebbero essere calati discretamente ( discorso diverso per i monitor)
frankie05 Novembre 2018, 22:23 #4
Originariamente inviato da: bancodeipugni
vince l'iphone ?
strano, pensavo vincesse un nokia
devo indagare


Anche la tua auto 3000 benzina consuma una nullità se confrontato ad un Hemi big-block, dipende con chi li compari.

PS nella settimana scorsa un sono arrivato con la batteria alle 18.00...

del terzo giorno!!!


Nokia 7+
demon7705 Novembre 2018, 23:16 #5
come detto nela news la ragione delle autonomie limitate è legate a SOC sempre più esagerati che di fatto non servo ad una cippa perchè uno smartphone di oggi fa ne più ne meno che le stesse identiche cose di cinque anni fa e anche più.

che la potenza aumenti è pure un bene.. ma se devo smenarci in autonomia (e quindi uso pratico) solo per far vedere quanto ce l'ho lungo allora le cose cambiano.

La colpa è certamente del mercato che impone queste scelte per "giustificare" l'uscita di nuovi modelli in un mercato che di fatto ha rallentato drasticamente rispetto agli anni passati proprio a causa delle scarse novità.
sbaffo05 Novembre 2018, 23:26 #6
Tra i vari smartphone testati chi ha ottenuto una buona autonomia risulta il nuovo iPhone XR che probabilmente grazie ad un display LCD IPS e non AMOLED e ad un'ottimizzazione puntigliosa con iOS è riuscito a raggiungere valori di autonomie importanti. Stessa cosa per il Samsung Galaxy Note 9 che ha totalizzato valori superiori ai vari iPhone 8 Plus ma anche ad iPhone XS Max o Pixel 3 XL.

Ma quante c@zz@te in un solo articolo. Non si è mai sentito che gli lcd consumassero meno degli amoled, piuttosto il contrario. La vera ragione è la risoluzione inferiore dello schermo Xr, e la batteria da 4000mah del note 9, per il resto confronti insensati.
L’unico sensato è X vs XS che avrebbe dovuto migliorare col passaggio a 7nm invece è peggiorato.
Vittorio599gtb06 Novembre 2018, 07:01 #7
Si i "grandi produttori non riescono a inserire batterie grandi".
Perché Huawei, xiaomi (sulla fascia bassa!!) ci riescono da un bel po' e invece gli altri no?
popye06 Novembre 2018, 08:28 #8
Perché più ricarichi più si accorcia la vita della batteria e siccome ormai sono tutte non removibili vai a fartela cambiare in un centro assistenza.
In alternativa(per spendere meno) dai cinesi che però ti danno una batteria che dura 1/3....
zyrquel06 Novembre 2018, 08:33 #9
Originariamente inviato da: popye
In alternativa(per spendere meno) dai cinesi che però ti danno una batteria che dura 1/3....

io dai cinesi ci prendo il telefono intero, faccio fatica a farlo arrivare al 20-25% alla fine della seconda giornata, mi tocca giocarci un po' la sera prima di metterlo in carica
chaosblade06 Novembre 2018, 09:02 #10
Il problema per me non è la batteria non removibile visto che ho gli strumenti per farlo e con tale scusa è praticamente impossibile trovare guarnizioni 3M originali e batteria originale quindi sei costretto a farlo fare in assistenza

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^