Ara: già ad aprile il primo prototipo funzionante dello smartphone modulare

Ara: già ad aprile il primo prototipo funzionante dello smartphone modulare

Un primo prototipo funzionante di Ara sarà disponibile già ad aprile. È quanto emerso da una visita del MIT Technology Review agli uffici del team di sviluppo alla base dell'ambizioso progetto dello smartphone modulare

di pubblicata il , alle 08:31 nel canale Telefonia
 

Un endoscheletro collegato a moduli accessori che aggiungono diverse funzionalità ad uno smartphone. È questo il concetto alla base di Project Ara, ovvero il primo telefono cellulare modulare, interamente personalizzabile anche dal punto di vista delle feature implementabili.

Il primo prototipo funzionante dello smartphone potrebbe essere mostrato molto presto secondo quanto riportato dal MIT Technology Review, che ha prestato una visita all'interno degli uffici in cui viene sviluppato l'ambizioso progetto.

L'endo, ovvero la base sulla quale installare i vari moduli, verrà fornito da Google ed avrà otto slot sulla superficie posteriore, due su quella frontale e moduli di alimentazione e dati basati sulla tecnologia MIPI UniPro, un'interfaccia ad alta velocità utilizzata per l'interconnessione di circuiti integrati.

Project Ara: endoscheletro

I moduli saranno fissati alla piattaforma, come dichiarato ufficialmente di recente, attraverso l'uso di magneti elettropermanenti. L'endo sarà disponibile in diversi formati e dimensioni: sarà possibile implementare la tecnologia alla base di Ara su phablet, così come su lettori musicali. L'ecosistema hardware è aperto a tutti i produttori interessati, che potranno rilasciare moduli compatibili delle tipologie più disparate.

Gli utenti saranno così in grado di installare moduli diversi in base alle specifiche esigenze di un determinato momento, scegliendo fra moduli fotografici, medici, o sensori particolari. Paul Eremenko, project leader di Ara, ha specificato che un prototipo funzionante sarà disponibile entro la fine di aprile, ma non è tutto.

La società ha mostrato al MIT un prototipo di pulsiossimetro per misurare il livello di ossigeno nel sangue, alcuni moduli per la visione termica stampati attraverso processo di stampa 3D, mentre è in fase di sviluppo una fotocamera ad infrarossi. Se l'utente avrà bisogno di una fra queste funzionalità, potrà integrarle in ogni momento al proprio smartphone collegando il modulo relativo all'endo.

Google ha siglato un accordo con Andover per realizzare le cover plastiche in modo rapido, economico ed in diversi colori, scegliendo come approccio quello della stampa tridimensionale, con potenzialità virtualmente illimitate.

Project Ara è anche rivolto ai paesi emergenti: Google ha intenzione di rilasciare modelli di smartphone modulari con solo modulo Wi-Fi per alcune zone dell'America del Sud e Centrale, in cui molti utenti scelgono di collegarsi ai vari hotspot Wi-Fi presenti come alternativa alle più costose connessioni di rete dati. Ogni unità costerebbe a Google circa 50$, tuttavia è ancora sotto al vaglio il possibile prezzo di vendita al pubblico.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Horizont10 Aprile 2014, 08:37 #1
Sarò onesto, a me l'idea di uno smartphone modulare piace tantissimo. Sono veramente molto attirato dalla cosa, a maggior ragione considerando il fatto che già questo mese vedremo qualcosa di concreto all'opera
E poi per me, reduce da una quantità non ben definita di pneumotoraci, fare un check della saturazione ogni tanto non fa male
Portocala10 Aprile 2014, 09:08 #2
50 per la "motherboard" sono ok. Rimangono da vedere i prezzi degli altri moduli, che di numero sono parecchi (schermo, camera, gsm, wifi, ram, fino a riempire gli 8 slot)
Korn10 Aprile 2014, 09:30 #3
l'idea è una figata, mi immagino magari tenersi uno schermo grande in hd che ha poco senso cambiarlo, ed invece aggiornare il soc ho magari aggiungere qualche sensore particolare, ma mo chiede se ha un senso economico, o val la pena di comprarsi un top di gamma ogni 2 o 3 anni
fraussantin10 Aprile 2014, 09:32 #4
Originariamente inviato da: Portocala
50 per la "motherboard" sono ok. Rimangono da vedere i prezzi degli altri moduli, che di numero sono parecchi (schermo, camera, gsm, wifi, ram, fino a riempire gli 8 slot)


Non é vhiaro cosa costi 50 dollari. (se la mb o se un modello base completo per i paesi emergenti) ma di sicuro in italia quello vhe costa in produzione 50 $ tra iva conai, raae ,siaee tasse ,trasporti ,margini ingrosso e dettaglio ,pubblicita ,rappresentanti, ecc ecc diventano 250€ al pubblico minimo.
piererentolo10 Aprile 2014, 09:35 #5
Secondo me sta cosa è una scemenza pazzesca... la gente si stufa del telefono e lo cambia più per capriccio che per necessità e di certo non gli farà l'upgrade...

Ecco detto questo... a me il telefono modulare piace, bisogna vedere però i costi dei vari moduli...
nickmot10 Aprile 2014, 09:53 #6
Mi interesserebbe solo se ci fosse estrema libertà di scelta sul form factor (schermi e scocche sotto i 4", tastiere fisiche, batterie maggiorate), a livello di HW non ho particolari pretese, al massimo potrei pensare di aumentare la RAM quando con i vari aggiornamenti delle app queste divengono troppo pesanti.
Cappej10 Aprile 2014, 10:01 #7
neppure un anno dall'idea al prototipo... che mostri...
Bello! mi è sempre piaciuta l'idea!
Marok10 Aprile 2014, 10:12 #8
L'idea dei magneti per l'ancoraggio non è che mi convinca molto. Se la potenza del magnete è alta sarà molto difficile sostituire i moduli, al contrario rischia di andare in mille (9 ) pezzi.
Anche i campi magnetici generati insieme a quelli elettrici faranno un bel casino, ad esempio dubito che potranno mai integrare una bussula...anche per altri sensori sarà un vero casino.

Per caso i campi magnetici possono dare problemi anche agli schermi moderni?
fraussantin10 Aprile 2014, 10:14 #9
Ancora non ho chiaro a cosa serva la bussola in un telefono.
Marok10 Aprile 2014, 10:17 #10
Originariamente inviato da: fraussantin
Ancora non ho chiaro a cosa serva la bussola in un telefono.


Prendi un wp8, usa here maps con il gps attivo e vedrai a cosa serve la bussola

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^