Anno 2007: Nokia pagava riscatto multimilionario per salvare Symbian

Anno 2007: Nokia pagava riscatto multimilionario per salvare Symbian

Secondo quanto riportato da un media finlandese, Nokia avrebbe pagato un riscatto multimilionario nel 2007 o nel 2008, per preservare Symbian da una forte diffusione di malware

di Nino Grasso pubblicata il , alle 09:31 nel canale Telefonia
NokiaSymbian
 

Era la seconda metà degli anni 2000, quando Nokia padroneggiava il mercato degli smartphone e quello dei telefoni cellulari tradizionali, vendendo dispositivi storici come N95 ed E61i. In quegli anni, precisamente fra la fine del 2007 e i primi mesi del 2008, Nokia si sarebbe arresa ad un gruppo di ricattatori che minacciavano gravemente la sicurezza di Symbian, il sistema operativo allora leader del settore.

Nokia N95

Il gruppo di "cybercriminali" aveva a disposizione del codice che avrebbe portato a una forte diffusione di malware all'interno dell'ecosistema. Una situazione difficile da gestire, che ha spinto il colosso finlandese a pagare "diversi milioni di euro", per impedire la diffusione della minaccia.

I ricattatori, stando a quanto riportato da MTV Finlandia (che non ha nulla a che spartire con l'emittente televisiva internazionale), avevano ottenuto una chiave di cifratura (di pochi kilobyes) che avrebbe permesso a qualsiasi sviluppatore di firmare le proprie app Symbian. Attraverso la "firma digitale", le app avrebbero ottenuto i permessi per accedere ad aree più profonde del sistema operativo.

Nokia non ha potuto che rispondere al ricatto, in quanto la diffusione della chiave avrebbe reso impossibile per la società verificare l'approvazione lecita delle nuove applicazioni. MTV Finland e Reuters hanno verificato l'attendibilità delle informazioni contattando le autorità finlandesi, tuttavia manca ancora una risposta ufficiale da parte del colosso finlandese.

Il denaro è stato consegnato nel parcheggio di un parco divertimenti con l'ausilio delle forze dell'ordine, avvisate dell'intera situazione. Tuttavia, in qualche modo i ricattatori sono riusciti a recuperare il riscatto e scappare indisturbati. Secondo le fonti, il caso è stato abbandonato rimanendo irrisolto: il pagamento del riscatto è stato sufficiente per schivare un grosso fallimento per il sistema operativo di Nokia, fallimento che era comunque dietro l'angolo con l'arrivo di iOS e Android.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
maxmax8019 Giugno 2014, 12:26 #1
carramba
Zenida20 Giugno 2014, 15:22 #2
Non solo hanno ceduto ad un ricatto (a quanto pare alla nokia sono abbastanza corruttibili), ma le forze dell'ordine hanno agevolato anche l'illecito.

Quei soldi potevano spenderli per risolvere la minaccia piuttosto. Inoltre, dopo il danno anche la beffa, dato che sono stati gli ultimi momenti di vita di symbian...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^