SSD, novità da Samsung e Transcend

SSD, novità da Samsung e Transcend

Non si ferma lo sviluppo di soluzioni a stato solido, ora ancora più economiche ed ecologiche

di pubblicata il , alle 08:38 nel canale Storage
Samsung
 

Il mercato dei dischi a stato solido è in continua evoluzione, si susseguono infatti le presentazioni da parte dei diversi produttori circa nuove soluzioni più o meno valide, a seconda della circostanza. Gli ultimi in ordine cronologico sono Samsung e Transcend, due nomi importanti all'interno del settore.

La prima ha introdotto un nuovo modello destinato al mercato dei data center, in grado di consumare il 25% in meno rispetto a ad un hard disk SAS da 15k, migliorando, di fatto il rapporto performance per watt, che, in applicazioni enterprise, gioca un ruolo determinante. Disponibile con un layout da 2,5", l'SSD enterprise di Samsung è quindi ottimizzato per gestire un numero maggiore di IOPS (Input Outputs per second) a parità di consumi, secondo quanto dichiarato dalla società, fino a 10 volte. Le prime unità saranno disponibili a partire dalla fine del mese.

Disco SSD Transcend

Transcend ha invece presentato un disco da 128GB basato su tecnologia MLC, sempre con layout da 2,5" e con connessione SATA 3.0 Gbps. Secondo le specifiche del produttore l'unità è in grado di garantire una velocità di lettura di 145MB/s e 92MB/s in scrittura, oltre ad un tempo di accesso di 2ms. Il prodotto sarà commercializzato con un prezzo piuttosto concorrenziale di circa 260 euro, con garanzia di 2 anni. Questa la pagina ufficiale sul sito del produttore.

Aggiornamento: Il prezzo delle nuove SSD Transcend è di 350,00 € IVA inclusa nella capacità di 128GB e di 185,00 € IVA inclusa in quella da 64GB

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

27 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
filippo197405 Novembre 2008, 08:47 #1

Ormai è ora...

Il momento in cui gli SSD saranno a portata di utente consumer si avvicina sempre più...
Paganetor05 Novembre 2008, 08:52 #2
consuma il 25% in meno di un hard disk SAS da 15k? non è "un po' tanto" per un SSD?

questi dischi da 15k giri consumano mediamente più dei dischi "normali" da 7200 giri, togli un 25% da quel valore e dove arrivi? torni più o meno al valore dei 7200? anche senza parti in movimento?

è possibile approfondire questa cosa?
zago05 Novembre 2008, 09:19 #3
beh alimentare tutta la logica e tutti i moduli di memoria non è mica a gratis :-)
sono stati fatti test tempo addietro proprio qui e gli ssd consumano quanto gli hd a piatti rotanti tranne rare eccezioni
l.fugaro05 Novembre 2008, 09:20 #4
A quando un test su questo Transcend???
Mi ricordo un articolo ben fatto su come avevate testato alcuni SSD, mi pare fossero 3, per i quali avevate "scoperto" differenze prestazionali post-test!!! Le velocità di lettura e scrittura calavano terribilmente dopo il primo test... solo dopo un reset (cioè riportare lo SSD "vergine" si potevano ottenere le performance dichiarate.
Rhodry05 Novembre 2008, 09:27 #5

Sarà mio....

Ragazzi, se questi iniziano ad essere i prezzi un SSD sarà presto mio, per lo meno appena saranno commercializzati. Credo che gli HD attuali siano gli unici colli di bottiglia di un buon sistema (e si che ilo il SO operativo ce l'ho installato su un Raptor a 10.000 giri al minuto111). Ciao.
que va je faire05 Novembre 2008, 09:27 #6
stì ssd mi ricordano gli lcd.. ora che si evolvono per bene ci passano gli anni, ancora tra prestazioni e consumi e affidabilità, troppe cose non tornano
Paganetor05 Novembre 2008, 09:36 #7
be', ma se questi ssd consumano "più o meno come un HD convenzionale", hanno transfer rate simili, un tempo di accesso molto basso ma che, alla fin fine, non si discosta molto da quello di un HD ben deframmentato... il vantaggio principale lo vedo solo nell'affidabilità... che non è poco, sia chiaro, ma cadono un po' dei presupposti degli SSD

poi ovvio, con gli anni si avranno dei miglioramenti, ma per ora la situazione è questa...
adynak05 Novembre 2008, 09:37 #8
Rimane il solito tallone di Achille di cui nessun produttore parla: la logica di wear leveling. L'OCZ sconsiglia di installare il SO sui dischi OCZ SSD MLC in quanto, a causa dello swap frequente, potrebbero verificarsi perdite di dati ... e dubito che sia un problema reale che affligga solo gli OCZ.
Speriamo che a breve tutto ciò si risolva: non vedo l'ora di mettere su un bel SSD veloce, affidabile e poco avido di corrente.
niksd05 Novembre 2008, 10:00 #9
già... sti cosi sono ancora troppo immaturi a detta mia.. per ora l'unico grande vantaggio offerto è l'affidabilità... ma a che prezzo! vanno bene solo per sistemi server e/o aziendali che ne hanno bisogno e se li possono permettere... Ci vuole ancora tempo per avere la sicurezza di un buon investimento con l'acquisto di un SSD! ....basti pensare solo al fatto che, come accennato qualche risp sopra, in passato HWupgrade aveva fatto dei test su questi dischi e aveva riscontrato un calo di prestazioni molto significativo che andava crescendo con il crescere dei dati immagazzinati nell'unità stessa.. lol!
robert198005 Novembre 2008, 10:21 #10
niksd al momento nemmeno l'affidabilità è buona, oltre alle prestazioni su ssd pieno . Forse , ma dico forse le prestazioni...ma quello si vedrà (2 raptor in raid sai com'è..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^