Pioneer, dischi ottici da 510 GB

Pioneer, dischi ottici da 510 GB

Pioneer presenta una nuova tecnoloogia in grado di creare dischi ottici con capienza fino a 510 GB

di pubblicata il , alle 12:14 nel canale Storage
 

AVMagazine, presente al CEATEC di Tokyo, ci informa riguardo alla presentazione da parte di Pioneer di un ennesimo standard per l'archiviazione di materiale digitale multimediale. I vantaggi del nuovo media risiederebbero nella capienza record di 510 GB, raggiunta grazie alla scrittura a mezzo fascio di elettroni.

Le dimensioni del fascio risultano ben più ridotte rispetto a quelle ad esempio utilizzate dal laser Blu-ray, permettendo così di scrivere una traccia più sottile e quindi un numero maggiore di informazione su ogni layer.

Ulteriori informazioni sono disponibili direttamente sul focus odierno di AVMagazine, nel quale l'autore, compatibilmente con gli impegni fieristici, potrà rispondere ad eventuali dubbi e domande.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

48 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Dreadnought07 Ottobre 2005, 12:16 #1
Il problrma è che ultimamente la densità di registrazione è inversamente proporzionale alla durata del supporto :/
gpc07 Ottobre 2005, 12:21 #2
Originariamente inviato da: Dreadnought
Il problrma è che ultimamente la densità di registrazione è inversamente proporzionale alla durata del supporto :/


No beh, veramente è dall'età della pietra che è così: i graffiti li vedi ancora oggi dopo qualche migliaio di anni, i miei floppy degli anni 90 sono già smagnetizzati
A parte gli scherzi, questo sì che è un bel salto di tecnologia... dal laser agli elettroni... tra un po' ci fanno entrare anche un acceleratore di particelle nel computer
tommy78107 Ottobre 2005, 12:47 #3
bè ritengo che tecnologie come queste non interessini noi ma solamente imprese e laboratori che hanno bisogno di enormi archivi per i loro dati, è interessante vedere come corra la tecnologia in tal senso. Io però sare più contendo nel vedere i dvd concepiti in modo da essere duraturi più che capienti, 4giga per uso domestico bastano ed avanzano, è la loro durata che lascia perplessi.
(IH)Patriota07 Ottobre 2005, 12:49 #4
Originariamente inviato da: Dreadnought
Il problrma è che ultimamente la densità di registrazione è inversamente proporzionale alla durata del supporto :/


Purtroppo hai ragione , la preoccupazione principale e' quella di stoccare quantità di dati incredibili nel piu' veloce tempo possibile ... poi che il backup duri meno di un anno non interessa... pero' perlomeno sei sicuro di non aver perso i dati degli ultimi 3 mesi ma tutto quello che hai salvato da quando sei nato

Sarebbe interessante a questo punto che qualcuno inventasse un quarto standard con la GARANZIA che i supporti durino almeno 3 o 5 anni...
Yokoshima07 Ottobre 2005, 12:55 #5
Originariamente inviato da: tommy781
bè ritengo che tecnologie come queste non interessini noi ma solamente imprese e laboratori che hanno bisogno di enormi archivi per i loro dati, è interessante vedere come corra la tecnologia in tal senso. Io però sare più contendo nel vedere i dvd concepiti in modo da essere duraturi più che capienti, 4giga per uso domestico bastano ed avanzano, è la loro durata che lascia perplessi.


Quoto e confermo.
Non è possibile cambiare formato già adesso...si tratta solo di mere speculazioni economiche, non una reale esigenza del mercato.
Quando dico mercato intendo TUTTI, produttori e consumatori.
avvelenato07 Ottobre 2005, 12:56 #6
Originariamente inviato da: tommy781
bè ritengo che tecnologie come queste non interessini noi ma solamente imprese e laboratori che hanno bisogno di enormi archivi per i loro dati, è interessante vedere come corra la tecnologia in tal senso. Io però sare più contendo nel vedere i dvd concepiti in modo da essere duraturi più che capienti, 4giga per uso domestico bastano ed avanzano, è la loro durata che lascia perplessi.

mhh, per la prossima generazione di film ad alta risoluzione 4 gb sono pochini. Certo, 510gb sono tantini, ma magari, aumentando a dismisura la gestione degli errori e la ridondanza, e diminuendo la dimensione del media magari in 8 cm di diametro.... si riesce comunque a raggiungere un notevole 50gb, e per lo meno affidabili!
Kanon07 Ottobre 2005, 12:57 #7
Bello, carino, simpatico... ma... DATEMI I DUAL LAYER A PREZZO UMANO!!!
fantoibed07 Ottobre 2005, 13:02 #8
Non si tratta, per caso, della tecnologia a laser ultravioletto di cui si parla da circa un anno? http://punto-informatico.it/p.asp?i=50399
Korn07 Ottobre 2005, 13:07 #9
Originariamente inviato da: tommy781
. Io però sare più contendo nel vedere i dvd concepiti in modo da essere duraturi più che capienti, 4giga per uso domestico bastano ed avanzano, è la loro durata che lascia perplessi.

con 4 gigi ci fo na pippa solo che le foto che scatto
Mendocino 43307 Ottobre 2005, 13:07 #10
certo che sarebbe l'ideale per i backup. Però se ci vuole per forza una camera a vuoto spinto la vedo molto male per il mercato consumer!
Il Blue ray la spunterà per forza sullHD-DVD, che è già adesso ai suoi limiti fisici per GB/strato

Per la durata dei supporti, se si prendono quelli di marca anzichè le cataste bulk, di solito non ci sono problemi. I miei primi CD masterizzati nel 1999 non hanno ancora problemi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^