In continuo aumento la vendita di hard disk nel 2006

In continuo aumento la vendita di hard disk nel 2006

Il mercato dei dischi rigidi continua ad essere dominato da Seagate, anche se non mancano alcune sorprese riguardanti sia la concorrenza che i modelli destinati ad invadere il mercato in un futuro ormai prossimo

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 11:45 nel canale Storage
Seagate
 


Stando agli studi condotti da iSuppli, azienda specializzata in indagini di mercato, riportati da Digitimes, le vendite dei dischi rigidi nel 2006 sono aumentate del 15.5% rispetto all'anno precedente. Il numero totale di dischi rigidi venduti nell'anno passato ha superato a quota di 434 milioni di unità, contro i quasi 376 milioni del 2005.

In forte aumento la vendita di unità esterne, che crescono del 37% rispetto al 2005. Le unità vendute nel 2006 sono infatti salite a 2.6 milioni di unità, ovvero oltre il 6% delle vendite totali di dischi. Se si considera che la quasi totalità dei dischi rigidi è venduta come disco di sistema integrato in un PC preassemblato, la cifra appena menzionata assume una valenza molto più significativa.

Hard disk

Come è facile intuire dalla lettura della tabella riportata, su tre dischi venduti uno è marchiato Seagate. Un risultato entusiasmante per Seagate, che detiene inoltre il marchio Maxtor e che quindi vede il proprio market share assestato su un ottimo 36.8% (del totale), se si sommano le rispettive percentuali. Si può notare però come Seagate+Maxtor abbiano di fatto perso punti percentuali rispetto al 2005, pur rimanendo in testa alla classifica di vendite. Al secondo posto si posiziona Western Digital con un valore prossimo al 20%, superato nel corso degli ultimi due trimestri del 2006.

Lo scenario però potrebbe cambiare nel corso del 2007, anno in cui vedremo giungere sul mercato le prime unità ibride, ovvero con un quantitativo di memoria NAND Flash integrata . Verosimilmente in numero limitato, queste unità potrebbero cambiare qualche equilibrio nel panorama hard disk. Samsung, per esempio, potrebbe trarre vantaggio da questo nuovo mercato, in quanto produttrice diretta di chip NAND Flash e verosimilmente in grado di offrire prodotti ad un prezzo inferiore rispetto alla concorrenza.

Un mercato, quello dei dischi rigidi, ben lontano dall'essere saturo: la previsione per il 2007 si assesta su un incremento del 17%, superando quindi quello ottenuto nel corso del 2006. Ad aggiungere inoltre alcune incognite sarà ancora una volta Microsoft Windows Vista, in grado di trarre vantaggio da unità ibride che verranno verosimilmente fornite in dotazione con PC portatili di fascia alta.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor09 Marzo 2007, 12:03 #1
mi sa che assisteremo a un passaggio (parlando di PC desktop di fascia media e alta) a sistemi assemblati con 2 HD: uno ibrido (SO+programmi, relativamente poco capiente) e uno tradizionale, da qualche centinaio di giga.

in questo modo, per ora, si salverebbero capre e cavoli e si avrebbe un discreto boost senza dover vendere un rene su ebay e senza rinunciare allo spazio di archiviazione

tra l'altro, in questo modo, ci sarebbe anche un buon incremento nel numero di unità vendute
The Predator09 Marzo 2007, 12:08 #2
Ciò che mi stupisce della tabella è che la quota di mercato della maxtor sia passata dal 14% al 3,7%,perchè io e tutti quelli che conosco possegono solo hd della maxtor.
Ginopilot09 Marzo 2007, 12:09 #3
E grazie che sono aumentate le vendite di unita' esterne, le hanno svendute a prezzi inferiori al disco interno di pari capacita'.
frankie09 Marzo 2007, 12:33 #4
vero! i 500GB esterni si trovano a meno di 150€
leddlazarus09 Marzo 2007, 12:46 #5
Originariamente inviato da: The Predator
Ciò che mi stupisce della tabella è che la quota di mercato della maxtor sia passata dal 14% al 3,7%,perchè io e tutti quelli che conosco possegono solo hd della maxtor.



maxtor è stat assorbita da SEAGATE.

e poi chissa come mai c'è uno smisurato bisogno di hd. mulo docet
The_Killer09 Marzo 2007, 13:52 #6
le varie case produttrici di HD dovrebbero devolvere parte dei loro ricavati a chi sviluppa emule...
Arshes09 Marzo 2007, 17:06 #7
nn solo il mulo...anche alle case sh produttrici di giochi...oggi per installare un gioco recente servono minimo 4gb se non 6 se non 8...e chi è che ha un gioco soltanto installato nel pc? pochi credo...minimo 4-5...cmq io ho uno stock di hd da 30-40gb e piano piano li sto sostituendo con hd da 250 in su. Fortuna linux che con un hd da 6gb va perfetto completo di prog per fare tutto ^^
songoge09 Marzo 2007, 20:30 #8
Ho da poco comprato un HD esterno da 500Gb che si va ad aggiugere a 2 interni 1 da 250Gb e 1 da 160Gb. Totale 910Gb. E pensare che il mio primo Pc aveva 400Mb :-)
supermarchino09 Marzo 2007, 22:11 #9
Originariamente inviato da: The Predator
Ciò che mi stupisce della tabella è che la quota di mercato della maxtor sia passata dal 14% al 3,7%,perchè io e tutti quelli che conosco possegono solo hd della maxtor.


Quel calo a seguito dell'incorporazione di Maxtor in Seagate è solo un bene...
Però i numeri comparati coi listini di un anno fa mi danno da pensare che tutti i Maxtor li appioppassero a noi italiani...
MiKeLezZ10 Marzo 2007, 01:13 #10
me so comprato l'hd nuovo giusto oggi.....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^