IBM Hard Drive Active Protection System

IBM Hard Drive Active Protection System

IBM propone una soluzione hardware/software per la salvaguardia dei dati e dell'integrità dei dischi dei propri notebook, a vantaggio sia del cliente che dei propri interessi

di pubblicata il , alle 14:48 nel canale Storage
IBM
 

 

L'abbassamento dei prezzi avvenuto negli ultimi anni ha senza dubbio contribuito alla grande diffusione di PC portatili. Uno dei problemi attuali però che i grandi produttori (IBM, HP/Compaq e Dell su tutti) devono affrontare è dovuto ai servizi aftermarket, che influiscono non poco nelle spese che tali aziende devono preventivare.

Il famigerato RMA, il modulo di rientro di merce difettosa o danneggiata, è un costo che influisce in maniera importante, tanto che negli ultimi tempi la garanzia di molti prodotti è stata ridotta.

IBM muove un primo importante passo per aumentare l'affidabilità dei propri notebook, adottando un sistema di protezione degli hard disk in caso di caduta o urto. Il danneggiamento anche lieve degli hard disk è una delle cause principali dei rientri della merce. IBM pensa così di ridimensionare le spese (che poi indirettamente ma inevitabilmente ritornano all'utente finale) al fine di offrire i propri prodotti a prezzi più concorrenziali.

Vediamo in breve di cosa si tratta.

Alcune serie di notebook IBM ThinkPad, per la precisione sui modelli R50 e T41, adotteranno il sistema Hard Drive Active Protection System (HDAPS), ovvero un sistema di protezione hardware/software che permette di mettere in parking le testine dei dischi rigidi in alcune situazioni potenzialmente pericolose. Tale sistema si colloca all'interno di un progetto definito Active Protection System che prevede backup di dati, controllo del sistema e diverse soluzioni mirate alla salvagardia sia dei dati che dell'hardware vero e proprio. Già, ma come fa il PC a decidere quando intervenire?

Un apposito chip sulla scheda madre, che IBM chiama "Accelerometer", tiene costantemente sotto controllo i movimenti del PC ed è in grado di riconoscere (secondo IBM) un movimento normale da uno anomalo e potenzialmente pericoloso. In caso di caduta per esempio l'accelerazione anomala del notebook farà attivare il sistema di protezione che, complice un software dedicato, metterà in parking le testine del disco scongiurando una buona parte dei danni possibili.

Sempre stando a IBM il sistema è programmato per riconoscere il movimento potenzialmente nocivo con ottima approssimazione, essendo in grado di riconoscere vibrazioni o saltellamenti ripetuti come può succedere a bordo di un treno, un'automobile o in aereo.

 

Il software permette di controllare il funzionamento del chip con un tool che visualizza la posizione del notebook nello spazio, oltre a rendere possibile l'intervento sui vari settaggi e livelli di protezione.

A nostro parere questo è un primo sostanziale impegno per garantire un'affidabilità sempre maggiore dei notebook e che sicuramente porterà più di un nuovo cliente a IBM; ricordiamo però che è prevenire è sempre meglio che curare, quindi è sempre buona cosa prestare molta attenzione alle proprie cose, soprattutto quando sono fragili e costose come un PC portatile.

Approfondimenti: IBM

 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

42 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Matt8608 Ottobre 2003, 14:54 #1
Veramente interessante come cosa, complimenti ad IBM
dr-omega08 Ottobre 2003, 14:59 #2

Fooorte!!! Ficoooo!!!

Se sto precipitando con l'aereo, il portatile mi dice come è inclinato l'aereo e inoltre mette in parking le testine.Geniale! :P
Zac 8908 Ottobre 2003, 15:01 #3

Re: Fooorte!!! Ficoooo!!!

Originariamente inviato da dr-omega
Se sto precipitando con l'aereo, il portatile mi dice come è inclinato l'aereo e inoltre mette in parking le testine.Geniale! :P

LL!!!
cmq IMHO se funzionerà sarà molto utile...
Muppolo08 Ottobre 2003, 15:06 #4

Mah...

Speriamo che il tutto non funzioni come i dischi fissi IBM Deskstar 60GPX. Se ne sono rotti un sacco...
...DA FERMI!
megabit08 Ottobre 2003, 15:06 #5
sembra una buona idea, sperando che funzioni a dovere
il conte08 Ottobre 2003, 15:07 #6

Non ho capito:

in treno, per esempio, le testine rimarrebbero parcheggiate, impedendo l'uso dell'HD e quindi del PC?
AndreKap08 Ottobre 2003, 15:16 #7
Infatti, 'sta cosa del treno non è chiara.....
Max_it08 Ottobre 2003, 15:18 #8
Anch'io ho rotto un 60GXP, sto aspettando il ricambio da giugno, per fortuna il rivenditore di fiducia mi ha prestato un maxtor.....
cristianox08 Ottobre 2003, 15:19 #9
penso misuri i cambiamenti repentini di velocità del notebook, magari in aereo quando parti (con l'accelerazione) si ferma, poi in volo ti fa lavorare...
guest08 Ottobre 2003, 15:30 #10

scusate ma...

In aereo non è vietato utilizzare qualsivoglia apparecchiatura elettronica?

Mi fa comunque piacere vedere che un'azienda italiana riesce ancora a farsi sentire

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^