Drobo 5C è il NAS a 5 hard disk collegato via USB

Drobo 5C è il NAS a 5 hard disk collegato via USB

Con il modello 5C Drobo si rivolge agli utenti che ricercano una soluzione di storage ad elevata capacità, facile da configurare e che via connessione USB 3.0 possa venir facilmente collegata ad ogni PC

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 17:01 nel canale Storage
Drobo
 

Nelle scorse settimane, con questo articolo, abbiamo avuto occasione di analizzare il NAS Drobo 5N. Si tratta di un modello particolare, caratterizzato dalla presenza di 5 slot per hard disk da 3,5 pollici incentrato sull'utilizzo della tecnologia BeyondRaid che permette di abbinare hard disk di capacità differente sfruttandone al meglio la capacità complessiva a disposizione.

BeyondRaid opera secondo una logica che è quella tipica delle configurazioni Raid con ridondanza, offrendo quindi una protezione dei dati nel momento in cui un hard disk dovesse evidenziare un malfunzionamento di qualche natura. Tra le peculiarità di questa tecnologia la possibilità di inserire e rimuovere gli hard disk a NAS acceso, oltre al mischiare dispositivi che differiscano sia per capacità sia per tipologia (SATA oppure SAS, ad esempio).

Per scelta del produttore le soluzioni Drobo non vogliono essere posizionate sul mercato quale diretta alternativa a soluzioni NAS con pari capacità in termini di numero di slot per hard disk. Il target di riferimento è quello degli utenti che ricercano una soluzione di storage esterna che abbini elevata capienza ad una facilità di configurazione e di utilizzo; da questo l'integrazione di una interfaccia utente, indicata con il nome di Drobo Dashboard, che è installata sul PC e non accessibile via browser come per i restanti NAS in commercio.

drobo_5c_3.jpg (64886 bytes)

Anche dal punto di vista esterno le informazioni che vengono fornite dalle unità Drobo puntano proprio a semplificarne al massimo l'utilizzo: troviamo quindi dei led abbinati ad ogni hard disk il cui colore fornisce le seguenti indicazioni:

  • verde: funzionamento corretto
  • giallo: l'hard disk necessita di venir sostituito a breve
  • verde e giallo lampeggianti: questo hard disk non deve essere rimosso
  • rosso: hard disk che deve essere sostituito per espandere la capacità
  • rosso lampeggiante: hard disk rotto, da sostituire immediatamente

Il punto di forza delle proposte Drobo è la loro elevata flessibilità di configurazione, elemento che è cuore della tecnologia BeyondRaid: abilitare la configurazione di soluzioni di storage che mischino hard disk di differente capienza oltre che provenienti da aziende diverse è una caratteristica che non si ritrova in altri NAS basati sulle tradizionali modalità Raid. Con impostazioni di default una unità Drobo è protetta dal malfunzionamento completo di un singolo hard disk, in modo molto simile a quanto accade con la modalità Raid 5 in un NAS tradizionale. E' possibile da interfaccia di amministrazione abilitare un doppio livello di protezione, corrispondente quindi a quello Raid 6 in un NAS tradizionale, a costo di una riduzione dello spazio di archiviazione complessivamente a disposizione

drobo_5c_dashboard_1.jpg (71129 bytes)

Abbiamo avuto in test in redazione il modello Drobo 5C, soluzione presentata dall'azienda lo scorso mese di ottobre e caratterizzata dalle stesse caratteristiche tecniche del modello Drobo 5N provato in precedenza, pur se con alcune importanti differenze. La prima riguarda l'interfaccia di collegamento, che non è più quella ethernet ma USB Type-C; la seconda è l'assenza dell'opzione per installare un SSD M.2 che operi quale cache per i dati così da velocizzarne l'accesso.

La scelta di una interfaccia USB rende questo prodotto facilmente collegabile a qualsiasi PC: in dotazione viene fornito un cavo da USB 3.0 a USB Type-C così da permettere di interfacciarsi con pressoché qualsiasi tipo di PC desktop o notebook presente in commercio, sfruttando al meglio la velocità di trasmissione dell'interfaccia USB 3.0. La scelta di dotare questo dispositivo della sola interfaccia USB ne permette però l'utilizzo con un singolo dispositivo alla volta: Drobo 5C è quindi pensato per quegli utenti che hanno esigenze di archiviazione e sicurezza dei dati legate ad un singolo PC, come ad esempio ad una workstation per l'editing video, e preferiscono un collegamento diretto ad alta velocità con il NAS così da poterne sfruttare lo spazio di storage non solo per l'archiviazione dei dati di lavoro ma anche per il loro utilizzo diretto.

drobo_5c_2.jpg (153010 bytes)
USB Type-C, pulsante accensione e connettore alimentatore

Drobo offre quale alternativa anche il modello Drobo 5D, che integra interfaccia USB 3.0 affiancata da due porte Thunderbolt con le quali poter collegare più dispositivi Thunderbolt in cascata (ma solo con sistema operativo Mac OS X). In questo caso è possibile integrare un SSD in formato M.2, accessibile da un pannello posizionato nella parte inferiore dell'unità, che si affianca agli hard disk inseriti nel NAS quale unità di cache per i dati.

Nel corso dei nostri testabbiamo nuovamente apprezzato la facilità di configurazione delle unità Drobo anche con il modello 5C: è stato sufficiente scaricare il software Drobo Dashboard, installarlo nel nostro PC, inserire 5 hard disk da 2 Terabyte ciascuno e configurare l'unità da applicazione affinché pochi minuti dopo l'unità potesse essere avviata. E' questo il punto di forza delle soluzioni Drobo, cioè la facilità di installazione che è accessibile anche a chi non ha pregresse esperienze con le soluzioni NAS e vuole unicamente avere accesso ad una soluzione di storage con la quale salvare e rendere sicuri i propri dati personali.

L'utente tipo, viene da pensare, per un prodotto come Drobo 5C è colui che sino ad oggi ha operato una strategia di backup dei dati basata sull'utilizzo di uno o più hard disk esterni via interfaccia USB: difficile che tutti i dati siano in questo modo sempre aggiornati, e a prescindere il rischio di danneggiamento irrimediabile dei dati viene trasferito dallo storage integrato al nostro PC ad uno esterno che non è provvisto per sua natura di una qualche forma di ridondanza automatizzata.

drobo_5c_1.jpg (93381 bytes)

La velocità di trasferimento dei dati è prossima ai 200 Mbytes al secondo: abbiamo misurato poco più di 13 secondi nella copia da PC a Drobo di un file da 2,3 Gbytes di capacità. L'operazione inversa ha richiesto circa 11 secondi, per una velocità di scrittura sull'SSD del notebook pari a 223 Mbytes al secondo. Si tratta di dati non accessibili con una interfaccia di rete Gigabit come quella del modello Drobo 5N, e che evidenziano come Drobo 5C sia più adatto a chi necessita di elevata velocità di accesso ai dati e per questo è disposto a rinunciare all'accesso condiviso e contemporaneo da parte di tutte le periferiche installate all'interno della rete locale.

Drobo 5C viene venduto ad un prezzo di listino ufficiale di 429,00€ IVA inclusa, in promozione in questo periodo a 399,00€; il modello Drobo 5N dotato di interfaccia ethernet è venduto a 669,00€ come listino ufficiale e a 449,00€ in promozione, mentre per Drobo 5D il prezzo di listino è di 849,00€ che passa a 599,00€ in promozione. Si tratta di cifre allineate a quelle di soluzioni NAS in grado di ospitare al proprio interno sino ad un massimo di 5 hard disk da 3 pollici e mezzo, offrendo quindi la possibilità di configurare storage anche molto capienti. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito del produttore, accessibile a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
s-y22 Dicembre 2016, 17:08 #1
prodotto un po' borderline...
demon7722 Dicembre 2016, 17:14 #2
Non capisco il senso di una scelta del genere..
Una sola porta USB (ok, velocissima) per un NAS così grosso.

Non mi viene in mente uno scenario di impiego sensato per questo oggetto.
Oltretutto Drobo usa un sistema di genstione dei dischi non standard come gli altri NAS che si basano per lo più su ext4 e relativi sistemi raid..
quindi in caso di emergenza non hai modo di mettere mano ai dischi manco a volerlo..

No.
Molto ma molto meglio un bel Synology.
Ne sto usando da un paio di mesi uno piccino (mono disco) per l'ufficio devo dire che è davvero bello.
deggial22 Dicembre 2016, 17:17 #3
unico utilizzo per cui lo trovo (quasi) utile, è come backup giornaliero dei dati, attaccato in usb a un server.
Cfranco22 Dicembre 2016, 17:59 #4
Il prezzo mi sembra folle per un box usb
Le alternative costano la metà, cosa offre questo più di un Fantec o un Orico a parte il fatto che quando si rompe non riesco a recuperare i dati ?
~efrem~22 Dicembre 2016, 18:01 #5
Se si volesse essere rigorosi, non si può definire una NAS.
Penso che manchi una qualche nuova categoria a cui ascriverlo.
giuliop22 Dicembre 2016, 18:08 #6
Drobo 5C è il NAS


Peccato che [U]non[/U] sia un[a] NAS (= Network Attached Storage), visto che non ha la porta di rete.
volmar8722 Dicembre 2016, 18:27 #7
Secondo me è un CAS (cable attached storage).
Tasslehoff22 Dicembre 2016, 18:45 #8
Originariamente inviato da: giuliop
Peccato che [U]non[/U] sia un[a] NAS (= Network Attached Storage), visto che non ha la porta di rete.

Originariamente inviato da: volmar87
Secondo me è un CAS (cable attached storage).
Esattamente, questo prodotto non c'entra assolutamente nulla con un NAS e il produttore infatti ha accuratamente evitato di usare questo acronimo sulla scheda prodotto.
Tecnicamente si tratta di DAS, direct attached storage.

Cmq per quanto mi riguarda questo genere di oggetti sono assolutamente da evitare, l'interfaccia usb è inaffidabile per definizione, e a prescindere dal mezzo fisico o dal connettore, il fatto stesso che non utilizzi alcun filesystem di rete non da alcuna garanzia sulla consistenza dei dati trasferiti.
Dumah Brazorf22 Dicembre 2016, 18:45 #9
Un box usb da 5dischi... perfetto per la clientela della mela.
Edgar8322 Dicembre 2016, 22:59 #10
Originariamente inviato da: giuliop
Peccato che [U]non[/U] sia un[a] NAS (= Network Attached Storage), visto che non ha la porta di rete.


Ho subito pensato la stessa cosa!

Articolo scritto male, a partire dal titolo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^