Dischi da 2,5 pollici da 100GB da Fujitsu

Dischi da 2,5 pollici da 100GB da Fujitsu

Fujitsu rilascia sul mercato un nuovo disco da 100GB destinato al mercato notebook, ma non solo

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 16:52 nel canale Storage
Fujitsu
 

Fujitsu rilascia un nuovo disco da 2,5" da 100GB, 8MB di cache e 4200 giri al minuto di rotazione, contraddistinto dalla sigla MHU2100AT. Come è consuetudine del settore, la tendenza delle nuove generazioni prevede in primo luogo l'aumento della capienza; in ambito notebook questa riveste ormai un'importanza basilare, poiché molti utenti hanno deciso di rimpiazzare il proprio PC desktop con un molto più comodo e meno ingombrante portatile.

Uno dei punti deboli di queste soluzioni però risiede proprio nella capienza fornita dai dischi di dimensioni ridotte, tralasciando il discorso prestazionale. Sapere dunque che anche Fujitsu, insieme a Seagate e Hitachi, produrrà in volumi dischi da 2,5" da 100GB fa ben sperare per il futuro. Certo, rimane il problema dei 4200 giri al minuto, che però è sicuramente figlio del compromesso consumo-prestazioni con il quale ogni periferica da notebook deve fare i conti.

Fonte: VR-Zone

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dins15 Giugno 2004, 16:56 #1
ma veramente seagate ha annunciato una unità 7200rpm 100gb....
il nuovo momentus....




ceto costera' il doppio.....
snarchio15 Giugno 2004, 17:20 #2
dovrebbero implementare un sistema tipo come per i processori
Se sono a batteria vado a 4200, se da rete a 7200
SaettaC15 Giugno 2004, 18:16 #3
Condivido completamente quello che dice snarchio. In fin dei conti, quanti hanno bisogno della PIENA potenza di un portatile moderno quando non hanno a disposizione la corrente di rete?
L'unico problema è che non so se sia tecnicamente realizzabile, ma non mi pare ci possano essere grossi problemi...

OT. Altro metodo per limitare i consumi potrebbe essere quello di non prendere monitor più di 15" (se interessa l'autonomia, ovviamente), considerando anche che il monitor di un notebook si guarda molto più da vicino che quello di un desktop (quindi un 15" notebook ci sembra più grande di un 15" desktop)...
astrea15 Giugno 2004, 18:26 #4
e solo che i produttori sono furbi e cercano di smerciare la merce vecchia sui portatili, altrimenti non si spiegherebbero certe dotazioni di serie , sui portatili di oggi...
Opteranium15 Giugno 2004, 19:33 #5
<<Se sono a batteria vado a 4200, se da rete a 7200>>

mmmh, mi sa che sia un po' complicato... le testine sono tenute in sospensione dalla rotazione degli HD, giusto? quindi, se si aumenta o diminuisce la velocità, credo che succeda 1 casino..

e poi ci avrebbero già pensato, no?
sinadex15 Giugno 2004, 21:21 #6
sarà comodo per fare montaggio video (e non solo) coi portatili
LASCO15 Giugno 2004, 21:41 #7
Più che per smaltire le scorte a me sembra, visto che continuano a produrne sia di vecchi che di nuovi di questi modelli a 4200rpm, che queste unità siano fortemente richieste dai produttori di notebook perché il consumatore medio, la maggior parte, non s'immagina neppure lontanamente di porsi la questione della velocità di rotazione dell'HD, ma guarderà con bramosia la cpu, il monitor, il peso, l'unità ottica. E allora al risparmio che fanno con questo componente non ci vogliono proprio rinunciare. Chiaramente su alcuni modelli molto prestanti si possono trovare i 5400rpm, o anche i 7200rpm.

E poi la questione della differenza sui consumi tra un 4200rpm, un 5400rpm ed un 7200rpm a me ancora non convince. Che qualcuno mi contraddica, dati alla mano.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^