CD protections

CD protections

Tom's Hardware pubblica una recensione molto interessante riguardante i sistemi di protezione CD.

di pubblicata il , alle 17:41 nel canale Storage
 
Tom's Hardware ha pubblicato un articolo con l'obiettivo di individuare le problematiche legate alla creazione di copie di backup di CD protetti.

Quattro i masterizzatori interessati, decisamente diversi fra loro per caratteristiche tecniche. Troviamo infatti l'Asus CRW-1610A, Lite-On LTR-24102B, Plextor PX-W2410A e Philips DVDRW208, quest'utlimo un masterizzatore CD e DVD.
L'articolo prende in considerazione gli aspetti tecnici del problema, con prove pratiche di backup di CD protetti da ben 4 tipi di protezione:

Disc 1 - Safedisc 2 - Game
Disc 2 - Safedisc 2.51 - Game
Disc 3 - TAGES - Game
Disc 4 - Cactus Data Shield - Audio CD


Dischi


Citiamo un pezzo interessante dell'articolo:

Much of a drive's success, or lack thereof, in making back ups of copy-protected discs can be traced to the drive's ability to correctly handle the RAW-DAO 96 'write' mode. RAW-DAO 96 = 2352 bytes RAW Data + 96 Bytes P-W Subchannel Data is the best write mode for most programs that are used to make back ups. It allows writing of all subchannel information, including Digital Signatures, CD-Text, ISRC, Catalog Numbers, CD+G, CD+Midi, Gaps, Indices and Crazy TOCs. However, this is only part of the equation.

To make back ups of many CDs, the writer you choose will have to be able to write regular bit patterns, which means the writer has to produce the same patterns. It uses a so-called 'EFM Encoder' for this. Regular bit patterns go through the EFM Encoder and are converted to a smaller value by converting bits to bytes (8 bit = 1 byte) in a pre-determined way. Protection schemes such as Safedisc 2 operate by trying to overload the EFM Encoder of the writer using ten sector groups, which causes the CDRW drive to lose synch and write the wrong (irregular) bit patterns.


Nel passo citato viene spiegato in breve come sia importante la possibilità di poter utilizzare la modalità di scrittura RAW DAO 96 al fine di poter creare copie di backup di CD protetti, in quanto permette di ricreare esattamente la sequenza giusta di dati sul disco, condizione che invece non verrebbe a crearsi in caso di copia "tradizionale", appunto a causa dela presenza di sistemi di protezione.

I risultati sono a favore di Asus e LiteOn, in grado di "clonare" tre dei quattro dischi protetti, fatta eccezione per il disco protetto con TAGES. Deludenti, secondo Tom, Plextor e Philips.

Il software utilizzato nella prova è il celebre Clony XXL.

SD


L'articolo è consultabile a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

32 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
zago18 Giugno 2002, 17:56 #1
da quello che ho saputo leggendo varie recensioni i lite-on e i plextor hanno la stessa meccanica con a favore del secondo un buffer di capacità superiore il che giustifica anche un prezzo maggiore del plextor.
FabioD7718 Giugno 2002, 18:01 #2
Allora c'è qualcuno che mi dice come va in copia il LiteOn? Copia di tutto, spero... visto che lo prendo fra 10 giorni.
Un commento: è illegale copiare software, ma è anche illegare NON fornire la possibilità di avere una copia di riserva!!!!
Perchè devo andare a mare e lasciare in macchina un cd del costo di 20€ e più col rischio che me lo rubino?
waltex18 Giugno 2002, 18:04 #3
io ho il liteon 32x,e copia di tutto.
a mio parere è anche meglio del plextor, dubito però che hanno la stessa meccanica
piefab18 Giugno 2002, 18:21 #4
mai sentito parlare di BlindWrite?
Io ho un memorex 40x12x48x e ancora non ho sbagliato un cd...
Emotionengine18 Giugno 2002, 18:25 #5
I plextor non li si pagano di piu perche vanno di piu ma semplicemente perche sono costruiti con piu cura e usano materiali e componenti decisamente migliori. e la differenza di questo fatto la si vede ad occhio nudo tra lite-on e plextor. in quanto al buffer rimane l'unico aspetto prestazionale.
Poi non so se è vero ma secondo me il plextor mi da parecchia piu affidabilità poi se una vuole spendere un po' meno i lite-on come abbiamo visto funziano piu che egregiamente.
ciaooo
kaj200118 Giugno 2002, 18:50 #6
Ragazzi ma se io il Liteon me lo sn preso xkè avevo sentito ke copiava tutto..!Beh cmq dopo tre mesi ke ce l'ho posso dire un cosa:assolutamente perfetto!
Fidatevi, anke se l'estetica nn è delle migliori
metrino18 Giugno 2002, 18:51 #7
Credo nessuno metta in dubbio la qualità dei materiali Plextor. Inoltre, se ti si guasta e sei ancora in garanzia, ti spediscono il nuovo masterizzatore in una settimana!
Il fatto che non riesca a copiare un CD protetto con SafeDisk v2.51 non c'entra con la qualità :>

(Con CloneCD 4 e un LG 32x si fanno copie di CD protetti con SafeDisk v2.51 e Securom new!!!)
metrino18 Giugno 2002, 18:58 #8
Originariamente inviato da kaj2001
[B]Ragazzi ma se io il Liteon me lo sn preso xkè avevo sentito ke copiava tutto..!Beh cmq dopo tre mesi ke ce l'ho posso dire un cosa:assolutamente perfetto!
Fidatevi, anke se l'estetica nn è delle migliori


Anche l'estetica c'entra poco: i Philips hanno sempre un'estetica accattivante, ma non mi piacciono perché alla fine hanno una qualità nella media e non copiano tutto come LiteOn
Avevo un Waitec, meccanica Philips, 4x4x24x: s'è fuso dopo appena 2 anni
Gioman18 Giugno 2002, 19:20 #9
Io ho un teac 24x ed i cd con protezione safedisk 2 duplicati funzionano nei comuni lettori cd ma non nei masterizzatori
csteo18 Giugno 2002, 19:42 #10
Ti sara andata male col waitec ,a parte che a quei tempi non erano un granche
Comunque col philips io ho copiato tutto ,comunque ripeto la domanda fatta da un altro member:

Mai sentito parlare di blindwrite
Certo che se uno si pianta su un software solo.....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^