Voodoo 5 6000 fai da te, un appassionato ricrea la leggendaria scheda 3dfx

Voodoo 5 6000 fai da te, un appassionato ricrea la leggendaria scheda 3dfx

Un appassionato ha ricreato una 3dfx Voodoo 5 6000 da zero, acquistando i pezzi necessari e dandole vita in una forma ammodernata, senza però eliminare i difetti di un prodotto mai arrivato sul mercato.

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Schede Video
 

Se siete appassionati di hardware e videogiocatori, ma ormai siete diversamente giovani, vi ricorderete sicuramente 3dfx - e non perché qualcuno l'ha recentemente realizzata con i LEGO. 3dfx ha rappresentato per lungo tempo, nei gloriosi anni '90, il riferimento per il settore delle schede video con le soluzioni Voodoo, le API Glide e persino la tecnologia SLI.

Progetti e scelte sbagliate, unitamente alla crescente concorrenza di aziende come Nvidia e ATI (ora AMD), ne decretarono il declino e all'inizio del nuovo millennio 3dfx andò in bancarotta. Nvidia ne acquisì gran parte delle proprietà intellettuali. Negli ultimi scampoli di attività gli ingegneri di 3dfx lavorarono ad alcuni progetti, tra cui la Voodoo 5 6000, una scheda che ufficialmente non è mai arrivata sul mercato, anche per alcuni problemi di natura tecnica (con l'interfaccia AGP e nel rendering). Si dice ne siano stati prodotti un migliaio di prototipi.

La scheda si presentava con 4 GPU, 128 MB di VRAM e alimentazione esterna al PC, il che la rendeva una scheda molto potente per l'epoca - come dimostrarono test successivi sui prototipi - ma probabilmente anche molto costosa, e quindi non congeniale a salvare 3dfx dal suo destino infausto. Nel corso degli anni diversi prototipi sono stati venduti sui siti di aste, ma c'è chi ha pensato costruirsela da zero. Sì, avete letto bene, come riportato da Hothardware, un appassionato di nome "Anthony" del forum russo Mod Labs ha ricreato in proprio la Voodoo 5 6000.

Questo pazzo (ma senza dubbio ammirevole) appassionato ha per prima cosa acquistato le quattro GPU VSA-100 (Voodoo Scalable Architecture-100): in giro si trovano ancora, e una costa meno di 20 dollari. Pensate che si tratta di un chip da 112 mm2, realizzato a 250 nanometri e con 14 milioni di transistor (preistoria!). Il passo successivo nell'opera di "reverse engineering", ossia di ingegneria inversa, è stato quello di creare un PCB (di un nero certamente più accattivante rispetto al verde originario) su cui ha posto 16 chip di memoria SDRAM da 8MB e 166MHz (ogni GPU è collegata a 32MB di memoria). L'unica differenza rispetto al progetto originale è che la scheda non richiede un'alimentazione esterna, ma si affida a un molex a 4 pin.

Secondo Anthony la "nuova Voodoo 5 6000" si comporta esattamente come quella originale. "Le prestazioni sono le stesse. Stesso BIOS, driver, bug. E cosa molto importante, nessuna Voodoo 5 6000 è stata maltrattata o uccisa durante il processo di reverse engineering". Che dire se non complimenti?

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jepessen19 Febbraio 2021, 08:28 #1
Considerato lo shortage attuale magari qualcuna la vende...
puppatroccolo19 Febbraio 2021, 08:30 #2
Tra poco bisognerà farsele da se' le schede video in casa, almeno finché tutti i miners non muoiono di colite fulminante.
predator8719 Febbraio 2021, 09:07 #3
Sembra realizzata veramente bene. Gran lavoro.
MALEFX19 Febbraio 2021, 09:25 #4

Ecceziunale veramente

Da ammirare. Tantissime ore di lavoro sicuramente, ma resa finale eccezionale
AlexSwitch19 Febbraio 2021, 09:37 #5
Chissà per farci cosa... magari chiuderla in una vetrina in esposizione...

Già quando venne presentato da 3Dfx il VSA 100 era una GPU " vecchia " rispetto alla nuova generazione GeForce di nVidia ( che vantava già l'accelerazione in hardware del T&L ), meno efficiente, limitandosi a correggere le pecche storiche delle Voodoo.
Inoltre la tecnologia VSA, con le Voodoo 5500 ( due GPU ), dimostrò di essere altamente dispendiosa per consumi energetici e più costosa rispetto alla concorrenza.
L'imbarazzante uscita di scena di 3Dfx....
mattia.l19 Febbraio 2021, 09:39 #6
Il marchio è di proprietà di Nvidia, potrebbe beccarsi una bella denuncia
emanuele8319 Febbraio 2021, 10:09 #7
Originariamente inviato da: mattia.l
Il marchio è di proprietà di Nvidia, potrebbe beccarsi una bella denuncia


mica la vende
cerbert19 Febbraio 2021, 10:12 #8
Originariamente inviato da: mattia.l
Il marchio è di proprietà di Nvidia, potrebbe beccarsi una bella denuncia


Non ne vedo gli estremi: non la vende, non si è appropriato illegalmente nè dei componenti nè di eventuale documentazione coperta da segreto industriale.

Tecnicamente non ha neanche apposto il marchio sui componenti creati da lui (cosa che, peraltro, nessuno potrebbe impedirgli fino a che, appunto, non lo vende o non lo dichiara sua proprietà intellettuale).
Max_R19 Febbraio 2021, 10:30 #9
Originariamente inviato da: AlexSwitch
Chissà per farci cosa... magari chiuderla in una vetrina in esposizione...

Già quando venne presentato da 3Dfx il VSA 100 era una GPU " vecchia " rispetto alla nuova generazione GeForce di nVidia ( che vantava già l'accelerazione in hardware del T&L ), meno efficiente, limitandosi a correggere le pecche storiche delle Voodoo.
Inoltre la tecnologia VSA, con le Voodoo 5500 ( due GPU ), dimostrò di essere altamente dispendiosa per consumi energetici e più costosa rispetto alla concorrenza.
L'imbarazzante uscita di scena di 3Dfx....


E' chiaramente un esercizio di stile
Comunque io ancora ci gioco
wolverine19 Febbraio 2021, 10:38 #10
Che bella!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^