ATI Radeon 9700

ATI Radeon 9700

La prima scheda DirectX 9 è stata presentata ufficialmente, con numeri a dir poco impressionanti

di pubblicata il , alle 11:57 nel canale Schede Video
ATIRadeonAMD
 
Nella giornata di oggi ATI introduce ufficialmente la nuova gamma entry level di schede Radeon, i modelli Radeon 9000 e Radeon 9000 PRO, che nelle prossime settimane saranno già disponibili sugli scaffali dei principali negozi.

L'annuncio più rivoluzionario è però quello della scheda Radeon 9700, nuovo prodotto di vertice basato sul chip noto con il nome in codice di R300. Questa scheda è il primo prodotto compatibile, via hardware, con le DirectX 9 di Microsoft, nuova generazione di API attesa per la pubblica distribuzione a partire dal prossmo autunno.

Qui di seguito sono riportate le principali caratteristiche tecniche del chip R300:

- processo produttivo a 0.15 micron;
- 107 milioni di transistor;
- supporto AGP 8x;
- bus memoria a 256bit;
- 128 Mbytes di memoria video DDR;
- 8 pixel pipeline;
- 4 unità di calcolo vertex shader;
- 1 texture unit per ogni pipeline;
- possibilità di effettuare sino a 16 texture per pass;
- supporto a memorie DDR e DDR-II;
- frequenze di lavoro di chip e memoria video non sono state ancora ufficialmente comunicate in quanto ATI deciderà nelle prossime settimane i valori possibili, anche in funzione della resa produttiva. I test pubblicati qui di seguito sono stati effettuati con una scheda con frequenze di 325 Mhz per il chip video e 620 Mhz per la memoria DDR.

fcbgachip.jpg


Particolare del chip R300 una volta rimosso il dissipatore di calore; il package è di tipo Flip-Chip (FCBGA), così da permetter eun miglior rafreddamento complessivo del chip. Si tratta di una scelta pressoché obbligata alla luce sia dell'elevata frequenza di clock (si vocifera al momento di 325 Mhz), sia della notevole complessità del chip (107 milioni di transistor). Fonte: anandtech.com.

memorycontroller.gif


Una delle particolarità del chip R300 è quella di utilizzare, al pari del chip Matrox Parhelia, un memory controller a 256bit, ottenuto con l'accoppiamento di 4 bus memoria a 64bit ciascuno. Lo schema di funzionamento qui sopra riportato è estremamente esplicativo.



radeon_9700.jpg
Fonte: anantech.com


La scheda Radeon 9700 ha dimensioni complessive non molto elevate; balza immediatamente all'occhio il grande dissipatore di calore integrato sulla GPU. Da segnalare, inoltre, come sia stato montato sulla scheda un connettore di alimentazione supplementare, identico a quello dei floppy drive, che alimenta direttamente la scheda.

La scelta di integrare un connettore ausiliario è legata alla necessità di garantire piena stabilità operativa: alla luce della notevole complessità costruttiva del chip, la scheda Radeon 9700 richiede una notevole quantità di corrente per operare stabilmente. ATI, nel corso dei propri test interni, ha verificato che la maggioranza delle schede madri, in abbinamento ai più noti alimentatori ATX, non sono in grado di garantire una corrente di alimentazione stabile alla scheda video e questo potrebbe portare a instabilità operative.
Per ovviare al problema l'unica scelta indicata era quella di alimentare direttamente la scheda video dall'alimentatore ATX, utilizzando un connettore esterno e bypassando la scheda madre. Sono stati pubblicati alcuni risultati prestazionali del nuovo chip ATI, anche se al momento non è possibile pubblicare valori assoluti ma solo relativi. Questa scelta di ATI viene giustificata dal fatto che la scheda non è ancora nel proprio status finale, oltre che dalla natura beta dei driver utilizzati. Ciò nonostante le pretazioni velocistiche generate sono impressionanti se confrontate conquelle, già elevatissime, della scheda nVidia GeForce 4 Ti 4600.

ss_1600_r300.gif
Fonte: anantech.com


Il gioco Serious Sam 2 mostra un margine di vantaggio, alla risoluzione di 1600x1200, strabiliante per la scheda ATI Radeon 9700: in termini percentuali i frames sono il 50% superiori a quelli della scheda nVidia GeForce 4 Ti4600.

q3_1600_r300.gif
Fonte: anantech.com


Con il benchmark Quake 3 Arena, alla risoluzione di 1600x1200, la scheda ATI guadagna un margine di vantaggio decisamente netto, con frames che sono quasi il 40% superiori al valore già di per se estremamente elevato della scheda GeForce 4 Ti4600.

ut_aa_1600_r300.gif
Fonte: anantech.com


Impressionante il margine di vantaggio della scheda Radeon 9700 abilitando il Full Screen Anti Aliasing 4x alla risoluzione di 1600x1200: è in questa situazione di gioco estrema che il chip R300 mostra tutto il prorpio vantaggio prestazionale, con frames che sono 2,5 volte superiori a quelli della scheda nVidia GeForce 4 Ti4600.

Già sono disponibili informazioni su quelli che saranno le prossime schede video, tutte basate su chip R300, che ATI immetterà in commercio entro la fine dell'anno. La scheda Radeon 9500 sarà uan versione leggermente depotenziata della scheda Radeon 9700, pensata per poter contenere il costo d'acquisto nella soglia tra i 200 dollari e i 300 dollari, in modo molto simile a quanto fatto da nVidia con la scheda GeForce 4 Ti4400 rispetto al modello GeForce 4 Ti4600.
Il secondo prodotto atteso sul mercato è la versione All In Wonder della scheda Radoen 9700, che dovrebbe integrare supporto hardware alla codifica MPEG-2 con in più tutte le features già integrate nel chip R300.

nVidia introdurrà ottimisticamente il chip NV30 alla fine dell'anno: sulla carta questa soluzione sarà più performante della scheda Radeon 9700 in quanto il processo produttivo a 0.13 micron utilizato per il chip permetterà di ottenere frequenze di clock più elevate. A parità di set di istruzioni, per via del supporto alle API DirectX 9, si capisce che la soluzione nVidia potrà disporre di un ulteriore margine prestaziuonale, anche se la sua portata è al momento ignota. Resta comunque da verificare la capacità di NVidia di consegnare in tempo il chip NV30, per poter sfruttare la stagione di vendite di natale.

ATi, a questo punto, è attesa con una nuova versione di chip R300 basata su processo produttivo a 0.13 micron ma, realisticamente, questo non avverrà prima dell'inizio del prossimo anno. E' prevedibile che la versione a 0.13 micron del chip R300 venga rilasciata in concomitanza con la presentazione del chip NV35, evoluzione del chip NV30 di nVidia, se non possibilmente con un margine di vantaggio. In ogni caso, il periodo previsto è la prossima primavera.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

157 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cionci18 Luglio 2002, 12:00 #1
Non ho mai visto un aumento di prestazioni così ampio con un solo cambio generazionale !!! Mamma mia...
Questto R300 spacca di brutto...
Simon8218 Luglio 2002, 12:04 #2
Ahhhhhhhhhhhhhhhhhhh


251% in piu' della Ge4 4600?!?!?! Mio signore sto svenendo... ahhhhhh..
La mia prossima scheda...
miche18 Luglio 2002, 12:04 #3
Ma vi rendete conto che potenza spaventosa?

E poi un AA che viaggia come un siluro... se sarà buono qualitativamente come quello delle geffo4 allora mi sa che nei prossimi 6 mesi si venderanno solo ATI... hehehe
dm6918 Luglio 2002, 12:05 #4
Il Radeon 9700 e' veramente una scheda grafica di nuova generazione, non il Parhelia!
gyborg18 Luglio 2002, 12:06 #5
Dovrà essere confrontato con l'NV30 sulle appl. DX9!!! Non sull'NV25 e DX8.1!!!
TheBig18 Luglio 2002, 12:07 #6
Azz......
Adesso vedremo come reagirà Nvidia!!
OverClocK79®18 Luglio 2002, 12:10 #7
molto molto iteressante........
nn credo che cambierò la mia 4600 per un R300 0.15 al massimo aspetto quello 0.13 o l'NV30

il salto di prestazioni è veramente molto alto anke se è fatto ad alte risoluzioni.......magari mi interesserebbe vedere qlk test anke a 1280x1024.....
indubbiamente sarà la skeda + veloce appena uscià......

un po' rognosa la storia del connettore ma anke 3dFX era dovuta ricorrere ad una alimentazione ausiliare per la sua skeda........

forse con l'introduzione del processo 0,13 consumerà meno e nn servirà
per il resto GG ATi

BYEZZZZZZZZZZZZZ
Janos12118 Luglio 2002, 12:10 #8
Finalmente è stato presentato l’ATI R300. Dopo le delusioni del MATROX PARHELIA e del 3DLABS P10, le prestazioni del neonato di ATI sono invece molto interessanti; però perché i test sono stati fatti solo a 1600 x 1200 e non anche a risoluzioni inferiori? Il giudizio definitivo sulle performance dell’ATI R300 è da rimandare quindi a quando saranno disponibili test fatti con risoluzioni più basse.
Sul nuovo chip di ATI, poi, ribadisco le perplessità che ho già espresso in passato. L’R300 utilizza la tecnologia produttiva a 0,15 micron che non è adeguata a realizzare un processore dotato di 107 milioni di transistor. I problemi derivanti da questo stato di cose saranno inevitabilmente una produzione enorme di calore ed un consumo altrettanto elevato di corrente il che non dovrebbe far funzionare bene le schede video col nuovo chip di ATI su quei computer dotati di alimentatore poco potente.
Inoltre la compatibilità dell’R300 con le DIRECTX 9 è stata raggiunta basandosi sulla versione beta delle librerie di MICROSOFT che saranno nella versione definitiva non prima del mese di ottobre.
Per chi volesse comprare una scheda video per il gaming estremo consiglierei così di attendere l’uscita dell’R300 in versione 0,13 micron (che dovrebbe avere meno problemi di dissipazione di calore e dovrebbe essere compatibile con la versione definitiva delle DIRECTX 9) e l’uscita dell’NVIDIA NV 30 che non dovrebbe avere i problemi di cui sopra e dovrebbe avere invece delle prestazioni superiori del 100% rispetto al GEFORCE 4 TI 4600.
Sparpa18 Luglio 2002, 12:10 #9
avete visto i disegni sul dissi? veramente cattivi e tamarri
La scheda sembra spaccare tutto ciò che attualmente si trova in commercio...
Max218 Luglio 2002, 12:13 #10
... promette benisimo ... aspettiamo però anche NV30 !

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^