SiS e Intel: problemi con le licenze

SiS e Intel: problemi con le licenze

Emergono alcuni problemi legali tra Intel e SiS, legati alle licenze per l'utilizzo del bus Quad Pumped a 533 Mhz

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 16:26 nel canale Schede Madri e chipset
Intel
 
Come noto, SIS ha rilasciato il nuovo chipset 645DX per sistemi Pentium 4, dotato del supporto alla memoria DDR333 e, soprattutto, alla frequenza di bus Quad Pumped di 533 Mhz. Intel, nel mese di Maggio, immetterà ufficialmente in commercio i propri chipset dotati del supporto a questa nuova frequenza di bus.

SiS detiene una regolare licenza rilasciata da Intel per l'utilizzo del bus Quad Pumped, al contrario ad esempio del concorrente VIA. Alcuni dettagli emersi in questi giorni, però, fanno prevedere una nuova battaglia legale tra SiS e Intel: il colosso americano, infatti, non ritiene valida la licenza di SiS per l'impiego del bus Quad Pumped a 533 Mhz, motivo per il quale richiede il pagamento di nuove royalties sui chipset 645DX.

SiS, d'altro canto, ha recentemente giocato buona parte del proprio successo su una politica dei costi estremamente aggressiva, fatto che le ha permesso di ritagliarsi una considerevole fetta di mercato: nuove royalties inciderebbero in misura considerevole sul costo d'acquisto del chipset 645DX; motivo per il quale SiS non sembra per nulla intenzionata a concedere royalties a Intel.

Fonte: xbitlabs.com.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mirus16 Aprile 2002, 16:26 #1
Di questo passo Intel si scava la fossa. La politica dell'isolazionismo non paga mai.
nonsidice16 Aprile 2002, 16:48 #2
Pienamente concorde
+Benito+16 Aprile 2002, 16:50 #3
Anch'io
antarespd16 Aprile 2002, 17:01 #4
Io pure
tetsuya6816 Aprile 2002, 17:24 #5
l'impero sta crollando...
mister thunderbird16 Aprile 2002, 17:47 #6
Originariamente inviato da tetsuya68
[B]l'impero sta crollando...
i romani intel stanno perdendo colpi sotto le guerre indette dai barbari amd
ma poi, xkè si deve accanire contro un prodotto che la farebbe guadagnare?
Mirus16 Aprile 2002, 18:07 #7
Infatti non credo che tutto il guadagno intel lo faccia sui chipset. valli a capire
robyrc16 Aprile 2002, 22:21 #8
Pensate veramente che Intel abbia bisogno di sostenitori per le proprie tecnologie?? Nonostante la strapotenza degli ATHLON, c'è da dire che Intel detiene ancora il 70% delle vendite dei processori. Intel ha fatto l'unica cazzata con le rambus, altrimenti ciò che intel comanda gli altri eseguono.. Questo non lo dico io, vedi come per i loro prodotti ci sia gara per poterli supportare.
Le tecnologie introdotte sono sempre innovative e di grande impatto (anche se + o - efficienti!)al contrario di AMD che è ferma da 3 anni su un progetto, l'Athlon, che ben presto dovrà aggiornare se vuole stare al passo... I 64 bit sono lontani!
robyrc16 Aprile 2002, 22:25 #9
Il Pentium 4 è un progetto straordinario, per il numero di innovazioni introdotte (Bus Quad-Pumped, Hyper Transport, nuove pipeline,clock elevati, ecc.), adesso AGP 8X, serial ATA, ecc. tutto frutto dell'investimento di Intel nella ricerca.. meditate gente, è un colosso e lo rimarrà ancora a lungo, penso. Grazie
The3DProgrammer16 Aprile 2002, 22:44 #10
indubbiamente è un progetto straordinario, peccato ke a 2.4 GHz abbia + o - le stesse prestazioni di un athlonXP (vecchio di 3 anni come dici tu ) a 1.8 GHz....tra l'altro, l'hyperTransport è un progetto AMD, che col P4 centra poco....

ciao

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^