Memorie SDRAM DDR-II solo nel 2005?

Memorie SDRAM DDR-II solo nel 2005?

Pare che il mercato vedrà piattaforme basate su questa soluzione un anno in ritardo rispetto alle previsioni

di pubblicata il , alle 09:48 nel canale Schede Madri e chipset
 

Nel corso della recente Platform Conference è stato affermato che l'avvento sul mercato delle prime piattaforme DDR-II SDRAM dovrebbe attuarsi nel 2005, ben un anno più tardi rispetto a quanto pervisto. Le ragioni di questo ritardo sono molteplici, le più significative sono rappresentate dalla generale lentezza del mercato dei personal computer e soprattutto dalla grande disponibilità di memorie PC3200 in grado di colmare il divario tra DDR e DDR-II.

I maggiori produttori di memorie DRAM hanno preparato i primi sample di memoria DDR-II SDRAM fin dalla primavera dello scorso anno, tuttavia non bisogna dimenticare che lo sviluppo e la costruzione di un nuovo sistema con un nuovo tipo di memoria, richiede anche un lungo processo di approvazione delle schede madri, chipset, moduli di memoria e numerosi altri dispositivi, processo senza dubbio non economico. Dal momento, inoltre, che la gran parte dei fornitori utilizzano memorie PC3200 (anche in configurazione dual channel), non ha senso, almeno per ora, forzare la transizione alle memorie DDR-II.

Anche gli sviluppatori di soluzioni server guardano ora alle memorie PC3200. Secondo quanto riportato da Silicon Strategies, ServerWorks ha affermato alla conferenza di avere in progetto di sviluppare il proprio chipset Grand Champion SLX (con supporto per memorie PC3200) entro la prima metà di quest'anno, e di pensare alla produzione di piattaforme DDR-II solamente nella seconda metà del 2005.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

29 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
+Benito+04 Febbraio 2003, 10:40 #1
ma perche' continuare a cercare nuovi standard?

Basterebbe aumentare l'ampiezza del bus per avere enormi aumenti di banda.
Portando il bus a 128 bit si avrebbe un lieve aumento di costo delle schede madri e dei moduli di ram, ma si avrebbe una banda enorme
Wonder04 Febbraio 2003, 10:53 #2
infatti hai ragione, con la tecnologia SCSI sono 20 anni che si amplia solo il bus, in bit e in frequenza...e infatti è ancora una tecnologia vincente, a parte il prezzo
+Benito+04 Febbraio 2003, 11:21 #3
Originally posted by "Wonder"

infatti hai ragione, con la tecnologia SCSI sono 20 anni che si amplia solo il bus, in bit e in frequenza...e infatti è ancora una tecnologia vincente, a parte il prezzo



guarda che il limite dell'ata nei confronti dello scsi non e' l'interfaccia, ma la meccanica dei dischi.
vago04 Febbraio 2003, 11:53 #4
infatti e poi ci sono dei contro anche portando a 128 bit...guardare rambus con 16 o 32 bit....di cui dichiaravano che proprio la tecnlogia a 16 bit dava parecchi benefici..
barabba7304 Febbraio 2003, 12:09 #5
ma nelle schede video non si dovevano utilizzare moduli DDRII ? forse la new si riferiva alla mem per pc?
Wonder04 Febbraio 2003, 12:31 #6

x benito

Anche nei dischi, ma anche nell'interfaccia...

senno perchè, nonostante il 99% degli HDD siano IDE, non ne fanno alcuni performanti come uno SCSI? Di sicuro li venderebbero e avrebbero un ampio mercato.

Il problema sta nell'interfaccia, oltre che nella meccanica dei dischi, come dici tu. L'interfaccia IDE ha 133 Mb/sec di banda su 4 canali, il che vuol dire che puoi montare 4 HDD da 33 Mb di throughput reale l'uno (e fin qui sto parlando del limite imposto dall'interfaccia)
33 Mb sono ben al di sotto delle prestazioni reali di un HDD SCSI di 3 anni fa (Quantum ATLAS 10K3 che fa 53 Mb/sec, testati da riveiste e dal sottoscritto).

Per non parlare ceh la banda dello SCSI è di 320 Mb/sec contro i 133 Mb/sec...se non sono limiti dell'interfaccai questi...

I limiti sono sia nell'interfaccia che nella meccanica dei dischi. E tieni presente ceh il cavo da 68 fili a coppie ritorte c'è da 10 anni e si usa ancora quello oggigiorno, mentre con IDE EIDE ATA 66 ATA 100 ATA 133 di cavi se ne sono cambiati ben 3!
Gohansupersaiyan404 Febbraio 2003, 14:08 #7
Esatto benito è quello che avevo detto anche io, di problemi non ce ne sarebbero, visto che già esistono memorie con bus a 128 bit che si montano su una mb in alcune workstation e se ci si pensa già c'erano delle schede video a cui potevi montare ram aggiuntiva che era sempre a 128...quindi a parte i costi visto che già adesso si usano potrebbero anche aumentare quel bus...


Ciao !
Gohansupersaiyan404 Febbraio 2003, 14:17 #8
Se invece di creare nuovi standard provassero a farne uno nuovo ma superiore sarebbe meglio...tipo eliminare il bus agp a permettere un acesso diretto per la gpu alla memoria di sistema per far si che la gpu non deva ogni volta aspettare le display list che gli devono arrivare dalla cpu per poter calcolare il resto...

Ciao !
Golden American04 Febbraio 2003, 14:24 #9

x Wonder

sbagli i cavi eide differiscono solo tra ata33 e 66-100-133...quest'ultimi sono uguali hanno 60poli......si usa lo stesso cavo....e' solo pubblicita' ma il cavo e' uguale
Wonder04 Febbraio 2003, 14:38 #10
GOlden Amirican, hai ragione, i cavi sono 2 ma i poli sono 80

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^