Intel abbandonerà il mercato dei chipset entry level

Intel abbandonerà il mercato dei chipset entry level

Stando ad alcuni produttori di schede madri taiwanesi, il colosso americano avrebbe deciso di abbandonare progressivamente le piattaforme chipset entry level

di pubblicata il , alle 09:17 nel canale Schede Madri e chipset
Intel
 

Il sito web Digitimes riporta, a questo indirizzo, alcune informazioni sulle future evoluzioni del mercato dei chipset Intel per il segmento entry level del mercato, così come fornite da alcuni produttori di schede madri taiwanesi.

A partire dal quarto trimestre dell'anno, quindi, Intel inizierà a ridurre la disponibilità di chipset delle serie 865 e 915PL/GL, concentrandosi maggiormente su segmenti di mercato di fascia superiore per le proprie soluzioni chipset.

Secondo la fonte non è da attendersi un annuncio ufficiale da parte di Intel; è presumibile quindi che in prospettiva saranno disponibili sempre più modelli di schede madri di fascia entry level per processori Pentium 4 basate su chipset SiS, VIA, ULI e ATI.

Per questi produttori, tuttavia, si presenta ora il problema di garantire il sufficiente volume di chipset per i produttori di schede madri, nonché per i clienti OEM. Il mercato delle schede madri entry level non è particolarmente lucrativo, in termini di valore della produzione per una singola scheda madre o chipset ad essa abbinato, ma interessante per quanto riguarda i volumi produttivi complessivamente disponibili.

Fonte: Digitimes.com.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

49 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
PaThe03 Agosto 2005, 09:49 #1
alleluja! finalmente Intel fa una cosa furba...sarà una pacchia per VIA e ULI...
emanuelito03 Agosto 2005, 09:49 #2
Grande sbaglio di Intel....si cuocerà con le sue mani.....
dwfgerw03 Agosto 2005, 10:07 #3
mi sembra lo stesso errore che fece anni fa quando lascio ad amd la fascia bassa con il k6. Intel in quel caso tirò fuori in fretta e furia la famiglia celeron....
MasterGuru03 Agosto 2005, 10:43 #4
celeron che comunque non riescono a tenere il confronto con i Sempron, molto più performanti...

Intel se ne accorgerà del grosso sbaglio che sta facendo...Il mercato entry-level IMHO è la parte + proficua...è la fascia bassa che spinge un pò il mercato!
Pensateci bene: chi è disposto a cambiare ogni 1/2 anni un computer di fascia alta (diciamo di 1500€-2000€)?
OverClocK79®03 Agosto 2005, 10:59 #5
Originariamente inviato da: PaThe
alleluja! finalmente Intel fa una cosa furba...sarà una pacchia per VIA e ULI...


IMHO sbaglia
le basterebbe tirar fuori chipset + economici tipo l'848
cmq stabile anke se nn velocissimo......
o svendere i "vekki" chipset 865 (IMHO ankora validissimi)

venivano fuori delle belle soluzioni abbinate a piattaforme economiche con chipset economici.....
peccato veramente

BYEZZZZZZZZZZZ
taurus03 Agosto 2005, 11:01 #6
Avete ragione....intel è una sprovveduta..non sa assolutamente come funziona il mercato mondiale...
MaxArt03 Agosto 2005, 11:05 #7
Originariamente inviato da: MasterGuru
celeron che comunque non riescono a tenere il confronto con i Sempron, molto più performanti...
E che c'entra, dwf parlava di qualche anno fa... Ed i Celeron non erano affatto da buttare, se consideri i Mendocino, ed erano anche una gioia per gli overclocker.
k-Christian2703 Agosto 2005, 11:06 #8
Cnocordo con Taurus

Byexx..
royal03 Agosto 2005, 11:13 #9
a si ,si ..
Intel nn ci capisce un tubo di niente,ne di proci,ne di chipset,ne di marketing..ma x favore..

se l'hanno fatto ci sarà un motivo MOLTO valido,Intel fa una politica aggressiva in OGNI campo al limite della legalità,di sicuro c'è qualche accordo/contratto con gli interessati.
fior di economisti da queste parti..
emanuelito03 Agosto 2005, 11:21 #10
Originariamente inviato da: royal
a si ,si ..
Intel nn ci capisce un tubo di niente,ne di proci,ne di chipset,ne di marketing..ma x favore..

se l'hanno fatto ci sarà un motivo MOLTO valido,Intel fa una politica aggressiva in OGNI campo al limite della legalità,di sicuro c'è qualche accordo/contratto con gli interessati.
fior di economisti da queste parti..

E gli utenti finali...nn li cosidera...a meno ke nn li regala i chips di nuova generazione penso ke fallirà. Se abbandona questa fascia di mercato penso ke fallirà sicuramente a meno ke nn attua una politica di prezzi aggressiva come spero x lei ke faccia.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^