Inspire Studio è il mini-PC Zotac per i creativi della grafica, certificato NVIDIA

Inspire Studio è il mini-PC Zotac per i creativi della grafica, certificato NVIDIA

E' una delle prime proposte desktop di ridotte dimensioni dotate di certificazione NVIDIA Studio a debuttare sul mercato: Inspire Studio di Zotac abbina CPU Intel Core i7 a una scheda GeForce RTX 2060

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Sistemi
ZotacIntelCoreNVIDIAGeForceRTXStudio
 

Il brand Studio è stato presentato da NVIDIA in occasione dell'edizione 2019 del Computex di Taipei, a identificare un programma di certificazione delle workstaton mobile destinate ai cosiddetti creativi. In occasione del CES 2020 di Las Vegas il programma Studio è stato espanso, comprendendo ora anche le soluzioni desktop e all in one che sempre più spesso vengono utilizzate d questa tipologia di utenti.

Zotac è un brand ben noto agli appassionati: l'azienda di Hong Kong offre infatti da tempo una ricca gamma di schede video basate su GPU NVIDIA GeForce, composta da numerosi modelli custom. Non solo: negli ultimi anni Zotac si è specializzata anche nello sviluppo di sistemi Mini-PC, nei quali abbinare componenti basati su CPU Intel e AMD alle proprie schede video compatte.

Inspire Studio viene proposto da Zotac quale sistema completo, non barebone: in questo modo è possibile ottenere la certificazione al programma Studio da parte di NVIDIA. Le specifiche hardware prevedono un processore Intel Core i7-9700, abbinato a 32Gbytes di memoria di sistema DDR4 e a storage con SSD da 512 Gbytes. Non manca anche un hard disk meccanico da 2 Tbytes per poter archiviare progetti e dati.

Completano la dotazione la scheda di rete Wi-Fi 6 e quella Gigabit Ethernet via cavo,entrambe basate su chip sviluppati da Killer Networks. Sono 5 le porte USB Type-A a disposizione, affiancate da una Type-C, mentre è possibile collegare un massimo di 4 schermi contemporaneamente sfruttando le 3 connessioni DisplayPort 1.4 e quella HDMI 2.0b.

Il sistema Inspire Studio spicca per le dimensioni contenute: la scelta di Zotac è stata in questo caso quella di privilegiare proprio l'ingombro complessivo, optando per componenti potenti ma non tanto quelli di soluzioni certificate NVIDIA Studio proposte da altri partner. Da questo anche la scelta della scheda video, un modello GeForce RTX 2060 Super basato ovviamente su design a ridotto ingombro sviluppato dalla stessa Zotac.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7710 Gennaio 2020, 10:51 #1
Se sei un grafico perchè mai andare a cercare disgrazie con sto costoso cubetto invece di prendere un più funzionale ed aggiornabile case STANDARD?
Fai il grafico in una cabina dismessa della telecom?
joe4th10 Gennaio 2020, 13:49 #2
Ora che i dischi sono diventati M.2 NVME grandi quanto un biscotto, se non si devono montare schede PCIe particolari, c'e' la tendenza a produrre questo genere di oggetti leggeri e dal piccolo ingombro (diciamo dei SuperNUC ;-)). Si tratta di solito di motherboard vicine alle Mini-ITX o Thin Mini-ITX, con la GPU montata parallelamente alla motherboard e non ortogonalmente come avviene quando la metti nello slot PCIe. Arriveranno come funghi. Si usa un cavetto-prolunga per il bus PCI-e di una quarantina di centimetri, al quale collegare la scheda grafica. I dischi puoi avere dei tagli anche da 4GB NVME e le RAM di solito ci sono due slot: puoi agevolmente arrivare a 64GB utilizzando due moduli da 32GB. Le soluzioni piu' funzionali adottano non le CPU top o le GPU top, per rimanere in un consumo di picco non superiore ai 300-350W, e utilizzando dei mini-case metallici, in cui l'intero case e' un'aletta di raffreddamento. Se sali troppo con le potenze, poi l'alimentatore e' troppo grande e non ci sta piu'. Diciamo superiore al notebook superpompato, ma inferiore al top desktop. Chiaramente invece di viaggiare comodamente sui 40-45 gradi Celsius, sei sempre a 60-70 o al limite del throttling. Nella foto in questione, tuttavia, il cabinet invece che metallico mi sembra plasticoso. Mi vengono in mente anche le stazioni di gaming della MSI trident che hanno configurazioni simili.
lemming10 Gennaio 2020, 20:38 #3
Diciamo che è facilmente trasportabile di frequente: lo metti in una borsa e puoi portartelo in giro tutti i giorni. Non è un portatile, magari non ti serve un monitor da 15/17 pollici perchè in ufficio ne hai uno di qualità (più grande) e quando sei a casa puoi collegarlo a quello che hai a casa, se devi fare telelavoro.
Un po' come faccio io con il portatile del lavoro che praticamente è un desktop: alla mia postazione ho tastiera e monitor da 24 pollici. Quando mi sposto dal cliente, ho una tastiera e un monitor anche lì, porto solo il mio pc e il mio mouse. Il portatile a me va bene perchè non ho bisogno di molta potenza, ma se fossi un grafico probabilmente non sarebbe un prodotto da scartare a priori.
demon7710 Gennaio 2020, 22:39 #4
Originariamente inviato da: lemming
Diciamo che è facilmente trasportabile di frequente: lo metti in una borsa e puoi portartelo in giro tutti i giorni. Non è un portatile, magari non ti serve un monitor da 15/17 pollici perchè in ufficio ne hai uno di qualità (più grande) e quando sei a casa puoi collegarlo a quello che hai a casa, se devi fare telelavoro.
Un po' come faccio io con il portatile del lavoro che praticamente è un desktop: alla mia postazione ho tastiera e monitor da 24 pollici. Quando mi sposto dal cliente, ho una tastiera e un monitor anche lì, porto solo il mio pc e il mio mouse. Il portatile a me va bene perchè non ho bisogno di molta potenza, ma se fossi un grafico probabilmente non sarebbe un prodotto da scartare a priori.


Si va beh, a sto punto se fai il grafico ti fai un notebook potente che è pure più pratico.
nickname8811 Gennaio 2020, 11:12 #5
Originariamente inviato da: demon77
Se sei un grafico perchè mai andare a cercare disgrazie con sto costoso cubetto invece di prendere un più funzionale ed aggiornabile case STANDARD?
Fai il grafico in una cabina dismessa della telecom?

E' solo una tendenza dettata dalla moda del momento, visto che chi realmente svolge quelle tipologie di attività professionali lavora su delle WS non sui giocattoli. Per giunta non ha manco una Quadro ma una RTX2060, quindi non necessariamente vincolato o indirizzato a chi fa grafica, ma è un normalissimo PC per chiunque.
Bestio11 Gennaio 2020, 13:56 #6
Pure a me sembra inutile per un professionista, ma interessante come mini-pc da gaming o HTPC facilmente trasportabile, se avesse un prezzo accettabile.
Ma quanto se lo faranno pagare?
Esteticamente però mi pare parecchio plascicoso e bruttino, si possono assemblare PC Mini-ITX un pochino più grandi, ma decisamente più gradevoli da vedere (tipo su case Dan A4 o Koolink Rocket) e sopratutto aggiornabili ed espandibili come qualunque assemblato.
demon7711 Gennaio 2020, 17:29 #7
Originariamente inviato da: Bestio
Ma quanto se lo faranno pagare?


Sicuramente più di quel che vale.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^