In arrivo PC più economici?

In arrivo PC più economici?

L'elevata diffusione di processori, sia Intel, sia AMD, potrebbe portare ad un calo dei prezzi dei sistemi PC nell'ordine del 10% circa

di pubblicata il , alle 14:42 nel canale Sistemi
IntelAMD
 

Secondo una analisi di mercato pare che la feroce competizione tra i due colossi dei processori Intel e AMD potrà portare ad una riduzione del 10% circa dei prezzi di vendita dei sistemi PC per i prossimi tre mesi.

Nel periodo estivo, infatti, i produttori di PC hanno acquistato elevati volumi di processori: Intel stessa ha dichiarato di aver venduto merce per circa 100 milioni di dollari in più rispetto al trimestre precedente. I produttori di PC si trovano quindi nella situazione di dover abbassare i prezzi di vendita e di avviare campagne promozionali per esaurire le scorte dei prodotti.

Toni Duboise, senior analyst presso Current Analysis, ha dichiarato: "La situazione è tale da poter permettere di applicare prezzi nell'ordine dei 199 dollari per un sistema desktop entry-level, con processore Intel Celeron o AMD Sempron, 256MB di memoria, hard-disk con almeno 40GB e sistema operativo Windows XP Home Edition. Il PC sarebbe inoltre completo di display CRT da 17 pollici ed, eventualmente, una stampante".

Secondo Duboise, il 18% dei sistemi desktop commercializzati attualmente sul canale retail sono venduti a meno di 500 dollari. Inoltre anche il prezzo dei portatili potrebbe calare rispetto ai livelli attuali.

Current Analysis ha stimato che attualmente il prezzo medio di vendita per sistemi desktop da parte di compagnie come HP, Gateway e Sony è di circa 719 dollari. Un sistema con processore AMD Athlon 64 ha un prezzo di circa 633 dollari, mentre un sistema basato su Intel Pentium 4 con tecnologia HT è commercializzato al prezzo di circa 845 dollari.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

39 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ronthalas25 Ottobre 2005, 14:46 #1
resta sempre il problema di noi Power-Users che di comprare un pc da supermercato non se ne parla nemmeno, visto che appena ne apriamo il telaio iniziamo a scoprire compromessi e delusioni...
HyperText25 Ottobre 2005, 14:51 #2
199 dollari per quel PC?
Ma se il monitor CRT da 17" sta sopra i 100€...
Genesio25 Ottobre 2005, 14:54 #3
...più
50 euro di hd
e 50 euro di cpu siamo già a 199$...cosa ci mettono dentro, i criceti?
marck7725 Ottobre 2005, 14:55 #4
Per non parlare della licenza di Win XP Home... bah!
ripper7125 Ottobre 2005, 15:02 #5
ricordatevi sempre che nei prezzi u.s.a. le imposte devono essere aggiunte
JohnPetrucci25 Ottobre 2005, 15:03 #6
Toni Duboise con 199 dollari in Italia quel Pc base compreso addirittura di monitor 17" e stampante, lo vedi solo nei tuoi sogni, almeno ce ne vorrebbero 400 ma di euro.
Yokoshima25 Ottobre 2005, 15:10 #7
Si tratta di desktop e notebook che adottano tecnologie che tra qualche anno se non addirittura dopo un'anno non saranne più aggiornabili o obsoleti.

In questo ambito mai si parlerà di pc con componenti e prestazioni decenti purtroppo!!
Nevermind25 Ottobre 2005, 15:14 #8
a quel prezzo in italia al massimo ti danno il monitor
serpone25 Ottobre 2005, 15:17 #9
Che cavolo, pc super pacchi e super scontati!
per giunta, il giorno dopo l'acquisto non sono più aggiornabili.

Preferisco spendere 600 - 700 euro per un pc discreto, ma con le tecnologie attuali che poi potrò aggiornarlo a distanza di un paio d'anni!!!
freerider7925 Ottobre 2005, 15:17 #10
Sono pc che vanno bene per le massaie che aprono la posta una volta al mese...
256 di ram sono un vero problema di velocità oramai con xp pro e nel futuro di vista figuriamoci.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^