Antec P280: nuovo chassis enthusiast

Antec P280: nuovo chassis enthusiast

Antec annuncia la disponibilità sul mercato del proprio nuovo chassis di classe enthusiast, nel quale viene abbinata silenziosità con cura per la dissipazione termica

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:37 nel canale Sistemi
 

In occasione del Computex 2011, lo scorso mese di Giugno, avevamo avuto modo di vedere un sample di pre produzione dello chassis Antec P280, nuova proposta top di gamma dell'azienda americana tra gli chassis di più elevate dimensioni. Lo chassis è ora disponibile sul mercato, entrando di diritto all'interno della famiglia di soluzioni Performance One.

Con P280 Antec vuole coniugare due obiettivi apparentemente in contrapposizione tra di loro: da un lato garantire la migliore dissipazione termica dei componenti installati; dall'altro ottenere questo risultato mantenendo un funzionamento che sia il più silenzioso possibile. Per ottenere un risultato di questo tipo Antec ha implementato dei pannelli laterali indicati con il nome di Quiet Computing, costruiti in acciaio e policarbonato così da meglio smorzare il rumore d'uso.

antec_p280_1.jpg (47029 bytes)

Tra le principali caratteristiche tecniche segnaliamo la presenza di 3 ventole di raffreddamento da 120 millimetri, con predisposizione per altre 4 supplementari, 3 bay da 5 pollici e 1/4 affiancati da 6 per unità da 3 pollici e 1/2 e da 2 supplementari per periferiche da 2 pollici e 1/2. E' possibile installare schede madri sino al form factor XL-ATX (345x262 millimetri), per un massimo di 9 slot che possono venir occupati contemporaneamente sulla scheda madre con schede PCI o PCI Express.

antec_p280_2.jpg (72386 bytes)

antec_p280_3.jpg (34534 bytes)

A completare la dotazione accessoria segnaliamo la presenza di 4 porte USB sul pannello frontale, 2 di tipo USB 3.0 e le restanti USB 2.0, oltre alla possibilità di gestire manualmente la velocità di rotazione delle ventole attraverso alcuni switch posizionati nella parte posteriore del case. Antec ha rivolto l'attenzione anche alla facilità di installazione dei componenti e alla manutenzione: è possibile ad esempio installare gli hard disk senza dover intervenire con viti, mentre i filtri per le ventole frontali e per quella in corrispondenza dell'alimentatore sono accessibili senza dover aprire i pannelli frontale o laterale.

antec_p280_4.jpg (48876 bytes)

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito del produttore a questo indirizzo; il prezzo indicativo nel mercato nazionale è pari a 135,00€ IVA inclusa.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
StyleB02 Dicembre 2011, 10:54 #1
fortuna che è enthusiast! 2 sole 3.0 su 4, manda il rehobus, sostituito da quei 4 switch orrendi sul retro, gli hdd non sono accessibili a cabinet chiuso nè tanto meno hot swap... e se devo dirla tutta dalle foto puzza di latta e plasticotto...
Immelmann02 Dicembre 2011, 11:05 #2
Secondo me è la brutta copia del Fractal Design XL
Oltretutto la posizione delle USB mi pare alquanto scomoda, IMHO le preferisco verticali.
Vero che costa un 20 € di meno dello svedese però mi piace la divisione interna dell'XL
AceGranger02 Dicembre 2011, 11:12 #3
Originariamente inviato da: Immelmann
Secondo me è la brutta copia del Fractal Design XL
Oltretutto la posizione delle USB mi pare alquanto scomoda, IMHO le preferisco verticali.
Vero che costa un 20 € di meno dello svedese però mi piace la divisione interna dell'XL


quoto melgio il Fractal
Perseverance02 Dicembre 2011, 11:15 #4
Il design lascia un po' a desiderare, nel complesso è una ciofeca. Magari qualcuno che lavora in Antec mi legge: io fossi stato in loro avrei investito le risorse nel migliorare la serie DF (Dark Fleet) che è partita con ottime premesse oltre al buon design; queste le modifiche: il vano hardisks andrebbe ruotato e aggiunti i cassetti a scorrimento, potenziamento del lamierino e meno plastica e sistema passacavi come questo Antec P280. In pratica le cose buone che ha il P280 andrebbero messe sulla serie DF.
argez02 Dicembre 2011, 13:26 #5
La serie P si è sempre contraddistinta per funzionalità e silenzio(gli switch per le ventole li hanno sempre avuti a differenza di tanti altre marche che non sanno nemmeno cosa sia fornire di base dei regolatori per le ventole),certo nel corso degli anni hanno avuto magari qualche difetto ma dovreste provarli prima di dargli del plasticoso o "copia del define XL" visto che i materiali son sempre stati ottimi e i p1XX avevano la solita impostazione del frontale con sportello anni prima che fractal design venisse fuori con i define.
LILOLILO02 Dicembre 2011, 14:47 #6
Da chiuso sembra un frigorifero XD...
niciz02 Dicembre 2011, 15:05 #7
Originariamente inviato da: LILOLILO
Da chiuso sembra un frigorifero XD...


ahahah ho pensato la stessa cosa quando l'ho visto! da aperto ci può anche stare da chiuso non si può vedere
Red Dragon02 Dicembre 2011, 15:33 #8
rimango dell'idea che i migliori case antec rimangono la serie amg 1080 plusview non male esteticamente e per disposizione dei componenti interni, ali in alto e scheda madre in basso,
4 posti cd dvd, e 4 posti cassettini degli hard disk facilmente sganciabili in caso di vga molto lunga cosa quasi impossibile ormai con i nuovi case col castello hard disk fino alla base del case e fisso. ultimamente ho fatto caso escono case sempre meno funzionali e inguardabili esteticamente, sempre secondo me e'.......poi ognuno compra quello che vuole.
Cooperdale02 Dicembre 2011, 17:04 #9
Originariamente inviato da: StyleB
fortuna che è enthusiast! 2 sole 3.0 su 4, manda il rehobus, sostituito da quei 4 switch orrendi sul retro, gli hdd non sono accessibili a cabinet chiuso nè tanto meno hot swap... e se devo dirla tutta dalle foto puzza di latta e plasticotto...


Beh non tutte le schede madri hanno gli attacchi interni per 4 usb 3.0. Per esempio la P9x79 ne supporta solo 2 (ha un solo attacco). Inoltre se installi windows 7 con una chiavetta meglio usare una porta usb2: le usb3 non vengono riconosciute senza driver, e allora sai che palle a smanettare. A quel punto ti tocca collegare la chiavetta nelle porte dietro al pc, e allora sai che palle a compiere il faticoso tragitto che porta al retro del case.
vynnstorm02 Dicembre 2011, 17:16 #10
Mah non lo comprerei neanche se costasse 80 euro!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^