Acer Chromebox CXI: solo 180$ per il PC desktop con Chrome OS

Acer Chromebox CXI: solo 180$ per il PC desktop con Chrome OS

Acer America ha annunciato oggi la nuova linea di prodotti Chromebox CXI, PC desktop con Chrome OS dal prezzo assolutamente vantaggioso

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Sistemi
Acer
 

Acer Chromebox CXI è un nuovo PC desktop dalle dimensioni compatte presentato dalla divisione americana della società lo scorso giovedì. A differenza di molte altre Chromebox (che usano SoC ARM), Acer si affida alla tecnologia Intel per la sua nuova creatura, che viene piazzata allo stesso tempo ad un prezzo di listino molto vantaggioso: 180$ sul mercato americano.

Acer Chromebox CXIAcer Chromebox CXI

Nello specifico, Chromebox CXI utilizza un processore Intel Celeron 2957U, dual-core da 1,4GHz con architettura Haswell. Come è possibile vedere dalle immagini, il mini-PC desktop offre due porte USB 3.0 sul lato frontale insieme ad un lettore di schede di memoria. Sul retro troviamo ulteriori 2 porte USB 3.0, una porta Ethernet, un alloggiamento per un'antenna Wi-Fi, e connettività DisplayPort e HDMI per il monitor esterno.

Due porte USB possono essere utilizzate per caricare la batteria di un dispositivo esterno anche a sistema spento. Grazie all'unità SSD da 16GB integrata, Acer garantisce un avvio del sistema in soli 8 secondi. Il volume della scocca è pari a 0,6 litri, con dimensioni estremamente ridotte: si parla di 16,5 x 13 x 3,3 cm. L'alimentatore esterno fornito da Acer è da 65W, mentre il sistema verrà mosso naturalmente da Chrome OS di Google.

Acer Chromebox CXI

Chromebox CXI può essere inoltre installato sul retro di monitor compatibili con lo standard VESA, in modo da risultare sostanzialmente invisibile sulla scrivania. Del sistema sono previste due varianti la cui unica differenza è data dal quantitativo di RAM installato: Acer Chromebox CXI-2GKM sarà proposto nel mercato statunitense a 179,99$ e avrà 2GB di RAM, mentre la versione con 4GB di RAM, Chromebox CXI-4GKM, avrà un prezzo al pubblico consigliato di 219,99$.

I due computer verranno commercializzati negli Stati Uniti e in Canada a partire dagli ultimi giorni di settembre, mentre non sono stati menzionati dalla società i piani per la loro esportazione in altri mercati.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
PaulGuru23 Agosto 2014, 10:24 #1
Celeron Haswell Dual Core, 4GB di RAM ed SSD ( da cambiare ) a meno di 200€ .... ottimo.
Hulk910323 Agosto 2014, 12:53 #2
Se le mie esigenze fossero solamente navigare, controllare email e magari scrivere qualche documento sicuramente comprerei un pc del genere.

Sarebbe interessante sapere come Chrome OS gestisce la visualizzazione dei film soprattutto il Blu-ray.
Freaxxx24 Agosto 2014, 01:11 #3
Originariamente inviato da: PaulGuru
Celeron Haswell Dual Core, 4GB di RAM ed SSD ( da cambiare ) a meno di 200€ .... ottimo.


mica tanto, dipende da cosa ti serve, per esempio a 200€ si trovano notebook di fascia bassa ( quindi macchine portatili complete, anche display e tastiera ) a più o meno la stessa cifra .

http://www.trovaprezzi.it/categoria...&prezzomax=

e c'è anche qualche barebone come lo ZOTAC ZBOX BI320 .

Io direi che non è né un affare né un prezzo alto, è semplicemente il classico thinclient entry level che può fare anche da desktop o media server con i giusti software installati .

sui 250€ si trovano anche portatili con l'N3530/N3520 ( quad core con 2Mb di cache ) e 4Gb di RAM ( con Windows ), o anche solo il C720 che adesso si trova a ~200€ .
Freaxxx24 Agosto 2014, 01:34 #4
Originariamente inviato da: Hulk9103
Se le mie esigenze fossero solamente navigare, controllare email e magari scrivere qualche documento sicuramente comprerei un pc del genere.

Sarebbe interessante sapere come Chrome OS gestisce la visualizzazione dei film soprattutto il Blu-ray.


dipende da cosa intendi per bluray, Chrome OS è un sistema chiuso, e i codec ed i file attualmente supportati sono questi https://support.google.com/chromebo...er/183093?hl=it

adesso che guardo quella lista noto la strana assenza del codec H265, mi sembra strano che Chrome OS non lo supporti .
Hulk910324 Agosto 2014, 12:51 #5
Originariamente inviato da: Freaxxx
dipende da cosa intendi per bluray, Chrome OS è un sistema chiuso, e i codec ed i file attualmente supportati sono questi https://support.google.com/chromebo...er/183093?hl=it

adesso che guardo quella lista noto la strana assenza del codec H265, mi sembra strano che Chrome OS non lo supporti .


Intendo i supporti fisici Blu-ray ovvero io su Windows per poter vedere un film BR [U]recente[/U] ho bisogno per forza di cose di Power DVD [U]aggiornato[/U]. I giorni scorsi ho acquistato qualche nuovo film e avevo su pc power dvd 12 preso in bundle con il lettore e non c'era verso di far funzionare il film senza aggiornare il software e quindi mi son dovuto munire del software più recente oppure per vie traverse usare AnyDVD.
Questo mi piacerebbe sapere: Chrome OS ha software simili per far funzionare queste cose e quindi software di decriptazione del BR e relativi codec? Per esempio credo che su pc l'unico programma valido per i Blu-ray sia appunto PowerDVD, ne ho provati una decina ma nessuno funziona poichè le criptazioni sono sempre a passo con i tempi e se il software non è aggiornato bella. Ovviamente io mi riferisco sempre a supporti fisici e originali, non avendo mai scaricato nulla non ne ho la più pallida idea di come vengano gestiti questi ultimi.

Questa ovviamente può essere una richiesta "particolare" per l'utenza comune
PaulGuru24 Agosto 2014, 13:13 #6
Non è che uno deve per forza tenerci Chrome OS, se si intende rimanere sul free ci sono sempre le altre distribuzioni Linux, altrimenti si piazza il Windows craccato e passa la paura.
huracan.124 Agosto 2014, 17:57 #7
Originariamente inviato da: PaulGuru
Non è che uno deve per forza tenerci Chrome OS, se si intende rimanere sul free ci sono sempre le altre distribuzioni Linux, altrimenti si piazza il Windows craccato e passa la paura.

istigazione alla pirateria!
bobafetthotmail24 Agosto 2014, 23:22 #8
Originariamente inviato da: Hulk9103
Intendo i supporti fisici Blu-ray ovvero io su Windows per poter vedere un film BR [U]recente[/U] ho bisogno per forza di cose di Power DVD [U]aggiornato[/U].
Lascia stare Chrome OS se vuoi un supporto decente per il bluray. Non c'è nè frega niente aggiungerlo.
(Google vuole venderti cose digitali da internet)

Chrome OS è un sistema chiuso
Come? Cosa? è linux, ed è basato su Chromium OS che è opensource (le cose che non sono opensource sono le solite cose che spiano di Google ma sono dei moduli).
Freaxxx25 Agosto 2014, 05:32 #9
Originariamente inviato da: Hulk9103
Intendo i supporti fisici Blu-ray ovvero io su Windows per poter vedere un film BR [U]recente[/U] ho bisogno per forza di cose di Power DVD [U]aggiornato[/U]. I giorni scorsi ho acquistato qualche nuovo film e avevo su pc power dvd 12 preso in bundle con il lettore e non c'era verso di far funzionare il film senza aggiornare il software e quindi mi son dovuto munire del software più recente oppure per vie traverse usare AnyDVD.
Questo mi piacerebbe sapere: Chrome OS ha software simili per far funzionare queste cose e quindi software di decriptazione del BR e relativi codec? Per esempio credo che su pc l'unico programma valido per i Blu-ray sia appunto PowerDVD, ne ho provati una decina ma nessuno funziona poichè le criptazioni sono sempre a passo con i tempi e se il software non è aggiornato bella. Ovviamente io mi riferisco sempre a supporti fisici e originali, non avendo mai scaricato nulla non ne ho la più pallida idea di come vengano gestiti questi ultimi.

Questa ovviamente può essere una richiesta "particolare" per l'utenza comune


per adesso non puoi aggiungere nulla, e a giudicare da quello che seminano per i vari talk e incontri pubblici, Google non ha la minima intenzione di cambiare strategia nel medio-breve termine .

quelli sono i codec supportati e le applicazioni supportate sono o quelle di Google o giganteschi plugin per Chrome che adesso vengono chiamate app che non possono fare altro che avviarsi in un ambiente chiuso, una sandbox.

per quello che vuoi fare Chrome OS non va bene.
Freaxxx25 Agosto 2014, 05:44 #10
Originariamente inviato da: bobafetthotmail
Lascia stare Chrome OS se vuoi un supporto decente per il bluray. Non c'è nè frega niente aggiungerlo.
(Google vuole venderti cose digitali da internet)

Come? Cosa? è linux, ed è basato su Chromium OS che è opensource (le cose che non sono opensource sono le solite cose che spiano di Google ma sono dei moduli).


mi dici dove scarico i sorgenti per la ROM installata nel mio Chromebook/Chromebox ?
mi dici dove posso leggere un documento scritto o un contratto di vendita dove il venditore, l'OEM o Google mi assicura che il software che sto usando è in effetti opensource ed è esattamente la copia 1:1 di quello che posso scaricare da git o corrispondente ad una data release ?

Le cose non stanno proprio così e si gioca tutto sui termini legali e sulla strategia di Google che è la stessa usata con Android dal punto di vista commerciale .

Se avessero voluto fare le cose opensource per il gusto di farle opensource e per tenere tutto il codice aperto non avrebbero ri-scritto tutte le librerie GPL solo per cambiarne la licenza, a partire da Bionic che è la libreria C di Android a finire al desktop manager di Chrome OS, tutto il middleware, le librerie di sistema, il firmware, e tutto il software è open source si, per il pubblico planetario fintanto che si tocca ciò che viene prodotto da Google, ma il prodotto finale assolutamente no, anche se Android è opensource HTC o Samsung o LG o etc etc ... non sono tenuti a rilasciare i sorgenti, a dirti cosa c'è dentro, ad usare le stesse componenti della versione AOSP di Android, la cosa è ben diversa da un semplice progetto opensource .

le licenze BSD/MIT e le licenze permissive in generale ti permettono di fare praticamente quello che vuoi in termini pratici con quel codice, compreso il fatto di evitare di rilasciare i sorgenti di un prodotto basato sulla data libreria BSD/MIT .

Ci sono anche da considerare dettagli come il branding, Chrome OS ha un branding diverso da Chromium OS, Android AOSP ha un branding diverso dalle versioni commerciali di Android.

Le uniche versioni opensource degli OS di Google sono Android AOSP e Chromium OS, tutte le altre versioni si possono considerare closed-source a tutti gli effetti .

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^