Windows 11, prestazioni ridotte con SSD NVMe: cosa sta succedendo?

Windows 11, prestazioni ridotte con SSD NVMe: cosa sta succedendo?

Da mesi alcuni utenti di SSD NVMe segnalano prestazioni sensibilmente ridotte per le proprie unità SSD NVMe su Windows 11. Microsoft è al corrente del problema e sta cercando di trovare una soluzione

di pubblicata il , alle 16:44 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows 11
 

Diversi utenti di Windows 11 stanno segnalando un vistoso deterioramento nelle prestazioni della propria unità di storage SSD su piattaforma NVMe. Non si tratta di una situazione recente, dal momento che le prime segnalazioni sono arrivate nella seconda metà di ottobre con una grande variabilità fra le diverse unità in uso. Alcune mostrano una riduzione nelle operazioni di input/output al secondo (IOPS), altre invece un calo nelle prestazioni di velocità in scrittura e lettura.

Su un thread nella Community di Microsoft creato il 17 ottobre si legge il caso dell'utente "MJ_JasonM", che parla di prestazioni ridotte di quasi la metà per quanto riguarda la scrittura random rispetto a Windows 10. Il problema è noto a Microsoft da circa tre mesi, al momento in cui scriviamo, e pare che non ci sia attualmente soluzione. Neal Christiansen di Microsoft aveva infatti confermato ufficialmente su Reddit che il team di sviluppo è al lavoro su una risoluzione definitiva, all'interno di un thread su Reddit in cui si faceva riferimento a problemi su Windows 11 legati a tempi d'accesso ai dati più lenti del dovuto e velocità in scrittura random ridotte.

Windows 11, problemi di prestazioni con le unità SSD NVMe

Il problema è stato inoltre segnalato anche sul Feedback Hub rivolto agli utenti Insider, dove si fa riferimento alla possibilità di problemi presenti nei driver forniti nativamente da Microsoft. Un utente ha scritto che tutte le unità in suo possesso che fanno uso di driver Microsoft presentano il problema, mentre una unità che usa il proprio driver fornito dal produttore (Intel 905P) funziona come da specifiche. Il caso isolato di un utente non è chiaramente sufficiente per circoscrivere il bug su Windows 11, tuttavia potrebbe essere un buon punto di partenza. Su Feedback Hub sono comunque diversi i post in cui vengono menzionati problemi con gli SSD NVMe, in tutti i casi relativi a velocità in scrittura random dimezzata, scarse prestazioni nelle IOPS in scrittura, o ancora nella latenza d'accesso ai dati.

Idee regalo, perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?
REGALA UN BUONO AMAZON
!

50 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
euscar07 Dicembre 2021, 16:49 #1
WOW, questa versione ne presenta delle belle ogni mese

Devo decidermi a passare al pinguino ... per ora mi trovo ancora bene con il 7.
egounix07 Dicembre 2021, 17:02 #2
Originariamente inviato da: euscar
WOW, questa versione ne presenta delle belle ogni mese

Devo decidermi a passare al pinguino ... per ora mi trovo ancora bene con il 7.


11 è per i fanatici dell'accesso anticipato
DanieleG07 Dicembre 2021, 17:11 #3
Mai accorto.
LL107 Dicembre 2021, 17:11 #4
Bravo, Nino:
spiegaci te cosa sta succedendo, vah!


Visto peraltro che l'articolo non è altro che una mera scopiazzatura di questo pezzo di Neowin, troverei quantomeno corretto citarlo come fonte invece di farlo apparire come frutto di chissà quale elaborata ricerca..
s12a07 Dicembre 2021, 17:19 #5
Confermo, succede anche con il mio WD Black SN850 in scrittura, principalmente nel random massivo. Stranamente dipende anche dalla partizione di test: se ne creo una nuova, sempre con Windows 11 in esecuzione dallo stesso SSD, le prestazioni sono circa come da aspettative.

L'overhead in generale nelle operazioni di I/O sembra molto elevato (è facile notare l'occupazione della CPU al 100% effettuando benchmark) ma non so se questo dipenda dallo stesso problema/Windows 11. Facile di sì, se ci sono problemi con il driver NVMe usato.

https://i.imgur.com/I0r0V26.png"] Link ad immagine (click per visualizzarla) [/URL]
Clicca per ingrandire
LL107 Dicembre 2021, 18:03 #6
Originariamente inviato da: DanieleG
Mai accorto.


premesso che la mia sensazione è identica (ma le sensazioni, si sa, le porta via il vento mentre i fatti...) e che se ci sono spazi di miglioramento è sempre benvenuto, questi sono i valori che registro (ma non ho alcun riferimento rispetto a 10/a quello che dovrebbe essere):

Link ad immagine (click per visualizzarla)


Windows 11 Pro (22348)
Samsung 970 Evo plus 500Gb

Originariamente inviato da: s12a
L'overhead in generale nelle operazioni di I/O sembra molto elevato (è facile notare l'occupazione della CPU al 100% effettuando benchmark)

ma assolutamente no, 0 proprio (e ho anche il VBS+HVCi attivo AKA integrità della memoria...per non parlare poi del client torrent/player MP3/schede del browser attive mentre facevo il test)
s12a07 Dicembre 2021, 19:24 #7
Originariamente inviato da: LL1
ma assolutamente no, 0 proprio (e ho anche il VBS+HVCi attivo AKA integrità della memoria...per non parlare poi del client torrent/player MP3/schede del browser attive mentre facevo il test)


Nello screenshot che hai allegato non vedi dal task manager la CPU con picco complessivo di occupazione al 75-80% durante il benchmark, presumibilmente in particolare quello random 4k Q3216T da 280k e 230k iops?

Ho provato da Linux con una partizione EXT4 sullo stesso SN850 che ho testato da Windows e come si può vedere dagli screenshot qui giù, l'occupazione della CPU durante il test era molto più bassa rispetto a quanto ho postato in precedenza. Il programma di benchmark non è il medesimo ma ho usato sempre 16 thread, queue depth 32 e blocchi di 4K in random in scrittura/lettura come CrystalDiskMark nel test random "Peak".

https://i.imgur.com/6de4Co8.png"] Link ad immagine (click per visualizzarla)
Clicca per ingrandire[/URL]

Gli IOPS massimi corrispondono circa al dichiarato da WD per l'SN850 (1050k IOPS lettura, 680k IOPS scrittura) e a quanto avevo misurato su Windows sulla "partizione vuota" con la CPU quasi al massimo.

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Le impostazioni per il benchmark (fio) erano le medesime, se interessa:

[code][global]
thread=1
filename=testfile.out
filesize=4096m
bs=4k
direct=1
iodepth=32
numjobs=16
time_based=1
runtime=10s
ioengine=libaio

[QD32T16 Write]
rw=randwrite
stonewall

[QD32T16 Read]
rw=randread
stonewall[/code]

EDIT: ripetuto il medesimo test su Windows (https://fio.readthedocs.io/en/latest/fio_doc.html"][U]fio[/U][/URL] c'è anche per Windows), occupazione CPU molto elevata come con CrystalDiskMark:

https://i.imgur.com/nzr8xx7.png"] Link ad immagine (click per visualizzarla)
Clicca per ingrandire[/URL]
Varg8707 Dicembre 2021, 19:41 #8
Originariamente inviato da: LL1
premesso che la mia sensazione è identica (ma le sensazioni, si sa, le porta via il vento mentre i fatti...) e che se ci sono spazi di miglioramento è sempre benvenuto, questi sono i valori che registro (ma non ho alcun riferimento rispetto a 10/a quello che dovrebbe essere):

Link ad immagine (click per visualizzarla)


Windows 11 Pro (22348)
Samsung 970 Evo plus 500Gb


Questo è il mio (Samsung 970 Evo plus da 500 GB)

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Non ne avevo nemmeno mai lanciato uno dato che nemmeno io ho notato rallentamenti percepibili ma nel mio caso c'è qualquadra che non cosa se rapportato al tuo.
Sì che ho pure eseguito un'installazione pulita previo secure erase con Parted Magic dato Samsung non riesce a fare un tool compatibile con GPT ma solo MBR alle soglie del 2022.
s12a07 Dicembre 2021, 19:48 #9
Originariamente inviato da: Varg87
[...]
Non ne avevo nemmeno mai lanciato uno dato che nemmeno io ho notato rallentamenti percepibili ma nel mio caso c'è qualquadra che non cosa se rapportato al tuo.
Sì che ho pure eseguito un'installazione pulita previo secure erase con Parted Magic dato Samsung non riesce a fare un tool compatibile con GPT ma solo MBR alle soglie del 2022.



CrystalDiskMark ha vari tipi di test selezionabili dal menu "Profile" (in Inglese) e gli stessi sono parzialmente personalizzabili, quindi ogni utente può avere risultati diversi. Purtroppo dagli screenshot questo non è chiarissimo e porta ad incomprensioni.

Principalmente credo che le differenze si notino usando lo stesso benchmark su due partizioni diverse (C: ed un'altra nuova sullo stesso SSD), od almeno così è come ho notato il problema sul mio PC prima di venire a conoscenza di inconvenienti specifici di Windows 11 con gli SSD NVMe.

Non è che l'SSD diventi una tartaruga, comunque.
Varg8707 Dicembre 2021, 20:03 #10
Non avevo fatto caso al fatto che lui avesse utilizzato il profilo 1 e io il 5, avevo visto solo la dimensione del volume da leggere/scrivere e la versione portable mi imposta il 5 a default.
Fatto sta che col primo test non cambia niente.

Link ad immagine (click per visualizzarla)

PS Me ne farò una ragione anche perchè avevo notato che non si nota.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^