Windows 10, rivoluzione su Microsoft Store: l'azienda al lavoro su un completo redesign

Windows 10, rivoluzione su Microsoft Store: l'azienda al lavoro su un completo redesign

Una nuova grafica e, soprattutto, diverse policy che dovrebbero invogliare gli sviluppatori a presentare le loro applicazioni di qualità sullo store di Redmond

di pubblicata il , alle 17:41 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Secondo alcune voci Microsoft è al lavoro su un'operazione di riprogettazione del Microsoft Store, sia per quanto riguarda l'estetica che le policy che regolano lo store di app. L'obiettivo è renderlo più attraente non solo per l'utente finale, ma anche e soprattutto per gli sviluppatori.

La notizia è stata riportata da Windows Central, che ha citato fonti che conoscono i piani dell'azienda. Microsoft cerca da tempo di far divenire lo store di Windows 10 l'hub centralizzato per l'installazione di app del sistema operativo, ma è facile riconoscere che il sistema consente di installare le app in maniera molto più conveniente che con lo store nativo, e addirittura la divisione Xbox ha sviluppato uno store dedicato ai giochi mettendo quasi in evidenza come vi siano pochi vantaggi nel navigare su Microsoft Store e usarlo.

Windows 10, le novità in arrivo su Microsoft Store

Adesso Microsoft sembra aver capito che è necessaria una rivoluzione nello store di app di Windows 10: sul piano grafico sarà più in linea con le novità che verranno introdotte all'interno del progetto Sun Valley, quindi con un layout diverso per i vari elementi nell'interfaccia, nuove icone e animazioni fluide. Non solo ci saranno novità di tipo estetico, ma attraverso nuove policy per gli sviluppatori Microsoft intende portare più app di qualità sullo store, vero e proprio tallone d'Achille dello stesso al giorno d'oggi.

Ad esempio, Microsoft vorrebbe consentire agli sviluppatori di rilasciare app Win32 sullo store via .exe e .msi, quindi non convertite in pacchetti compatibili. Le stesse potranno utilizzare sistemi di aggiornamento proprietari, e non i sistemi integrati su Microsoft Store e, infine, le app potranno aggirare la piattaforma commerciale di Microsoft, e quindi ottenere il loro flusso di fatturato senza dover elargire una percentuale all'azienda di Redmond.

Si tratta di cambiamenti importanti che andranno visti nell'ottica di rendere Microsoft Store più adatto alle aspettative degli utenti su PC, anche se le dinamiche dello store unificato sono più vicine agli ecosistemi mobile, che non ai fissi e ai notebook. Giungendo a qualche compromesso, tuttavia, Microsoft vuole puntare ancora sul suo store e pare che voglia introdurre al suo interno anche app come Teams, Office, Edge e Visual Studio.

Le novità dovrebbero arrivare già in autunno, proprio insieme all'aggiornamento Sun Valley di cui parlavamo poco sopra. I cambiamenti nello store verranno anticipati, probabilmente, durante la conferenza Build di quest'anno, e poi presentati all'interno delle varie Beta che si susseguiranno prima del rilascio del prossimo aggiornamento. Il nuovo Microsoft Store con le nuove policy dovrebbe arrivare non solo sulle nuove versioni di Windows 10, ma anche sulle più vecchie.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
JoJo21 Aprile 2021, 17:47 #1
Ma la vera domanda è: "Ha senso di esistere il Microsoft Store?"
Rei & Asuka21 Aprile 2021, 18:04 #2
All'inizio mi garbava anche, poi dopo l'inculata evitata per poco con Flight Simulator, lo evito come la peste.
Solo errori, DOPO il pagamento rigorosamente. Col Pass ultimate volevo scaricarlo e non c'è stato verso. Steam tutta la vita, almeno per i giochi.
dav1deser21 Aprile 2021, 18:09 #3
Originariamente inviato da: JoJo
Ma la vera domanda è: "Ha senso di esistere il Microsoft Store?"


Domanda lecitissima, che mi pongo anche io, se davvero però consentiranno tramite lo store di installare software classico, e con tutte le altre cose descritte nell'articolo, e magari senza dover avere un account collegato, potrebbe diventare un ottimo hub dove trovare le classiche app che si vogliono installare al primo avvio di windows, non sarebbe certamente necessario, ma comodo si.

Ora come ora è una delle prime icone che rimuovo quando preparo un pc.
Marko#8821 Aprile 2021, 18:10 #4
Originariamente inviato da: JoJo
Ma la vera domanda è: "Ha senso di esistere il Microsoft Store?"


L'App Store sui MacBook esiste e funziona, il PlayStore sui Chromebook (per la roba Android) esiste e funziona, quello MS avrebbe ancora più senso visto che l'utente medio cerca su google, il primo risultato è softonic, installa facendo avanti avanti avanti avanti fine e si trova 2 giochini, un assistente di amazon, 3 estensioni chrome e una barra di ricerca aggiuntiva

Personalmente non lo uso ma per gli utenti Windows un "porto sicuro" secondo me sarebbe utile. Si eviterebbe tanta cacca e tanti "eh ma su Windows ci sono i virus, non è un sistema sicuro"
Marko#8821 Aprile 2021, 18:11 #5
Originariamente inviato da: dav1deser
Domanda lecitissima, che mi pongo anche io, se davvero però consentiranno tramite lo store di installare software classico, e con tutte le altre cose descritte nell'articolo, e magari senza dover avere un account collegato, potrebbe diventare un ottimo hub dove trovare le classiche app che si vogliono installare al primo avvio di windows, non sarebbe certamente necessario, ma comodo si.

Ora come ora è una delle prime icone che rimuovo quando preparo un pc.


Per quello c'è Ninite
Piedone111321 Aprile 2021, 19:00 #6
Originariamente inviato da: Marko#88
Per quello c'è Ninite


Peccato che hanno tolto molta roba ( acrobat reader e pdfcreator, ma anche ccleaner e defragler, o utorrent ( e qualche altra applicazione utile).
C'è da dire però che non hai problemi di avanti, declina, no, ok, forse, speriamo.
sbaffo21 Aprile 2021, 19:06 #7
Finché le "app" che si trovano sullo store sono peggiori degli .exe che trovi fuori lo store non avrà successo.
Faccio l'esempio di Skype che è di proprietà di MS, quindi avrebbe interesse a gestirla bene: la versione dello store NON funziona con le credenziali precedenti, bisogna rifarle probabilmente collegandosi all account MS, e comunque è una versione ridotta e limitata del vero skypa. Chiaro che ci ho messo una croce sopra, ma su tutto lo store.

@ dav1deser
Come si fa a rimuoverlo permanentemente dai processi di windows?
nickname8821 Aprile 2021, 19:07 #8
Originariamente inviato da: JoJo
Ma la vera domanda è: "Ha senso di esistere il Microsoft Store?"

Fino a che in giro ci saranno i nabbazzi ha senso eccome.
dav1deser21 Aprile 2021, 19:20 #9
Originariamente inviato da: sbaffo
@ dav1deser
Come si fa a rimuoverlo permanentemente dai processi di windows?


Non sono molto informato a riguardo, difatti ho parlato solo di rimuovere l'icona.
Mi pare comunque sia possibile tramite degli script powershell che ora non ho sottomano.
acerbo21 Aprile 2021, 19:26 #10
Originariamente inviato da: JoJo
Ma la vera domanda è: "Ha senso di esistere il Microsoft Store?"


Ha senso eccome, su Linux i repositories esistono da decenni.
Il problema del Microsoft store é piu' o meno lo stesso che c'era all'epoca dei windows phone, scarso interesse da parte degli sviluppatori nonostante l'enorme diffusione di windows 10 e scarsa qualità delle app presenti sullo store rispetto alle alternative scaricabili in formato exe/msi esternamente.
Come al solito il problema sta nella politica di Microsoft, di per se l'idea dello store é ottima e non é di microsoft.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^