Windows 10, Microsoft estende il supporto dell'October 2018 Update per il coronavirus

Windows 10, Microsoft estende il supporto dell'October 2018 Update per il coronavirus

Stiamo tutti aspettando il rilascio di Windows 10 20H1, ma i lavori di sviluppo sulle attuali versioni non si sono arrestati, nemmeno con l'epidemia in corso. Ecco le novità del Patch Tuesday di aprile.

di pubblicata il , alle 14:21 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Microsoft continuerà a rilasciare puntualmente aggiornamenti di sicurezza anche su Windows 10 1809 (Windows 10 October 2018 Update) fino al 10 novembre 2020, nonostante il termine del supporto fosse previsto molto prima (a maggio, per l'esattezza). L'estensione della sicurezza è dovuta all'attuale crisi sanitaria globale e i motivi sono stati spiegati nel dettaglio in un documento online aggiornato nelle scorse ore.

Il documento spiega che l'estensione degli aggiornamenti di sicurezza per le versioni di Windows 10 (la chiave di attivazione è acquistabile oggi online a meno di 10€) vicine al termine del supporto allevierà le difficoltà che aziende, privati e realtà di diverso tipo stanno affrontando in queste settimane per via dell'isolamento che noi tutti siamo tenuti a rispettare. Di seguito riportiamo la dichiarazione completa, liberamente tradotta in lingua italiana:

Data di fine servizio posticipata per Windows 10, versione 1809

"Abbiamo valutato la situazione della salute pubblica e compreso l'impatto che ciò sta avendo su molti dei nostri clienti. Per aiutare ad alleviare alcune delle difficoltà che i nostri utenti devono affrontare, ritarderemo la data di fine servizio pianificata per le edizioni Home, Pro, Pro Education, Pro for Workstations e IoT Core di Windows 10, versione 1809 al 10 novembre 2020. Ciò significa che i dispositivi riceveranno aggiornamenti di sicurezza mensili da giugno a novembre. L'aggiornamento di sicurezza finale per queste edizioni di Windows 10 1809 verrà rilasciato il 10 novembre 2020 anziché il 12 maggio 2020. Per ulteriori informazioni, consultare la scheda informativa sul ciclo di vita di Windows e le modifiche del ciclo di vita alla fine delle date di assistenza e manutenzione".

Il termine del supporto su Windows 10 1809, quindi, è stato rimandato rispetto ai piani iniziali: la versione 1809 continuerà a ricevere aggiornamenti di sicurezza (quindi niente feature aggiuntive) ben oltre il termine indicato in precedenza, il 12 maggio. L'ultimo aggiornamento di sicurezza arriverà su October 2018 Update il 10 novembre 2020, data entro la quale lo stesso sistema operativo inizierà a suggerire l'installazione per l'ultima versione disponibile al pubblico.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giovanni6916 Aprile 2020, 16:15 #1
Il che sta a dimostrare che è tutto un circo: si spinge ad aggiornare solo per fare girare la giostra dei programmatori, per forzare gli investimenti che portano agli aggiornamenti di macchine e di software... e nel momento in cui ci si rende conto che la giostra non può correre come prima, perchè altrimenti ci si alienano le simpatie dei programmatori, tutto d'incanto si ferma o rallenta.
Unrealizer16 Aprile 2020, 17:31 #2
Originariamente inviato da: giovanni69
Il che sta a dimostrare che è tutto un circo: si spinge ad aggiornare solo per fare girare la giostra dei programmatori, per forzare gli investimenti che portano agli aggiornamenti di macchine e di software... e nel momento in cui ci si rende conto che la giostra non può correre come prima, perchè altrimenti ci si alienano le simpatie dei programmatori, tutto d'incanto si ferma o rallenta.


Oppure semplicemente si stanno accollando lavoro in più (mantenere una versione in più dell'OS) per alleggerire il carico sulle aziende clienti provate dalla situazione ("già dobbiamo capire come pagare gli stipendi, ci manca solo spendere una settimana per aggiornare tutti"

In ogni caso, il resto del discorso non ha granché senso visto che i requisiti hardware di 10 sono rimasti pressochè immutati rispetto a quando è uscito nel 2015. E a dirla tutta sono gli stessi di Windows 7 uscito più di 10 anni fa.
Nicodemo Timoteo Taddeo16 Aprile 2020, 18:00 #3
Originariamente inviato da: Unrealizer
Oppure semplicemente si stanno accollando lavoro in più (mantenere una versione in più dell'OS) per alleggerire il carico sulle aziende clienti provate dalla situazione ("già dobbiamo capire come pagare gli stipendi, ci manca solo spendere una settimana per aggiornare tutti"


Mica tanto accollare, la 1809 LTSC la devono mantenere per altri otto anni lo stesso...


In ogni caso, il resto del discorso non ha granché senso visto che i requisiti hardware di 10 sono rimasti pressochè immutati rispetto a quando è uscito nel 2015. E a dirla tutta sono gli stessi di Windows 7 uscito più di 10 anni fa.


I requisiti dichiarati son gli stessi.

Ma le ultime versioni di 10 sono diventate sensibilmente più pesanti delle prime. Con hardware adeguato uno non se ne accorge ma sulle macchine dello scorso decennio, ancor più se con hard disk tradizionale, si sente. Cosa normale sia chiaro. Io farei come Apple, ad ogni nuova release impedirei direttamente l'installazione sulle macchine più vecchie. In questo modo si riduce il numero di hardware da supportare e mettendo le cose in chiaro si evitano le lamentele di chi vede il computer sempre più lento...
WarDuck16 Aprile 2020, 21:08 #4
Originariamente inviato da: giovanni69
Il che sta a dimostrare che è tutto un circo: si spinge ad aggiornare solo per fare girare la giostra dei programmatori, per forzare gli investimenti che portano agli aggiornamenti di macchine e di software... e nel momento in cui ci si rende conto che la giostra non può correre come prima, perchè altrimenti ci si alienano le simpatie dei programmatori, tutto d'incanto si ferma o rallenta.


Chiamasi, almeno sulla carta, progresso tecnologico. Non sto qui ad aprire discussioni sulla reale evoluzione o il reale benessere che questo apporta all'uomo, sarebbe una questione troppo grossa.

In ogni caso il tuo ragionamento si può applicare a qualsiasi settore (automotive, elettronica, e via discorrendo).

Nel caso di software come Windows 10, tali aggiornamenti sono gratuiti.

Certo, ci sono sempre di mezzo i dati personali come moneta di scambio, ma questo vale per la maggior parte dei servizi free in rete.

Comunque se non vi piace W10 (cosa leggittima) ci sono sempre le alternative.
nickname8816 Aprile 2020, 21:16 #5
Originariamente inviato da: Nicodemo Timoteo Taddeo
I requisiti dichiarati son gli stessi.

Ma le ultime versioni di 10 sono diventate sensibilmente più pesanti delle prime. Con hardware adeguato uno non se ne accorge

Infatti l'HW deve essere sempre adeguato.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^