Chrome OS: compare la voce 'applicazioni Linux' nelle impostazioni

Chrome OS: compare la voce 'applicazioni Linux' nelle impostazioni

Compare la voce "Applicazioni Linux" su Chrome OS nella versione Dev destinata agli utenti di Google Pixelbook: un ulteriore passo verso il lancio ufficiale della funzionalità, atteso per il Google I/O

di pubblicata il , alle 16:41 nel canale Sistemi Operativi
GoogleChromebookLinux
 

Continua lo sviluppo dello strato di compatibilità per le applicazioni Linux all'interno di Chrome OS. Nell'ultima build rilasciata nel canale Dev del sistema operativo è infatti comparsa ad alcuni utenti di Google Pixelbook la voce "Applicazioni Linux" nelle impostazioni, chiaro preludio al lancio della funzionalità in via ufficiale.

Crostini su Chrome OS

Attualmente il supporto rimane comunque piuttosto limitato: non è presente l'accelerazione hardware, con chiare conseguenze su tutte quelle applicazioni che la richiedono, e sembrano esserci problemi nella gestione dell'audio. Un utente di Reddit è stato in grado di installare Steam, segno che la compatibilità con le applicazioni Linux è molto ampia.

La disponibilità più ampia di Crostini su Chrome OS - questo il nome del progetto dello strato di compatibilità - richiederà probabilmente qualche mese prima di diventare più ampia; dispositivi come il Samsung Chromebook non riescono infatti ancora a eseguire Crostini nonostante la compatibilità di architettura.

Maggiori novità emergeranno quasi certamente nel corso del Google I/O, che prenderà il via questa sera alle 19.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Sandro kensan08 Maggio 2018, 20:47 #1
Sono molto curioso. Le applicazioni linux sono una buona parte del sistema GNU/Linux per cui avere un laptop che le esegue è avere linux grossomodo al 50%.

Chissà dal punto di vista della privacy se siamo messi come con le google apps e cioè obbligati a dare tutti i propri dati a google. Mi informerò.

Comunque è una grande possibilità per le [S]google[/S] linux apps che aumentano il loro share a livelli raddoppiati.

https://www.kensan.it/articoli/Linu...o_di_utenti.php

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^