SpaceX: il test di Starship SN15 è stato completato con successo

SpaceX: il test di Starship SN15 è stato completato con successo

Oggi si è tenuto il test di Starship SN15 di SpaceX che si è concluso con successo. Si tratta ancora una volta di un prototipo della futura navicella per portare gli esseri umani sulla Luna, Marte e più in generale nello Spazio.

di pubblicata il , alle 00:58 nel canale Scienza e tecnologia
SpaceX
 

Dopo i successi di SpaceX con il lancio dei satelliti Starlink e del rientro degli astronauti della missione Crew-1 dalla Stazione Spaziale Internazionale (a bordo di una capsula Crew Dragon) si è tornato a parlare di Starship SN15. Il prototipo della navicella è stato posizionato qualche giorno fa sul pad di lancio a Boca Chica (o Starbase, come alcuni vorrebbero chiamarla) e oggi ha spiccato il volo.

Secondo quanto riportato dallo stesso Elon Musk alla fine di Marzo, questa nuova linea di prototipi ha molte novità e migliorie. Così tanti i cambiamenti rispetto al passato che si è passati direttamente da SN11 a SN15 tralasciando le unità intermedie. Quando ci fu il RUD (esplosione a causa di una fuga di metano) di SN11, Musk scrisse "SN15 arriverà alla rampa di lancio in pochi giorni. Ha centinaia di miglioramenti nel design costruttivo, avionica/software e motore".

La stessa SpaceX ha scritto queste novità permetteranno maggiore velocità ed efficienza durante la produzione e il volo. Una delle note principali riguarda l'avionica, la sezione di alimentazione nella parte terminale e cambiamenti anche per i motori Raptor.

starship

Certo esteriormente l'unità risulta sostanzialmente uguale. Ci sono alcune piccole variazioni che si ripercuotono anche all'interno mentre è stata mantenuta la struttura delle quattro grandi superfici mobili (ci sono alcuni affinamenti aerodinamici) che permettono di modificarne la traiettoria. Sono presenti anche più "piastrelle isolanti" che serviranno quando ci sarà il rientro orbitale, si spera entro il 2021.

Il test di SpaceX Starship SN15 si è concluso con un successo

Il test di oggi, come già accaduto in passato, prevedeva il decollo per arrivare fino a una quota di 10 km. Durante le fasi preparatorie ci sono stati alcuni momenti d'incertezza con il personale di SpaceX che è dovuto tornare al pad per eseguire delle verifiche, ma tutto si è risolto in pochissimo tempo. Anche il meteo non è stato particolarmente clemente, ma anche questo non ha fermato il test.

spacex

Poco prima della mezzanotte (ora italiana) è stato reso disponibile lo streaming ufficiale della società con un conto alla rovescia di circa 30 minuti. A quel punto è stato chiaro che il prototipo avrebbe volato da lì a pochi minuti.

spacex

Starship SN15 è decollato alle 0:25 (ora italiana) e dopo un minuto ha raggiunto la quota di 2 km. Le nuvole e la connessione per lo streaming video non perfetta hanno fatto temere il peggio, ma lo speaker ufficiale ha rassicurato che le fasi si stavano compiendo correttamente.

spacex

spacex

Poco prima dei tre minuti dal decollo il prototipo è arrivato a una quota di 8 km. A circa tre minuti e mezzo la quota raggiunta era vicino ai 10 km con la navicella che ha iniziato le fasi di permanenza in volo statico con un solo motore acceso (come previsto).

spacex

starship

Non è mancata ancora una volta la (famosa) manovra del "belly flop", questo significa anche portare Starship da una posizione verticale a orizzontale. Intorno ai quattro minuti e quaranta secondi (dove un breve spezzone video ha mostrato il sistema di flap in funzione) c'è stata la fase di rientro verso la superficie che è risultata in passato una delle più complesse. SpaceX ha previsto per Starship SN15 di accendere due motori Raptor quando mancavano pochi metri per evitare un atterraggio troppo "duro" contro il pad in cemento.

spacex

Tutto sembra essersi svolto correttamente nonostante un incendio alla base del prototipo (che ovviamente non è previsto nel design definitivo). Si tratta del secondo atterraggio corretto per Starship e a differenza di SN11, sono state portate a termine tutte le fasi. Siamo ancora lontani da una navicella effettivamente funzionale, ma ovviamente è giusto procedere per gradi e portare via via sempre ulteriori migliorie e novità tecniche. Sicuramente si tratta di un punto dal quale partire (e che sembra confermare come le modifiche delle nuove versioni abbiano funzionato).

Seguiteci anche su Instagram per foto e video in anteprima!
36 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
raxas06 Maggio 2021, 02:48 #1
a quanto pare vediamo il 15simo prototipo,
"quanti prototipi ha bisogno un terrestre prima di giungere dove non è ancora pervenuto prima?" (cit.)

mettiamo che serva un prototipo per la prova di ogni bullone, ogni lamiera, ogni ugello, ogni sensore e via via tutti i componenti e le relative modifiche possibili, e relativi insuccessi, allora
è una strada da serial telenovela cosmo-siderale
jepessen06 Maggio 2021, 09:30 #2
Originariamente inviato da: raxas
a quanto pare vediamo il 15simo prototipo,
"quanti prototipi ha bisogno un terrestre prima di giungere dove non è ancora pervenuto prima?" (cit.)

mettiamo che serva un prototipo per la prova di ogni bullone, ogni lamiera, ogni ugello, ogni sensore e via via tutti i componenti e le relative modifiche possibili, e relativi insuccessi, allora
è una strada da serial telenovela cosmo-siderale


Beh, per mettere piede sulla Luna la NASA ha effettuato altre sette missioni prima, dove ogni missione aggiungeva un tassello al numero di step totali... E parliamo di lanci veri, non di test...
frankie06 Maggio 2021, 09:33 #3
Ni, come avrai potuto capire dalla storia e non dalla numerazione, i prototipi non sono lineari.
Ci sono stati 7.1 e 7.2, ma totalmente assenti SN12 13 e 14.

In ogni caso è un sistema di progrettazione diverso da altri, dove si fan più prototipi e test "sul campo", a riguardo c'è un bel video di SpaceX,
How Not to Land an Orbital Rocket Booster

https://youtu.be/bvim4rsNHkQ
GuardaKeTipo06 Maggio 2021, 09:39 #4
...a quanto pare c'è chi commenta senza neppure informarsi minimamente prima...
io78bis06 Maggio 2021, 10:46 #5
Originariamente inviato da: raxas
a quanto pare vediamo il 15simo prototipo,
"quanti prototipi ha bisogno un terrestre prima di giungere dove non è ancora pervenuto prima?" (cit.)

mettiamo che serva un prototipo per la prova di ogni bullone, ogni lamiera, ogni ugello, ogni sensore e via via tutti i componenti e le relative modifiche possibili, e relativi insuccessi, allora
è una strada da serial telenovela cosmo-siderale


Non capisco il senso del commento comunque considerando che in meno di 6 mesi è riuscita a risolvere i problemi di volo/atterraggio direi che sta procedendo bene.
Può farne anche 100 di prototipi l'importante è che quando ci salgono le persone sia sicura
LMCH06 Maggio 2021, 11:49 #6
Mi chiedo a cosa sia dovuta la fiamma che continua a bruciare anche dopo che i propulsori si sono spenti.
Non si capisce se è una cosa voluta (bruciare il metano residuo oppure bruciare eventuali perdite prima che raggiungano un mix esplosivo con l'aria) oppure cosa.
marcram06 Maggio 2021, 11:58 #7
Originariamente inviato da: LMCH
Mi chiedo a cosa sia dovuta la fiamma che continua a bruciare anche dopo che i propulsori si sono spenti.
Non si capisce se è una cosa voluta (bruciare il metano residuo oppure bruciare eventuali perdite prima che raggiungano un mix esplosivo con l'aria) oppure cosa.


Quando sta per toccare terra si vede una delle coperte termiche che prende fuoco nell'area motori. Potrebbe essere quella, oppure una fuga di metano.
Certo è che quando atterra, le zampe corte fanno sì che l'area motori si scaldi molto, qualcosa li dentro finisce sicuramente per prendere fuoco...
Vedremo le analisi, della prima Starship sopravvissuta...
Sp3cialFx06 Maggio 2021, 12:57 #8
Per chi non ha capito spiego in sintesi il workflow di SpaceX:
- qualche proof of concept (hopper)
- un tot di tentativi, un sacco di esplosioni perché "i bambini lo adorano" (cit)
- rivoluzione del mercato aerospaziale

Forse non è chiaro che la SpaceX è passata da startup che ha avuto il primo successo nel 2008 (quando il Falcon 1 raggiunge l'orbita) a asfaltare (*) l'intero settore, composto peraltro non da minchioni ma da agenzie spaziali governative con 50 anni di storia / esperienza / risorse, e a conquistare una buona parte del mercato dei lanci commerciali.

Quando fa qualcosa quindi meglio prima tacere e cercare di capire bene, e se poi viene ancora da dire qualcosa significa che non hai ancora capito bene.

Questa peraltro è una buona regola da applicare sempre, in un mondo in cui internet pullula di gente che non ha combinato una sega nella propria vita ma che vuole spiegare alle persone al top (in qualsiasi settore) cosa sbagliano e come si fa.

Ps: non mi sto riferendo a raxas che diceva un'altra cosa e comunque no, non costruiscono un prototipo per testare ogni bullone. I bulloni vengono testati a monte. Nel software ci sono gli unit test e i functional test. Ecco, quando lanciano un prototipo stanno facendo i functional test. Quando testano i singoli componenti prima di utilizzarli stanno facendo gli unit test.

(*) termine che odio ma qui si applica
Custode06 Maggio 2021, 13:51 #9
Originariamente inviato da: Sp3cialFx
Per chi non ha capito spiego in sintesi il workflow di SpaceX:
- qualche proof of concept (hopper)
- un tot di tentativi, un sacco di esplosioni perché "i bambini lo adorano" (cit)
- rivoluzione del mercato aerospaziale

Forse non è chiaro che la SpaceX è passata da startup che ha avuto il primo successo nel 2008 (quando il Falcon 1 raggiunge l'orbita) a asfaltare (*) l'intero settore, composto peraltro non da minchioni ma da agenzie spaziali governative con 50 anni di storia / esperienza / risorse, e a conquistare una buona parte del mercato dei lanci commerciali.

Quando fa qualcosa quindi meglio prima tacere e cercare di capire bene, e se poi viene ancora da dire qualcosa significa che non hai ancora capito bene.

Questa peraltro è una buona regola da applicare sempre, in un mondo in cui internet pullula di gente che non ha combinato una sega nella propria vita ma che vuole spiegare alle persone al top (in qualsiasi settore) cosa sbagliano e come si fa.

Ps: non mi sto riferendo a raxas che diceva un'altra cosa e comunque no, non costruiscono un prototipo per testare ogni bullone. I bulloni vengono testati a monte. Nel software ci sono gli unit test e i functional test. Ecco, quando lanciano un prototipo stanno facendo i functional test. Quando testano i singoli componenti prima di utilizzarli stanno facendo gli unit test.

(*) termine che odio ma qui si applica



Quoto in pieno il concetto espresso:
la democrazia digitale, ormai da anni ha permesso a qualsiasi imbecille di poter proferire imbecillità e, cosa assurda, avere proseliti a tali imbecillità.

Un tempo, se eri un imbecille e dicevi fesserie, venivi deriso ed emarginato: oggi puoi diventare il leader di frustrati che possono riversare sui social media il loro malessere esistenziale.

Davvero, ad ogni caspita di articolo tecnico scientifico, ovunque, si deve sempre leggere dell'imbecille di turno che vuole spiegare alle migliori menti mondiali, cosa avrebbero dovuto fare.
Fa cadere le braccia.
Ago7206 Maggio 2021, 14:09 #10
Originariamente inviato da: Custode
Quoto in pieno il concetto espresso:
la democrazia digitale, ormai da anni ha permesso a qualsiasi imbecille di poter proferire imbecillità e, cosa assurda, avere proseliti a tali imbecillità.


Parlano alla pancia bypassando il cervello, è un metodo vecchio di millenni, ma ancora perfettamente funzionante.
Poi tornando su spacex, se interessati, ci sono decini di ottimi canali youtube/telegram (compresi gli ottimi canali di link4universe in italiano, di cui uno specifico su SpaceX) dove ogni giorno vengono date informazioni tecniche su spacex. Giorni fa spiegavono le maggiori differenze di SN15 rispetto ai predecessori.

Se poi non si è interessati, allora basterebbe non commentare...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^