Paris region, Groupe ADP, Air France-KLM e Airbus insieme per verificare le potenzialità dell'idrogeno negli aeroporti

Paris region, Groupe ADP, Air France-KLM e Airbus insieme per verificare le potenzialità dell'idrogeno negli aeroporti

Per esplorare le potenzialità che potrebbero emergere dal rendere gli aeroporti parigini hub per l'idrogeno, Paris region, Groupe ADP, Air France-KLM e Airbus hanno lanciato un invito alla manifestazione di interesse: verranno raccolti progetti e verificata la fattibilità su larga scala

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Scienza e tecnologia
Airbus
 

L'abbandono dei carburanti fossili nella mobilità futura è un graduale processo che interesserà molti settori: saranno diverse le tecnologie che se ne renderanno protagoniste e l'idrogeno punta a essere certamente una di esse. Il tema della produzione e distribuzione dell'idrogeno sarà fondamentale per la diffusione della tecnologia a celle a combustibile e per tutti gli altri usi dell'idrogeno per muovere mezzi.

Una delle strategie sarà quella di creare degli hub a cui possano fare riferimento diversi tipi di mezzi, ottimizzando la produzione e la distribuzione: abbiamo visto un esempio con i piani per convertire all'idrogeno la linea ferroviaria Brescia-Iseo-Edolo, lanciato da FNM. L'infrastruttura di distribuzione dell'idrogeno che nascerà per rifornire i treni sarà sviluppata anche nell'ottica di diventare hub di rifornimento anche per i bus del vettore che operano sul territorio, ma anche per i rifornimenti di auto private.

Più partner insieme per verificare le potenzialità dell'idrogeno negli aeroporti

In questo scenario potranno giocare un ruolo molto importante gli aeroporti, anche visto l'obiettivo della Commissione Europea di rendere entro il 2035 il traffico aereo a emissioni zero. Per esplorare le potenzialità che potrebbero emergere dal rendere gli aeroporti parigini hub per l'idrogeno, Paris region, Groupe ADP, Air France-KLM e Airbus hanno lanciato un invito alla manifestazione di interesse.

Lo scopo è quello di esplorare diversi tipi di soluzioni e testarne la fattibilità economica in vista di un'adozione si larga scala. Sono tre principalmente i temi che saranno investigati:

  • Lo stoccaggio, il trasporto e la distribuzione dell'idrogeno (gassoso e liquido) all'interno dell'ambiente aeroportuale.
  • La diversificazione dei casi d'uso dell'idrogeno nell'aeronautica e negli aeroporti, affiancando il suo uso sui velivoli del futuro ai veicoli che si occupano della movimentazione delle persone, dei bagli e delle merci, alle navette e i trasporti su rotaia, ma anche come fonte di energia per alimentare gli edifici e gli aerei in sosta durante le operazioni di rifornimento.
  • L'economia circolare che ruota attorno all'idrogeno, con il recupero dell'energia dissipata e dei sottoprodotti lungo tutto il ciclo, dalla produzione alle operazioni di rifornimento degli aerei.

Dal 11 febbraio al 19 marzo sarà attivo il sito hydrogenhubairport.com (in realtà oggi 11 febbraio al momento in cui vi scriviamo sembra ancora non esserlo) per raccogliere idee e progetti, che saranno vagliati e scelti entro la fine di aprile.

Per una realtà come Aéroports de Paris si tratta di un'occasione per riportare gli aeroporti al centro della mobilità, non solo aerea, ma anche terrestre, contribuendo alla decarbonizzazione dell'aviazione. La Regione di Parigi vede l'occasione per dare nuovo impulso agli esperimenti in corso, tra i quali l'utilizzo di due bus all'idrogeno sulla tratta Jouy-en-Josas and Versailles Chantiers, ampliando nel contempo le collaborazioni pubblico-privato. L'interesse di Air France-KLM e di Airbus è quello di dare un futuro sostenibile all'aviazione, per riuscire a rispondere alla richiesta di voli commerciali a emissioni zero. In questo senso non bastano gli aerei, ma è fondamentale che il passo sia fatto da tutta l'industria e dalle infrastrutture che ruotano intorno all'aviazione.

Anche l'aeroporto di Leeds punta a diventare hub per l'idrogeno

Lo scenario sta cambiando rapidamente e anche in altri paesi fioriscono progetti simili: l'altro giorno, ad esempio, l'aeroporto di Leeds in UK (Leeds Bradford Airport - LBA) ha avviato un progetto per rinnovare uno dei suoi terminal, installando anche una centrale per la produzione di idrogeno, anche in questo caso sia per venire incontro alle future richieste dell'aviazione zero-emission, sia per diventare hub per il trasporto pesante basato sull'idrogeno.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^