NASA Ingenuity ha completato il suo terzo volo su Marte percorrendo 100 metri

NASA Ingenuity ha completato il suo terzo volo su Marte percorrendo 100 metri

I voli si susseguono a ritmo serrato su Marte grazie a NASA Ingenuity. Il piccolo drone-elicottero ha percorso nel suo terzo volo fino a 100 metri (50 andata e 50 ritorno) per superare di gran lunga quanto sperimentato sulla Terra.

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Scienza e tecnologia
NASA
 

Continuano le prove di volo del drone NASA Ingenuity nella tenue atmosfera di Marte. Un paio di giorni fa erano state rese note le informazioni principali per il terzo tentativo. Il JPL ha annunciato nella giornata di ieri che tutto è andato come previsto e anche questa prova è stata un successo.

nasa ingenuity navcam

Click sull'immagine per ingrandire, immagine dalla Navcam di Perseverance

L'idea ribadita più volte nella conferenza stampa di qualche tempo fa da MiMi Aung (project manager) di provare a spingersi "sempre oltre i limiti" per cercare di acquisire il maggior numero di informazioni e dati sta avendo i risultati sperati, almeno per il momento. In questo terzo volo marziano, NASA Ingenuity ha anche superato quanto sperimentato inizialmente qui sulla Terra. Si vola quindi in territori veramente inesplorati.

Per i test sulla Terra erano state riprodotte delle condizioni simili a quelle di Marte, ma permettendo al drone-elicottero di muoversi di circa mezzo metro in tutte le direzioni. Questo è uno dei motivi per i quali non si è proceduto sin da subito con voli orizzontali sulla lunga distanza. Ci sono poi le incognite legate alla polvere che può rendere difficile la cattura delle immagini della fotocamera oppure ci potrebbe essere un problema software.

Il video catturato da una delle Mastcam-Z di NASA Perseverance

Il terzo volo di NASA Ingenuity, percorsi 100 metri

Alle 12:33 (ora di Marte), il piccolo drone-elicottero si è sollevato dalla superficie per raggiungere i 5 metri di quota (l'altimetro laser mantiene una precisione accettabile fino a 10 metri), la stessa altitudine scelta per il secondo volo. A questo punto sono stati percorsi 50 metri in orizzontale toccando una velocità di 2 m/s (pari a 7,2 km/h) per poi tornare al punto di partenza. In totale quindi il volo ha coperto una distanza di 100 metri. Anche durante questa prova sono state catturate nuove immagini a colori che vedremo a breve.

nasa ingenuity

Un'immagine a colori catturata da Ingenuity durante il suo secondo volo

Come sempre NASA Perseverance si tiene a distanza di sicurezza da NASA Ingenuity a circa 64 metri nella zona del Van Zyl Overlook. Questo terzo volo ha avuto una durata di 80 secondi e dovremo vedere nuovi video catturati dalle fotocamere Mastcam-Z del rover mentre è stata rilasciata un'immagine della Navcam.

Ricordiamo che sul drone sono presenti due fotocamere: una in bianco e nero (da 0,5 MPixel) che serve a "leggere il terreno". La seconda è da 13 MPixel a colori (con sensore di origine Sony) inclinata di 22° per permettere di riprendere il panorama di fronte al drone, ma non può registrare video. Una delle limitazioni tecniche per la velocità di volo è quella legata alla fotocamera in bianco e nero. Questa deve infatti essere in grado di inviare informazioni al computer e quest'ultimo deve eseguire i calcoli, non è possibile quindi volare troppo veloci.

Il drone sarà abbandonato a breve?

Il JPL ha poi specificato che la missione non sarà estesa oltre i 30 giorni marziani previsti, per due motivi. Il budget necessario per 30 giorni di prove è stimato in 5 milioni di dollari e la NASA non ha fondi illimitati. NASA Ingenuity è solo un dimostratore tecnologico e non ha strumenti scientifici a bordo. La missione principale rimane NASA Perseverance che viene in parte rallentato nell'esplorazione dalla presenza del drone (visto che il rover fa da "ponte" per le comunicazioni).

Un'altra immagine a colori (la terza) catturata da Ingenuity durante il suo secondo volo

Alle 22:00 (ora italiana) di oggi ci sarà una sessione di domande e risposte (Q&A) su Reddit per scoprire altre curiosità sul drone e sulla missione. È in questa occasione che potremo vedere forse ulteriori immagini e video del secondo e del terzo volo. Inoltre potremo sapere cosa avverrà per il quarto e il quinto. Quest'ultimo potrebbe essere l'ultimo volo del drone, ma non c'è ancora una conferma definitiva in merito.

Seguiteci anche su Instagram per foto e video in anteprima!
9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LiquidMik26 Aprile 2021, 09:58 #1
Spettacolo
io78bis26 Aprile 2021, 10:12 #2
Bene almeno in futuro ci si sposterà più velocemente.

Sta storia dei costi della missione mi sembra una boiata.
Non credo costi tanto portarsi il drone sempre dietro, lasciandolo a una distanza di sicurezza ma avendolo nel caso durante l'esplorazione ci fossero zone che si vogliono indagare prima di andarci fisicamente con Perseverance.
la velocità di Perseverance mi sembra si misuri in cm/s non m/s.
Ago7226 Aprile 2021, 10:47 #3
Originariamente inviato da: io78bis
Bene almeno in futuro ci si sposterà più velocemente.

Sta storia dei costi della missione mi sembra una boiata.
Non credo costi tanto portarsi il drone sempre dietro, lasciandolo a una distanza di sicurezza ma avendolo nel caso durante l'esplorazione ci fossero zone che si vogliono indagare prima di andarci fisicamente con Perseverance.
la velocità di Perseverance mi sembra si misuri in cm/s non m/s.


Questo avverrà con il prossimo rover, in quanto il drone sarà dotato di un suo rtg, in modo da potersi "ricaricare" autonomamente e poter anche superare l'inverno marziano. La maggiore energia a disposipozione, potrebbe renderlo autonomo rispetto al rover, non dovendo dipendere da lui per la comunicazione. Così facendo il drone non rallenterà gli esperimenti del primo.
Poi credo che un team di quel livello, impiegato in questi test non costi poco, e quindi il 5 milioni ci stanno tutti.
La Paura26 Aprile 2021, 12:00 #4
Originariamente inviato da: io78bis
Bene almeno in futuro ci si sposterà più velocemente.

Sta storia dei costi della missione mi sembra una boiata.
Non credo costi tanto portarsi il drone sempre dietro, lasciandolo a una distanza di sicurezza ma avendolo nel caso durante l'esplorazione ci fossero zone che si vogliono indagare prima di andarci fisicamente con Perseverance.
la velocità di Perseverance mi sembra si misuri in cm/s non m/s.


Il discorso sui costi è il seguente:

Uno dei problemi di questi missioni e delle missioni spaziali in genere è il peso.
Si deve trovare sempre la cosa migliore con il peso minore.
Quindi se si parla di una cosa meccanica che deve resistere alle condizioni marziane senza se e senza ma, cioè che qualunque cosa accada sia comunque operativa (di certo non puoi mandare un tecnico a risolvere il problema), non basta sovradimensionare ogni componente perché ci si scontra con un aumento di peso.

Quindi c'è un lavoro di studio e soprattutto di test e simulazione spaventoso che ha un costo immenso.

Per uno dei rover passati, che atterrava gonfiando degli airbag e ribalzando sulla superfice, hanno creato una stanza che simulava le condizioni di atmosferiche di marte e con un getto d'aria orizzontale simulavano la caduta libera di quell'oggetto per verificare la resistenza agli impatti al suolo degli airbag.

I costi ci stanno tutti.
ninja75026 Aprile 2021, 12:23 #5
peccato non vogliano continuare ad usarlo oltre i 30g
io78bis26 Aprile 2021, 12:56 #6
Originariamente inviato da: Ago72
Questo avverrà con il prossimo rover, in quanto il drone sarà dotato di un suo rtg, in modo da potersi "ricaricare" autonomamente e poter anche superare l'inverno marziano. La maggiore energia a disposipozione, potrebbe renderlo autonomo rispetto al rover, non dovendo dipendere da lui per la comunicazione. Così facendo il drone non rallenterà gli esperimenti del primo.
Poi credo che un team di quel livello, impiegato in questi test non costi poco, e quindi il 5 milioni ci stanno tutti.


Originariamente inviato da: La Paura
Il discorso sui costi è il seguente:

Uno dei problemi di questi missioni e delle missioni spaziali in genere è il peso.
Si deve trovare sempre la cosa migliore con il peso minore.
Quindi se si parla di una cosa meccanica che deve resistere alle condizioni marziane senza se e senza ma, cioè che qualunque cosa accada sia comunque operativa (di certo non puoi mandare un tecnico a risolvere il problema), non basta sovradimensionare ogni componente perché ci si scontra con un aumento di peso.

Quindi c'è un lavoro di studio e soprattutto di test e simulazione spaventoso che ha un costo immenso.

Per uno dei rover passati, che atterrava gonfiando degli airbag e ribalzando sulla superfice, hanno creato una stanza che simulava le condizioni di atmosferiche di marte e con un getto d'aria orizzontale simulavano la caduta libera di quell'oggetto per verificare la resistenza agli impatti al suolo degli airbag.

I costi ci stanno tutti.


I non so quanto guadagnino i tecnici JPL ma il drone è costato 80Milioni e non credo che il caricare il solo programma di volo richieda più di una persona. Vola in un'area pianeggiante e senza ostacoli se non eventualmente in atterraggio. Stabilito che vola e si sposta senza problemi tanto vale vedere se si riesce a fargli pedinare qualcosa (Perseverance).
Dal momento che il percorso di Perseverance viene stabilito non credo costi tanto prevedere/caricare dei piani di volo perchè Ingenuity lo segua. Non deve esserci una squadra per monitorare i dati raccolti o analizzare la telemetria.

Se Ingenuity lo segue bene se si rompe o smette di funzionare pazienza tanto lo si voleva abbandonare.
Svelgen26 Aprile 2021, 13:39 #7
Originariamente inviato da: io78bis
I non so quanto guadagnino i tecnici JPL ma il drone è costato 80Milioni e non credo che il caricare il solo programma di volo richieda più di una persona. Vola in un'area pianeggiante e senza ostacoli se non eventualmente in atterraggio. Stabilito che vola e si sposta senza problemi tanto vale vedere se si riesce a fargli pedinare qualcosa (Perseverance).
Dal momento che il percorso di Perseverance viene stabilito non credo costi tanto prevedere/caricare dei piani di volo perchè Ingenuity lo segua. Non deve esserci una squadra per monitorare i dati raccolti o analizzare la telemetria.

Se Ingenuity lo segue bene se si rompe o smette di funzionare pazienza tanto lo si voleva abbandonare.


Forse ti sfugge che si da la priorità alla missione principale e sulla quale sono stati investiti i maggiori soldi.
Se ingenuity si rompe e precipita su Perseverance, rischi di buttare all'aria l'intera missione. E sarebbe anche comico considerato che i maggiori problemi durante una missione di questo tipo li hai nelle varie sequenze di atterraggio/volo e non, dopo che hai poggiato le ruote sul suolo Marziano e inizi a perlustrare la zona con il Rover.
Quindi è giusto che tra poco, inizino a pensare alla missione vera e propria perché comunque, far alzare in volo il drone comporta sempre un certo margine di rischio che, per quanto accettabile, non puoi azzerare.
io78bis26 Aprile 2021, 14:08 #8
Originariamente inviato da: Svelgen
Forse ti sfugge che si da la priorità alla missione principale e sulla quale sono stati investiti i maggiori soldi.
Se ingenuity si rompe e precipita su Perseverance, rischi di buttare all'aria l'intera missione. E sarebbe anche comico considerato che i maggiori problemi durante una missione di questo tipo li hai nelle varie sequenze di atterraggio/volo e non, dopo che hai poggiato le ruote sul suolo Marziano e inizi a perlustrare la zona con il Rover.
Quindi è giusto che tra poco, inizino a pensare alla missione vera e propria perché comunque, far alzare in volo il drone comporta sempre un certo margine di rischio che, per quanto accettabile, non puoi azzerare.


Io non sto dicendo di non dedicarsi a Perseverance ma semplicemente di non capire come possa, dedicare una persona 1-2h/gg alla programmazione del piano di volo di Ingenuity, costare più di 80Milioni che andranno persi se Ingenuity non viene usato.

Certo non è che Ingenuity scappa quindi, nel caso fosse necessario, Perseverance potrebbe tornare in un punto dove poter nuovamente comunicare con Ingenuity per utilizzarlo.
Ago7226 Aprile 2021, 15:24 #9
Originariamente inviato da: io78bis
Dal momento che il percorso di Perseverance viene stabilito non credo costi tanto prevedere/caricare dei piani di volo perchè Ingenuity lo segua. Non deve esserci una squadra per monitorare i dati raccolti o analizzare la telemetria.


Non ho notizie dirette dalla NASA per cui ipotizzo.

Immagino che ingenuity sia seguito da almeno quattro sotto-team.

Team del modello meccanico del drone. Queste persone avranno sviluppato un modello matematico che prevede come si comporterrà il drone. Immagino che in questa fase raccolgano i dati per determinare se i dati raccolti coincidano con i dati del modello. Per indenderci se consumi, vibrazioni, temperature dei vari componenti interni ed esterni etc.. corrispondano.

Team del modello dell'avionica. Queste persone avranno sviluppato un modello che prevede come si comporterrà il drone quando vola. Per indenderci se a determinate manovre, le accellerazione, velocità altezze, corrispondano a quanto calcolato.

Team del riconoscimento immagini. Queste persone si occuperanno di controllare se le immagini siano state elaborate correttamente durante il volo. Ricordiamoci che il drone si muove autonomamente e non c'è tempo dalla terra per imartire comandi. Al contrario di quanto avviene per perseverance, che ha una velocità molto bassa e da terra possono intervenire.

Team programmazione robot, quest'ultimo analizzare le prove fatte e cercare eventuali possibili bug.

I dati dei team verranno messi insieme, affinati i modelli, inviate e modifiche su marte per poi effettuare nuovi test al fine di spingersi sempre più al limite, e aumentare l'accuratezza dei modelli del drone-

Lo scopo non è solo sollevare un drone, ma validare una serie di modelli matematici al fine di sviluppare nel futuro dei droni più evoluti.

RIPETO. E' UNA MIA IPOTESI, E COME TALE FALLACE

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^