LightSail 2 invia le prime fotografie dallo Spazio

LightSail 2 invia le prime fotografie dallo Spazio

LightSail 2, la sonda che tenterà di sfruttare il Sole per muoversi nello Spazio, ha inviato le prime immagini della Terra e dell'interno del cubesat. Per il 21 Luglio è atteso il dispiegamento della vela solare.

di pubblicata il , alle 19:21 nel canale Scienza e tecnologia
 

Solo qualche giorno fa abbiamo scritto di come la sonda sperimentale LightSail 2 fosse riuscita a comunicare con la Terra. Si tratta di un piccolo passo in avanti nell'attesa del grande compito di dispiegamento delle vele solari nei prossimi giorni. Nel frattempo però è stato anche possibile inviare una fotografia della veduta dallo Spazio.

Lightsail 2

La qualità non è delle migliori ma c'è da considerare che l'operazione è incentrata sulla parte delle vele solari e non all'invio di immagini. Inoltre va ricordato che LightSail 2 è molto compatta tanto da pesare solamente 5 chilogrammi ed essere grande quanto una confezione di pan bauletto.

Questo, insieme al costo contenuto della missione, non ha permesso di integrare fotocamere migliori per avere immagini più dettagliate. Planetary Society ha anche diffuso le immagini dell'interno della sonda prima che la vela venga dispiegata per mostrare il ripiegamento e controllare che tutto sia in ordine.

A differenza della prima missione LightSail del 2015 (che riuscì a dispiegare le vele), con LightSail 2 si tenterà effettivamente anche di sfruttare le particelle provenienti dal Sole per muoversi nello Spazio senza l'ausilio di motori.

Inizialmente il piano prevedeva che le vele fossero aperte il 9 Luglio 2019 ma dopo alcuni cambiamenti, ora si punterà al 21 Luglio. I magnetometri installati su LightSail 2 hanno avuto alcune misurazioni anomale e sarà quindi necessario eseguire ulteriori prove. Si sono conclusi invece con successo i test sulla ruota di reazione (momentum wheel) che serve alla sonda per il cambiamento e il mantenimento dell'assetto. Non resta che aspettare ancora qualche giorno per vedere se la parte principale della missione potrà iniziare.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bradiper12 Luglio 2019, 22:09 #1
La foto mi sembra strana.. Ma la terra non è piatta?
Scherzi a parte... Sarebbe interessante sapere a che velocità teoricamente si dovrebbe spostare la sonda con queste vele.
biometallo13 Luglio 2019, 00:02 #2
Originariamente inviato da: Bradiper
La foto mi sembra strana.. Ma la terra non è piatta?

Se fossi un vero terrapiattista sapresti che queste missioni sono solo effetti speciali di ollivud, anche se stavolta sono andati al risparmio, dai, quella più che la terra sembra il riflesso di una torcia a led su un bicchiere, il mio falegname con 30 mila lire gli la faceva meglio....


Scherzi a parte... Sarebbe interessante sapere a che velocità teoricamente si dovrebbe spostare la sonda con queste vele.


http://www.planetary.org/explore/pr...tsail-faqs.html

How fast is LightSail 2?

Assuming perfect reflectivity, the sun exerts a force of 2.91x10⁻⁴ N/m² on LightSail's 32-square-meter sails. The resulting acceleration is 0.058 mm/s². That's about as much force as a paperclip exerts on the palm of your hand.

In one month of constant sunlight, LightSail's speed would increase by 549 kilometers per hour, roughly the speed of a jet airliner at cruising speed.

In 16 months of constant sunlight, LightSail's speed would increase by 8,556 kilometers per hour, fast enough to escape the moon's gravity well.
+Benito+14 Luglio 2019, 19:04 #3
La velocità non è un dato di ingresso, per lo meno in senso "classico". In questo caso l'accelerazione può protrarsi per molto tempo, anche se è decrescente con tempo (più ti allontani dal sole, meno radiazione impatta la vela), e la velocità massima raggiunta dipende fondamentalmente dalla massa, dalla proiezione della superficie in asse con il sole e dall'efficienza della vela.
Per le piccole correzioni di rotta come dice l'articolo, si possono usare piccolissime ruote di reazione che non hanno impatto sulla spinta.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^