Mandriva offrirà Skype

Mandriva offrirà Skype

Mandriva offrirà anche Skype nel bundle di software compresi nella prossima distribuzione

di pubblicata il , alle 07:43 nel canale Programmi
Skype
 
Mandriva ha annunciato che la prossima release della nota distribuzione Linux offrirà la possibilità di installare Skype.

Mandriva è una distribuzione Linux tipicamente orientata all'utilizzo home, la soluzione voip offerta da Skype è quindi assai adatta a questo genere di utenti.

Gli utenti Linux di Skype avranno a disposizione tutte le funzionalità messe a disposizione dal client, come voice mail, trasferimento di chiamata e conferenza, mentre per i servizi SkypeIn, SkypeOut non si hanno conferme ufficiali ma dovrebbero comunque essere disponibili.

Fonte: Softpedia.com

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

86 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
CiFRa27 Dicembre 2005, 08:12 #1
Mandriva é praticamente Redhat, da quando Redhat ha scelto di mollare gli home users, giusto?
ciop7127 Dicembre 2005, 08:34 #2
Originariamente inviato da: CiFRa
Mandriva é praticamente Redhat, da quando Redhat ha scelto di mollare gli home users, giusto?

Sbagliato.
Mandriva è nata dalla fusione di Mandrake con Conectiva, la versione per gli home user di Red Hat è Fedora.
GIVDYX27 Dicembre 2005, 08:46 #3
...in pratica...quanti siamo oggi in ufficio ?
hilo27 Dicembre 2005, 08:47 #4
per completezza, mandrake era nata come "clone" di red hat con un approccio che la rendesse piu' user-friendly; agli inizi il 99% dei pacchetti di rh erano compatibili con mdk; poi col tempo e' andata assumendo una propria fisionomia
YaYappyDoa27 Dicembre 2005, 09:12 #5
Con tutta la disomogeneità tra le più di 10 versioni di Linux, ognuna "azzi sua", col cavolo che diventa uno standard come Windows... Questo mi dispiace un po'. Il giorno che i developer si metteranno seriamente a tavola rotonda per sviluppare "un Linux per tutti" sarà un gran giorno.
ilsensine27 Dicembre 2005, 09:34 #6
Originariamente inviato da: YaYappyDoa
Il giorno che i developer si metteranno seriamente a tavola rotonda per sviluppare "un Linux per tutti" sarà un gran giorno.

http://www.linuxbase.org/
DOCXP27 Dicembre 2005, 09:35 #7
Originariamente inviato da: GIVDYX
...in pratica...quanti siamo oggi in ufficio ?



purtroppo...
ShadowX8427 Dicembre 2005, 09:37 #8
Originariamente inviato da: YaYappyDoa]Con tutta la disomogeneità

Hai ragione, in parte condivido il tuo pensiero.

Però bisogna considerare che Linux non ha semplicemente delle versioni home/client, o enterprise/server (in poche parole casalinghe o professionali).
Esistono (Grazie alla versatilità del mondo open-source e non solo) delle versioni di linux molto customizzate (passatemi il termine), come ad esempio IPCop, che è una distro Linux ideata al solo scopo di fungere da Firewall, oppure esiste un'altra distro (della quale non so il nome) che è stata creata per gestire una reti di telecamere IP, e tutte le relative funzioni!

Quindi come vedi, non è molto facile uniformarlo in uno standard, forse l'unica cose effettivamente comune a tutte le vari distribuzioni è il solo kernel!
(Ovviamente il tutto in base alle mie conoscenze del mondo Linux)


[QUOTE=GIVDYX]...in pratica...quanti siamo oggi in ufficio ?


Io mi aggiungo alla lista...
MaxP427 Dicembre 2005, 09:52 #9
Originariamente inviato da: ShadowX84
Io mi aggiungo alla lista...


...ngiorno a tutti eh!
Rubberick27 Dicembre 2005, 09:56 #10
per certi aspetti e' un bene che linux sia disponibile in quasi un centinaio di distro =D

Ce ne e' una per ogni uso :P

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^