La prima versione stabile di Chrome a 64-bit disponibile per Windows

La prima versione stabile di Chrome a 64-bit disponibile per Windows

Insieme al lancio di Chrome 37 stable, Google ha rilasciato una versione per Windows 7 e Windows 8 del browser web compatibile con istruzioni a 64-bit

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Programmi
GoogleWindowsMicrosoft
 

Parallelamente al lancio di Chrome 37 a 32-bit, Google ha rilasciato la prima versione a 64-bit pubblica per Windows 7 e Windows 8. Nonostante si tratti di una release del canale stable, tuttavia, Google la considera una versione alternativa, da scaricare separatamente attraverso un link dedicato all'interno della pagina di download del browser.

Chrome 64 bit

Al momento in cui scriviamo, inoltre, la nuova release a 64-bit per Windows non compare nella pagina italiana. Le prime versioni di Chrome con supporto alle nuove istruzioni risalgono allo scorso mese di giugno, in cui vennero rilasciate nei canali Dev e Canary. Il supporto ai 64-bit dovrebbe comportare, secondo Google, un boost prestazionale per quanto riguarda alcune tipologie di carichi computazionali, ed altri vantaggi.

Lo scorso giugno la società aveva identificato tre benefici principali nell'adozione del nuovo set di istruzioni, che avevamo riportato in questa pagina e che vi proponiamo anche di seguito:

  • Velocità: i 64-bit permettono di sfruttare le più recenti ottimizzazioni dei processori e compilatori, un set di istruzioni più moderno, e una calling convention che consente ai registri di gestire rapidamente più parametri delle funzioni. Come risultato, la velocità è superiore, soprattutto nei contenuti grafici e multimediali, dove vedremo un miglioramento medio del 25% in termini di prestazioni.
  • Sicurezza: sfruttando le più recenti funzionalità dei sistemi operativi come High Entropy ASLR di Windows 8, Chrome sarà più affidabile anche in termini di sicurezza sulle piattaforme a 64-bit. I bit extra aiutano a difendere meglio il sistema contro tecniche di exploitation come JIT spraying, e a migliorare l'efficacia delle feature di sicurezza come heap partitioning.
  • Stabilità: Per finire, si è osservato un marcato aumento della stabilità su Chrome a 64-bit rispetto alla versione a 32-bit. In particolare, la percentuale di crash dell'applicazione nel processo di rendering dei contenuti web è stata dimezzata rispetto alla versione a 32-bit di Chrome.

Nonostante la nuova versione di Chrome a 64-bit sia stata rilasciata sul canale ufficiale, è ancora possibile trovare alcuni bug durante il suo utilizzo, fra cui il più evidente provocato dal mancato supporto dei plug-in NPAPI a 32-bit, prossimi a scomparire. Se si ha la necessità di utilizzare un plug-in fra quelli riportati (ad esempio Google Voice Plugin, Google Earth), la società consiglia di continuare ad utilizzare la versione a 32-bit del browser web.

Google ha dichiarato, inoltre, che continuerà a supportare Chrome a 32-bit nel "prossimo futuro", ma non ha specificato se e quando la versione a 64-bit diventerà il download predefinito per tutti gli utenti. Chrome è già disponibile a 64-bit per Linux, mentre potrebbe essere in fase di sviluppo per Mac OS X.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pirlano28 Agosto 2014, 11:52 #1
Sono curioso di vedere quanti tera di ram in più consuma
La provo subito
TeSCHio228 Agosto 2014, 12:30 #2
ma c'è un vantaggio a livello di uso quotidiano?
latilou8528 Agosto 2014, 15:53 #3
lo sto provando in questo momento, per quanto mi riguarda, la velocità di caricamento delle pagine è identico a IE11.

Gestione attività rileva 70,1mb di ram per chrome e 40 per IE per la stessa identica pagina, quindi consuma di piu. sto vedendo che con la versione a 64 bit non mi funziona piu lo strumento norton identity safe......

tirando le somme, rimango su IE11 che fa benissimo tutto quello che mi serve.
Neos728 Agosto 2014, 16:30 #4
aspetto ancora un pò poi scarico appena appare anche dalla pagina italiana
oliverb28 Agosto 2014, 17:50 #5
chrome 32 bit è già molto più veloce di quella sola di firefox che mi da problemi con tutti i computer che ho.
Cmq i 64 bit già esistono da parecchi anni, strano che solo oggi se ne escono con questi timidi esperimenti, vuol dire che sarà qualcosa di parecchio complicato da programmare
sintopatataelettronica28 Agosto 2014, 19:24 #6
Originariamente inviato da: oliverb
Cmq i 64 bit già esistono da parecchi anni, strano che solo oggi se ne escono con questi timidi esperimenti, vuol dire che sarà qualcosa di parecchio complicato da programmare


Più che esser complicato da programmare il punto credo sia che poi non è più di tanto utile, non essendo un browser un'applicazione che richiede grossa potenza computazionale e particolari ottimizzazioni da quel punto di vista.

Inoltre si creano delle incompatibilità con moduli che esistono solo in versione 32bit, tipo il plugin Adobe Flash, tanto per fare l'esempio più illustre.
Personaggio28 Agosto 2014, 20:19 #7
Il fatto che utilizza più ram non è una cosa negativa, anzi. Abbiamo diversi GB di RAM tutti quanti e se utilizzare qualche centinaio di mega in più ti permette di caricare più velocemente le pagine. Per esempio mantenere in RAM le pagine già visitate, o mentre si sta fermi su una, cominciare a caricare quelle più visitate in RAM, così quando ci andrai 5 minuti dopo il caricamento sarà istantaneo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^