Disponibile Microsoft Windows Server 2003 R2

Disponibile Microsoft Windows Server 2003 R2

Microsoft annuncia le novità della R2 di Windows Server 2003 e importanti collaborazioni con i partner

di pubblicata il , alle 09:14 nel canale Programmi
MicrosoftWindows
 

Microsoft ha presentato la versione RTM (Release to Manufacturing) di Windows Server 2003 R2, l'aggiornamento del sistema operativo Windows Server 2003 Service Pack

"Microsoft Windows Server 2003 R2, basato sull'affidabilità e sul livello di sicurezza ormai noti di Windows Server 2003, introduce nuove funzionalità e importanti vantaggi per carichi di lavoro particolarmente pesanti e all'interno di scenari di business chiave", ha affermato Bob Muglia, Senior Vice President di Server and Tools di Microsoft. "R2 offre ai nostri clienti una serie di nuove possibilità per ridurre costi e complessità, favorire la produttività dell'utente finale e incrementare il valore strategico dei sistemi IT".

Qui di seguito riportiamo i 5 elementi fondamentali che caratterizzano Microsoft Windows Server 2003 R2

  • Branch Office Server Management: il server giusto per il lavoro giusto
    "Stimiamo che Windows Server 2003 R2 eliminerà i cali di produttività dovuti a interruzioni dei server, valutabili intorno ai 240.000 dollari", ha sottolineato Craig Fletcher, IT Operations Manager di ARCADIS, società di costruzioni ed engineering con 76 filiali negli Stati Uniti. "I risparmi di produttività correlati al backup dei dati dell'intera organizzazione ammontano a circa 222.383 dollari all'anno".
  • Self-Managing Dynamic Systems: virtualizzazione e WS-Management
    Implementata insieme a Microsoft Virtual Server 2005 R2, Windows Server 2003 R2 è una piattaforma che consente ai clienti di migliorare l'efficienza operativa attraverso il consolidamento dei server, la migrazione delle applicazioni di tipo legacy, il disaster recovery, il testing e lo sviluppo di software.

  • Universal Distributed Storage: gestione efficiente dello storage

    Windows Server 2003 R2 mette a disposizione nuovi strumenti per lo storage management, con l'obiettivo di aiutare i clienti a comprendere e utilizzare lo storage in modo mirato, monitorare e controllare lo spazio occupato su disco tramite directory, proibire la presenza di alcuni tipi di file sui server, configurare e implementare in modo semplice reti Storage Area Network (SAN) iSCSI o Fibre Channel.
  • Sistemi connessi end-to-end: una piattaforma Web potente e interoperabilità UNIX
    Windows Server 2003 R2 fornisce una serie completa di servizi cross-platform per integrare al meglio ambienti Windows e UNIX
  • Identity e Access Management semplificati, per un accesso continuo e protetto
    Grazie a tecnologie quali Active Directory Federation Services (ADFS), Active Directory Application Mode (ADAM) e Identity Management per Unix, Windows Server 2003 R2 offre funzionalità per estendere il controllo della gestione delle identità a tutte le relazioni interne ed esterne

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Taumaturgo07 Dicembre 2005, 09:47 #1

circa 222.383 dollari all'anno

sanno già al dollaro quanto risparmieranno installando un programma che ancora non è uscito......... e io sono Napoleone.....
Aryan07 Dicembre 2005, 09:48 #2
Ma è un nuovo S.O.(aggiornamento di 2003 SP1) o un nuovo SP(2)???
liviux07 Dicembre 2005, 11:10 #3
Anche a me non è molto chiaro se "Windows Server 2003 Service Pack" (che numero di SP?) è una versione del Sistema Operativo e "Windows Server 2003 R2" è la versione successiva. Se è così, perchè non chiamarlo "Windows Server 2006" o qualcosa del genere? "R2" sta per "Release 2" o cosa? Chi ha già "SP" può fare l'upgrade gratuitamente a "R2" o no?
Sarà colpa mia che non ho mai usato Windows Server 2003, ma mi pare che tutto risulterebbe più chiaro se le diverse versioni si chiamassero "Windows Gino", "Windows Pino" eccetera.
Per quanto riguarda la stima dei risparmi, mi pare che questo genere di affermazioni tenda sempre a gonfiare le cifre. Molte volte abbiamo sentito questa o quella società di consulenza sparare importi enormi per la perdita di produttività dovuta ai virus, all'uso extralavorativo dell'email o del web, alla frammentazione dei server, al tempo perso alle macchinette del caffè, al tempo che gli impiegati spendono per allacciarsi le scarpe, e così via. Ogni volta portano a testimonianza qualche dirigente di qualche grande gruppo che dice cose come "Da quando tutti i 15000 impiegati della EvilCorp sono costretti ad usare scarpe col velcro abbiamo risparmiato 500000 dollari in produttività!"
coschizza07 Dicembre 2005, 11:51 #4

re

La R2 è un aggiornamento del windows server 2004 sp1 non mdifica niente nel sistema operativo ma aggiunge solo alcune nuove funzionalità.

il codice di base è quello della sp1

io come betatester lo provo da circa 1 anno cioè da quando è stata resa disponibile la beta1

la MS ha come timeline di cambiare in SO per i server ogni circa 4 anni e di rendere disponibili un aggiornamento ogni 2 anni, questo senza prendere in considerazione gli eventuali sp.

nel mio caso personale un paio delle nuove funzioni (nella news sono elencate solu una parte di quelle realmente introdotte) rendono praticamente obbligatorio l'aggiornamento dalla versione standard gia installata nella mia azienda da circa 1000pc, ma le licenze call sono compatibili quindi se aggiorniamo 1 controller di dominio le call collegate a quel server si trasferiscono direttamente al nuovo R2.
Bisogna pagare semplicemente la licenza per il singolo sistema oparativo.

vi consiglio di consultare il sito microsoft perche alcune novità sono molto utili in ambiente enterprise, meno in ambienti mono dominio con pochi utenti

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^