Detonator 23.11: problemi

Detonator 23.11: problemi

Evidenziati alcuni problemi di stabilità tra i nuovi driver nVidia Detonator 23.11 e schede madri Socket A basate su chipset VIA

di pubblicata il , alle 09:54 nel canale Programmi
NVIDIA
 
Nei giorni scorsi nVidia ha rilasciato un nuovo set ufficiale di driver Detonator 23.11; tutte le informazioni sono disponibili a questo indirizzo.

I primi test hanno però permesso di evidenziare alcuni problemi di stabilità operativa: abbinando la versione per Windows XP con schede madri Socket A basate su chipset VIA.
I problemi di stabilità sono legati ad alcuni timings memoria particolarmente spinti che questi driver richiederebbero al sistema; alcuni dei settaggi sono così spinti, alla ricerca delle massime prestazioni possibili dalla memoria di sistema, che generano instabilità operativa, soprattutto con giochi e applicazioni 3D.

VIA ha rilasciato una patch, in versione beta, che dovrebbe risolvere i problemi di stabilità operativa con questo abbinamento. Le informazioni tecniche qui di seguito riportate sono state prese dal sito web Via Hardware:
"This patch detects the 0305, 3099, 3102, and 3112 (KT133x, KT266x, VT8662, and KLE133) *only*. On these chipsets, it will patch register 55 in the Northbridge, which will supposedly switch off a Memory Write Queue timer.

In the KT133A datasheet, register 55 is "reserved". But - yikes! - in the KT266, the documented MWQ register is register 95, not 55. Register 55 contains unrelated DDR timing adjustments and could actually be dangerous to program. For this reason, I do not recommend installing this driver on the KT266x chipsets until VIA examines this issue. For now, use WPCREDIT and set bits 5, 6, and 7 to zero in register 95 instead."
Il download della patch è disponibile a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^