Cinebench R20 è il nuovo test per valutare la potenza delle CPU

Cinebench R20 è il nuovo test per valutare la potenza delle CPU

Maxon ha annunciato una nuova versione del proprio popolare benchmark, utilizzato per valutare la potenza nel rendering dei processori con particolare riferimento a quelli multicore

di pubblicata il , alle 17:41 nel canale Programmi
 

Maxon ha annunciato il nuovo Cinebench R20, versione aggiornata del popolare benchmark utilizzato per valutare le prestazioni del processori. Storicamente questo tool si è dimostrato molto utile per capire la scalabilità delle prestazioni con CPU dotate di architettura multicore, potendo eseguire il calcolo sia utilizzando tutti i core in parallelo sia servendosi di un solo core.

cinebench_r20_600.jpg

Il tool continua ad essere completamente gratuito, ma deve essere scaricato dal Microsoft Store per la versione PC e dall'Apple Store per quella Mac. Non è più presente il test specifico per la GPU, che del resto è stato molto poco utilizzato rispetto a quello specifico per la CPU. La maggiore complessità della scena utilizzata per l'elaborazione si rivela utile soprattutto nell'analisi di processori dotati di un elevato numero di core: basti pensare a quelli top di gamma Intel e AMD, che arrivano a offrire sino a 64 threads in parallelo per ogni socket.

Il benchmark richiede un sistema dotato di almeno 4 Gbytes di memoria di sistema, con processore che supporta il set di istruzioni SSR3. Secondo quanto indicato da Maxon il nuovo benchmark richiede 4 volte le risorse di memoria in più rispetto a Cinebench R15, e 8 volte in più prendendo quale riferimento la potenza di elaborazione della CPU.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
kiwivda06 Marzo 2019, 18:55 #1
si ma è un'APP del Microsoft Store ma che palle.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^