OLPC e Classmate PC: Negroponte attacca Intel

OLPC e Classmate PC: Negroponte attacca Intel

Il fondatore dell'iniziativa One Laptop Per Child accusa Intel di ostacolare alla base la diffusione dei portatili XO

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:04 nel canale Portatili
Intel
 

Non corre buon sangue tra la fondazione One Laptop per Child e Intel: Nicholas Negroponte, fondatore dell'iniziativa che si prefigge di portare sistemi laptop a basso costo nelle aree del mondo in via di sviluppo, critica aspramente l'operato del colosso di Santa Clara per quanto riguarda i sistemi Classmate.

In particolare Negroponte attacca la politica di prezzi che Intel sta praticando per i portatili Classmate, sostenendo che il colosso di Santa Clara stia cercando di minare alla base il progetto OLPC per tagliare fuori dal mercato i portatili XO.

Craig Barret, CEO di Intel, difende strenuamente le posizioni della propria azienda, asserendo che tutto ciò che sta facendo Intel è cercare di portare risorse alle giovani popolazioni.

Nonostante ciò, Negroponte ha dichiarato che Intel sta distribuendo ai governi dei Paesi in via di sviluppo una serie di documenti nei quali vengono messe a confronto le piattaforme XO e quelle Classmate, sottolineando i vantaggi di queste ultime o addirittura mettendo in cattiva luce le caratteristiche dei protatili di OLPC.

Secondo Negroponte, la questione nodale è rappresentata dal fatto che i portatili XO fanno uso di processori AMD, rivale storico di Intel, e che attualmente le due aziende stanno vivendo una fase di forte tensione.

Fonte: CBS

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
DevilsAdvocate22 Maggio 2007, 12:07 #1
dunque, 1 miliardo di indiani + 1 miliardo di cinesi + almeno un altro miliardo
di potenziali acquirenti negli altri paesi in via di sviluppo, e diventa
importante fare in modo che si affezionino al tuo marchio....
faber8022 Maggio 2007, 13:01 #2
e beh, gli soffiano "l'affare"... normale incavolarsi, no?
d'altronde se Intel da qualcosa di migliore e gli prende il cliente, che altro può fare se nn arrabbiarsi?
Automator22 Maggio 2007, 13:21 #3
mah... a me sto negroponte non piace nemmeno un po'...
ha rifilato una ciofeca di portatile a governi che già hanno pochi soldi, pretendendo pure di fare la bella figura...

non credo certo che a intel freghi molto di + neh questo sia ben inteso
omerook22 Maggio 2007, 14:16 #4
non ho capito di cosa si lamenta negroponte! se intel propone un sistema alternativo al suo, sempre a costi contenuti, lui dovrebbe esserne solo che felice visto che si accelera la diffusione dell'informatica nei paesi in via di sviluppo....o forse non era questo il vero intento di OLPC?
DevilsAdvocate22 Maggio 2007, 14:18 #5
L'idea di vendere esattamente quello di cui avevano bisogno senza orpelli
in più era buona, ma dubito che i governi si stiano muovendo verso classmate,
che costa circa il doppio, solo a causa di un volantino di Intel....

Comunque se Negroponte è in grado di dimostrare in qualche modo le sue
affermazioni questo significa che intel sta cercando di speculare pure sul terzo
mondo.
DevilsAdvocate22 Maggio 2007, 14:21 #6
Originariamente inviato da: omerook
non ho capito di cosa si lamenta negroponte! se intel propone un sistema alternativo al suo, sempre a costi contenuti, lui dovrebbe esserne solo che felice visto che si accelera la diffusione dell'informatica nei paesi in via di sviluppo....o forse non era questo il vero intento di OLPC?

No, è comunque comprensibile visto che per mettere in piedi un progetto
del genere ci sono delle spese (nelle quali devono cmq rientrare, sennò li
regalavano i portatili XO), e che rischiano di perderci la faccia, tutto sta
a sapere se davvero Intel sta facendo quello che Negroponte dice
(e come mai NEgroponte non fa lo stesso, nel caso).
Willy_Pinguino22 Maggio 2007, 14:24 #7
a intel interessa il mercato vastissimo che gli si aprirebbe davanti, a negroponte invece credo interessi il fatto che tutta l'idea XO è su base Open Source, cioè, nel momento in cui gli stati che inizialmente saranno clienti, dovessero arrivare a decidere per una produzione interna, potrebbero farlo senza dover pagare brevetti o altro ma solo comprare i componenti "liberamente" (certo dipende da chi o da quanti producono i singoli componenti...)

il prodotto intel è una scatola chiusa, un po' come xbox o PS1/2/3...

una volta che qualcuno stipula un contratto di esclusiva, accetta anche di non cercare di produrre prodotti analoghi...

secondo me difende l'idea di progetto libero e accessibile non il prodotto finito

queste sono solo mie elucubrazioni mentali, ma non mi spiego altrimenti perchè un idealista come negroponte si batta così per difendere un prodotto commerciale
nicgalla22 Maggio 2007, 15:13 #8
"mah... a me sto negroponte non piace nemmeno un po'..."

Ma tu hai soltanto una vaga idea di chi sia Nicholas Negroponte? Leggiti un po' la sua biografia (http://it.wikipedia.org/wiki/Nicholas_Negroponte) e porta un po' di rispetto saputello!

Negroponte fa bene a tuonare quando ci si mette di mezzo Intel, che non è proprio un'azienducola. Intel addirittura è arrivata a dire di voler installare Linux sui suoi Classmate PC, quando fino a poco tempo fa si parlava di abbinarli con una licenza Windows..

Comunque basterebbe fare un po' di controinformazione: gli OLPC sono meno performanti ma hanno un'ottima autonomia, costano la metà dei notebook Intel ma soprattutto sono davvero pensati per gli ambienti in cui verranno usati, praticamente indistruttibili...
faber8022 Maggio 2007, 15:34 #9
Commento # 8 di: nicgalla

tralasciando il discorso Negroponte,....."le ragioni economiche potrebbero assegnare un considerevole vantaggio a XO ma altre considerazioni strettamente tecniche suggerirebbero la scelta di un prodotto con caratteristiche hardware superiori. Alcuni governi hanno avviato iniziali progetti pilota proprio allo scopo di determinare le possibilità offerte da uno o dall'altro tipo di notebook a basso costo".......

insomma o il clementoni XO (dubbia utilità o il Classmate castrato (cmq + valido)..... ognuno scelga pro e contro, ma le cose stanno così
kronos200022 Maggio 2007, 15:39 #10
Originariamente inviato da: nicgalla
"mah... a me sto negroponte non piace nemmeno un po'..."

Ma tu hai soltanto una vaga idea di chi sia Nicholas Negroponte? Leggiti un po' la sua biografia (http://it.wikipedia.org/wiki/Nicholas_Negroponte) e porta un po' di rispetto saputello!


Quoto in pieno. Conosco Nicholas Negroponte per i suoi scritti, le sue idee e il suo sforzo di cambiare il modo di fare tecnologia e innovazione da anni specie presso i giovani. E tuonare contro Intel che magari paga mazzette a governi e amministratori per spingere il proprio prodotto quando ha i mezzi per farlo è più che giusto: se Intel ha i mezzi finanziari per distruggere chiunque si metta sulla sua strada, è giusto che chi ha una grandissima reputazione nel MONDO e che non guadagna una lira dalla campagna OLPC si faccia sentire!

Poi, chi pensa che un pc per chi non ha la corrente elettrica sia una ciofeca rispetto ad un Core Duo ha il cervello imbevuto di segatura perchè dice una ovvietà colossale visto che vive nel mondo occidentale. O crede forse che miliardi di persone abbiano acqua corrente e la corrente elettrica con cui ricaricare le batterie del portatile?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^