Lenovo richiama più di 200 mila batterie

Lenovo richiama più di 200 mila batterie

Lenovo ha annunciato un programma di richiamo per 200 mila batterie dei propri portatili. Problemi di surriscaldamento non dovuti, tuttavia, ad errori di progettazione

di pubblicata il , alle 11:34 nel canale Portatili
Lenovo
 

Lenovo ha avviato una campagna di richiamo per circa 205 mila batterie dei propri portatili. Le motivazioni sono le "solite note": surriscaldamento e pericolo di danneggiamento del portatile. Le batterie incriminate sono state prodotte da Sanyo e utilizzate per i modelli ThinkPad R60, R60e, T60, T60p, Z60m, Z61e, Z61m, e Z61p.

Le batterie possono essere identificate dalla sigla "FRU P/N 92P1131" sull'etichetta e sono state messe in commercio nel periodo tra il Novembre 2005 e il Febbraio 2007. Lenovo ha ricevuto quattro avvisi di batterie surriscaldate e notebook danneggiati ed in uno dei casi si sono inoltre verificati lievi infortuni al possessore del notebook.

Secondo le informazioni disponibili, le batterie fallate Sanyo non sarebbero soggette ad un errore di progettazione: gli episodi di surriscaldamento si verificherebbero infatti qualora il notebook o la batteria venga colpita in modo violento in corrispondenza di un angolo, ovvero verosimilmente nel caso in cui si verifichi una caduta accidentale.

Coloro i quali si trovassero in possesso di una delle batterie comprese nel programma di richiamo possono rivolgersi direttamente a Lenovo seguendo la procedura descritta in questa pagina.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
JohnPetrucci02 Marzo 2007, 12:01 #1
Non si tratta di errore di progettazione , le batterie sono soggette a surriscaldamento ed eventuale rottura esplosiva solo in seguito a caduta.....
Diciamo che il fatto che non sia un errore di progettazione lascia spazio soltanto all'errore di fabbricazione, il che essendo poco probabile rende più probabile ciò che viene smentito.
atomo3702 Marzo 2007, 12:14 #2
ma sono un elemento così critico le batterie? la maggior parte dei richiami per portatili sono sempre legati a questo elemento!
gianscanu02 Marzo 2007, 13:38 #3
Il problema è che le batterie durano sempre di più, erogano sempre più energie, diventano sempre più piccole.
Questo vuol dire che concentrano sempre più energia in sempre meno spazio, e quando hai tanta energia in poco spazio hai anche il problema di controllarla e di evitare che si "sfoghi" in poco tempo.
In pratica le batterie, in un certo senso, stanno diventando "piccole bombe".

Ciao
lothlorien02 Marzo 2007, 14:05 #4
lol sembra terminator con le betterie ad idrogeno che se si danneggiano esplodono tipo bomba atomica...
Paganetor02 Marzo 2007, 15:22 #5
ma cos'è, hanno lo stesso pusher della Sony?

e che liquidi ci mettono dentro, la nitroglicerina!?
Ciminiera02 Marzo 2007, 15:52 #6
Il commento di gianscanu è molto pertinente.
Concentrare sempre più energia in accumulatori sempre più piccoli comporta dei rischi.
Ed aggiungo una terza variabile: il costo.
Il mercato richiede batterie più capienti, più piccole, meno costose.
La quadratura del cerchio diventa pericolosa.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^