Grandi aspettative per i processori CULV da Intel

Grandi aspettative per i processori CULV da Intel

Nel corso di una conference call il CEO di Intel, Paul Otellini ha espresso parole importanti per le nuove piattaforme CULV che presto saranno commercializzate

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 09:23 nel canale Portatili
Intel
 

Intel punta molto sulle piattaforme CULV (Consumer Ultra low voltage) di prossima generazione, sistemi ottimizzati, in grado di presentare, oltre ad un costo competitivo, anche consumi estremamente ridotti. Le nuove piattaforme, secondo quanto dichiarato dal CEO di Intel stessa, Paul Otellini, offriranno ai produttori di creare portatili con design molto particolari, ad un prezzo molto basso: sarà quindi questo il trend che caratterizzerà i notebook nel corso di tutto il 2009.

Il CEO di Intel ha poi continuato affermando "The big trend in notebooks this year, starting mid-year, is likely to be very well designed thin and light notebooks using the CULV or ultra-low-voltage products. I think you'll see those at very attractive price points. Up to this point in time, those machines have been sort of executive jewelry and I think they'll hit mainstream consumer price points". Se fino a poco tempo fa, infatti, sistemi con piattaforme ultra low voltage erano infatti vendute a prezzi, come definisce Otellini, "da gioielleria", questo trend cambierà radicalmente.

Secondo Intel inoltre, il 2009 riuscirà a tirare una netta linea di demarcazione tra Netbook e Notebook, contraddicendo, parola per parola, quanto affermato in precedenza da Dirk Meyer di AMD. Intel comincia così a spingere i produttori lontano da Atom, nel tentativo di indirizzare gli stessi verso le nuove piattaforme.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
niksd16 Aprile 2009, 09:32 #1
e qui vedo una ottima possibilità per il futuro di comprarsi un notebook o netbook della generazione precedente gli CULV a un prezzo stracciato!!
quiete16 Aprile 2009, 10:12 #2
il prezzo sarà già basso come dichiarato da intel... sn le prestazioni che mi preoccupano
Mercuri016 Aprile 2009, 10:22 #3
Originariamente inviato da: quiete
il prezzo sarà già basso come dichiarato da intel... sn le prestazioni che mi preoccupano

...sopratutto quelle grafiche, se lntel non si fa dare una mano da nVidia.

Le prestazioni delle CPU (anche CULV) oggi sono più che sufficienti per gli ambiti di utilizzo di un ultraportatile.
gilthas16 Aprile 2009, 11:34 #4
finalmente...atom non doveva finire nei netbook....sopratutto gli ultimi modelli costano pure troppo...
dotlinux16 Aprile 2009, 11:35 #5
Se serve la grafica uso un desktop.
Ops, intendo in campo lavorativo.
Se ci volete giocare esistono gli alienware!
moGio16 Aprile 2009, 15:23 #6
costano poco
consumano poco
ingombrano poco
...vanno poco

:-D
Lotharius16 Aprile 2009, 15:54 #7
Ma chissà perchè adesso Intel vuole "spingere i produttori lontano da Atom"... Che è successo, il mostro gli si è ritorto contro? Per caso gli ha fagocitato un paio di segmenti di mercato?
Mi sembra ovvio che tirare troppo la corda all'inizio porta poi a degli effetti collatrali indesiderabili. Innanzitutto ancora non riesco a comprendere l'incessante crescita in dimensioni dei netbook, che andandosi a sovrapporre agli ultra-portatili ma con una CPU schifosa, hanno prodotto il risultato di un intero segmento scadente. Ora ovviamente vogliono dotare questi netbook troppo cresciuti di CPU adeguate...
Preferibile allora AMD, che è stata chiara fin da subito: niente netbook. Per un segmento di computer piccoli ed efficienti c'è l'architettura Neo. Senza impastrocchiare con hardware che salta da un segmento all'altro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^