Fujitsu Siemens Computers presenta due nuovi notebook Amilo

Fujitsu Siemens Computers presenta due nuovi notebook Amilo

Fujitsu Siemens Computers presenta due nuovi notebook destinati al mercato consumer: AMILO M 7400, con tecnologia mobile Intel Centrino, e AMILO D 1840, schermo extra wide e dotazione multimediale avanzata

di pubblicata il , alle 16:55 nel canale Portatili
IntelFujitsu
 

Fujitsu Siemens Computers presenta due nuovi notebook destinati al mercato consumer: AMILO M 7400, con tecnologia mobile Intel Centrino, e AMILO D 1840, schermo extra wide e dotazione multimediale avanzata

AMILO M 7400
Il nuovo AMILO M 7400 estende all'utenza consumer le potenzialità della tecnologia Intel Centrino, ovvero ottima capacità di calcolo, automia di 4 ore e connessione wi-fi integrata.

Il design del prodotto è particolarmente curato ed estremamente compatto, con un peso di soli 2,6Kg ed un display da 15" con risoluzione XGA.

Il notebook è equipaggiato con una dotazione software particolarmente ricca: Microsoft Word, Microsoft Works, Microsoft Encarta 2003, Microsoft Picture it! 7.0, Microsoft AutoRoute 2002/2003, Adobe Photoshop Elements 2.0, Adobe Photoshop Album, Win DVD 4.01 e Nero 5 CD Maker.

AMILO D 1840
Il notebook AMILO D 1840 è caratterizzato dallo schermo extra wide e dal design ultrapiatto. Grazie alla risoluzione WXGA a 1.280 x 800 pixel, infatti, questo apparecchio è particolarmente adatto per la riproduzione di film in formato wide screen 16:9. Il chipset grafico ATI MOBILITY RADEON 9600 assicura un'elevata qualità d'immagine.

Il processore scelto per questo portatile è un Pentium 4 con frequenza di clock pari a 3,2 GHz e tecnologia hyper-threading.

Il nuovo AMILO D 1840 è equipaggiato con un combo drive CD RW/DVD o masterizzatore di DVD+R/+RW ed un modulo Wireless LAN integrato opzionale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sliver8016 Settembre 2003, 17:04 #1

wow

il secondo è semplicemente una bestia.
raino16 Settembre 2003, 17:12 #2

Bah....

Il secondo è a dir poco una ciofeca...primo l'autonomia sarà sicuramente bassissima (3,2 e 9600) e poi con quello che costerà uno si puo' prendere un desktop e un centrino eheh
spetro16 Settembre 2003, 17:17 #3
Beh la 9600 è in versione Mobile e quindi non consumerà molto. Il 3,2 è assurdo, non concepisco molto processori non mobili su portatili, anche se desktop replacement. Ogni tanto un giretto può capitare di doverglielo far fare. E poi i Mobile non è che siano delle schifezze.
Trafik16 Settembre 2003, 17:24 #4
bello, ma mi chiedo con questa dotazione quanto dureranno le battterie?
E poi non dimentichiamo il calore che svilupperà....
TheDarkAngel16 Settembre 2003, 17:40 #5
cioè se nn capite x cosa sono stati fatti è meglio ke nn scriviate nemmeno...
leoneazzurro16 Settembre 2003, 17:47 #6
Molta gente non ha bisogno di lavorare con un portatile "in viaggio" e quindi con la batteria, ma solo di poter spostare agilmente un PC da un posto all'altro. Poi è anche vero che non serve un p4 3,2 per tutte le applicazioni.. e che per altre è meglio utilizzare le workstation portatili (con chip video Fire GL o Quadro)
raino16 Settembre 2003, 17:49 #7

Per DarkANgel

Spiegaci tu per cosa sono fatti io non lo so eheh
Cmq un p4 3,2 e una 9600 seppur mobile mi pare esagerato..per un qualsiasi uso mi sembra esagerato...e poi come ha detto trefik bello sentire un ventolozzo a 20 cm di distanza...
Trafik16 Settembre 2003, 17:59 #8
Per leoneazzurro

si ma quasi tutta la gente si scogliona, quando al posto di un portatile si ritrova una stufa...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^