Crescono le vendite di notebook con forte enfasi per i Chromebook

Crescono le vendite di notebook con forte enfasi per i Chromebook

La spinta delle soluzioni Chromebook ha caratterizzato il mercato dei notebook nel 2020 e nella prima metà del 2021, ma è destinata ad affievolirsi: un mercato che è cresciuto tanto e che continuerà di fatto a mantenere i volumi attuali anche in futuro

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Portatili
ChromebookAppleSamsung
 

Nel corso del 2020 uno degli effetti della pandemia globale è stato l'aumento nelle vendite di sistemi notebook, richiesti tanto dalle aziende come dagli utenti finali per poter lavorare (e studiare) durante i periodi di lockdown in casa. A fronte di una crescita nei volumi di vendita storicamente pari al 3% anno su anno, il 2020 ha registrato un +25%.

Per il 2021 ci si attende una dinamica molto simile, con una crescita attesa dei volumi di vendita pari a circa il 15% rispetto al dato del 2020. La più recente analisi in materia formulata da Trendforce anticipa questi dati per il 2021, anno nel quale saranno in particolare le soluzioni legate al mondo dell'educational con particolare enfasi per quelle Chromebook a spingere la domanda.

Tra i produttori si stima che saranno Samsung e Apple a registrare le migliori prestazioni complessive: la prima potrà fare leva sulla propria gamma di proposte Chromebook, mentre la seconda sta raccogliendo notevole successo con le proprie soluzioni MacBook basate su chip proprietario M1.

Parlando di Chromebook nello specifico, le stime per il 2021 prevedono un volume complessivo che toccherà i 47 milioni di pezzi: si tratta di un dato in crescita del 50% rispetto a quanto registrato nel corso del 2020. Questi prodotti sono però venduti in modo particolare in alcuni mercati: il 70%, infatti, finirà in nord America mentre il 10% verrà venduto in Giappone, lasciando il 20% restante in tutto il resto del globo.

Tanto negli Stati Uniti come in Giappone il successo dei Chromebook sembra destinato a rallentare, complice una generale saturazione della domanda in questi mercati oltre ad un calo nella spinta dei programmi educational portati avanti dai rispettivi governi. Una futura crescita nelle vendite di Chromebook dovrà quindi essere ricercata dai produttori in altri mercati, più ancorati a PC tradizionali in ambiente Windows e potenzialmente interessati anche dalle proposte Chromebook.

La seconda metà dell'anno vedrà una generale stabilizzazione delle vendite di dispositivi notebook dopo la forte spinta di 2020 e della prima metà del 2021, con una contrazione nelle vendite che si realizzerà nel corso del 2022. Il prossimo anno il mercato registrerà infatti un calo del 6% dei volumi secondo le stime, chiudendo con circa 222 milioni di pezzi venduti contro i poco meno di 237 milioni attesi per il 2021. Il calo maggiore sarà registrato proprio dalle soluzioni Chromebook, quelle del resto che hanno spinto per la maggiore verso l'alto l'intero settore già a partire dal 2019.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
phmk26 Luglio 2021, 07:25 #1
..."con forte enfasi per i Chromebook"...
E ti credo, gli altri mancano od hanno raggiunto prezzi assurdi.
Se qualcuno vuole farsi spiare in tutto quello che fa, libero di usare il C.B.
dontbeevil26 Luglio 2021, 09:23 #2
Originariamente inviato da: phmk
..."con forte enfasi per i Chromebook"...
E ti credo, gli altri mancano od hanno raggiunto prezzi assurdi.
Se qualcuno vuole farsi spiare in tutto quello che fa, libero di usare il C.B.


inoltre aumentare di percentuale qualcosa di nuovo, che partiva da "1", e' molto piu' facile che aumentare qualcosa che e' gia' praticamente ovunque
pabloski26 Luglio 2021, 10:48 #3
Originariamente inviato da: phmk
..."con forte enfasi per i Chromebook"...
E ti credo, gli altri mancano od hanno raggiunto prezzi assurdi.


In verità io trovo assurdi i prezzi dei chromebook, dato che vengono venduti con cpu dual core che manco 10 anni fa! E' roba vecchia riciclata, come fecero a suo tempo con i netbook.

Originariamente inviato da: phmk
Se qualcuno vuole farsi spiare in tutto quello che fa, libero di usare il C.B.


Affermazione ridicola, visto che ben sappiamo come lo spionaggio sia ormai diffuso su tutte le piattaforme e anzi imposto dallo Stato. Il Datagate non è finito ancora. La NSA continua a tutta forza con le sue porcate.

Proprio ieri leggevo di una falla nei router D-link, teoricamente corretta. Purtroppo il ricercatore che l'aveva scoperta, analizzando il "firmware corretto", ha notato che la falla era ancora lì. Difficile credere che siano tanto incompetenti.
Vindicator27 Luglio 2021, 10:25 #4
anche i prezzi dei chromebook non scherzano
pero sono limitati come app io userei windows tutta la vita..

se ti vuoi prendere un portatile decente costano dai 550-600 in su oggi con la crisi dei chip (con i vari i3 i5)

grazie ad un offerta mi son riuscito a prendere un acer aspire 3 per 450 euro
componenti accettabili 8 gb di ram a quel prezzo è una occasione

prima della crisi quel portatile costava 390 (quello che ho preso)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^