Compal ridimensiona l'impegno sui MID

Compal ridimensiona l'impegno sui MID

Previsioni incerte sull'andamento del segmento MID spingono uno dei principali produttori taiwanesi a rivedere l'impegno in termini di ricerca e sviluppo

di pubblicata il , alle 14:56 nel canale Portatili
 

Alcune fonti vicine ai produttori taiwanesi indicano come Compal, una delle principali aziende asiatiche impegnate nella produzione di dispositivi elettronici e sistemi notebook, abbia deciso di ridimensionare le risorse di ricerca e sviluppo fino ad ora destinate in modo specifico ai prodotti Mobile Internet Device (MID).

Secondo quanto riportato dal sito web Digitimes, le previsioni incerte per il segmento avrebbero spinto l'azienda a riallocare verso l'ambito netbook una porzione della forza lavoro R&D attualmente impegnata nel settore MID.

Compal, tuttavia, non avrebbe deciso di tralasciare questo settore, assicurando che le consegne dei sistemi MID proseguiranno seppure in volumi più ridotti. Compal è uno dei principali partner di Intel nello sviluppo di sistemi MID: la realtà taiwanese, infatti, produce e assembla la soluzione M528 MID per Gigabyte e il My PC Pocket MID per il gestore mobile francese SFR.

Non solamente Compal è rimasta conservativa sulle previsioni legate al settore MID. Anche Quanta Computer, USI, Asustek, MSI e Gigabyte hanno espresso una certa cautela nelle stime future.

Secondo Intel si tratta di segnali non preoccupanti. Il colosso di Santa Clara sottolinea infatti come i MID stiano ancora vivendo una fase di sviluppo e che attualmente i partner sono al lavoro sulla realizzazione dei prodotti basati sulla piattaforma Moorestown di prossima generazione. A tal proposito ricordiamo che LG ha già annunciato da diverso tempo di aver stretto una collaborazione con Intel votata proprio allo sviluppo di una soluzione Moorestown-based; il colosso di Santa Clara tuttavia si aspetta di poter annunciare accordi con altri partner nel futuro prossimo.

Per ulteriori approfondimenti riguardanti le soluzioni MID e la piattaforma Moorestown rimandiamo a questa intervista con Anand Chandrasekher, Senior Vice President, General Manager, Ultra Mobility Group Intel Corporation, pubblicata sulle pagine di Hardware Upgrade.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rizlo+23 Aprile 2009, 16:29 #1
Beh di certo un'azienda che non vende molto non può focalizzare risorse sui MID. Questo non vuol dire assolutamente che vedremmo presto abbandonati i MID in favore dei netbook perchè restano prodotti molto diversi, le grosse compagnie continueranno a produrre e vendere entrambi, certo è che i netbook hanno MOLTO più mercato dei MID che restano dispositivi di nicchia (un pò come i vecchi palmari pocketpc)
Rizlo+23 Aprile 2009, 16:31 #2
ah per azienda che "non vende molto" non intendevo Compal in quanto loro vendono eccome visto che producono per conto di grosse marche
fabri8523 Aprile 2009, 19:51 #3
a mio avviso quando usciranno le prime serie di MID spopoleranno a piu non posso...

io ho gia deciso di non prendere mai un netbook... ma un MID per poi affiancarlo ad un notebook leggerissimo...

per intenderci mac-air o adamo.
fabri8523 Aprile 2009, 19:54 #4
a mio avviso quando usciranno le prime serie di MID spopoleranno a piu non posso...

io ho gia deciso di non prendere mai un netbook... ma un MID per poi affiancarlo ad un notebook leggerissimo...

per intenderci mac-air o adamo.
hellshock24 Aprile 2009, 09:01 #5
Io ho deciso di prendere uno smartphone tegra, e di affiancarlo poi ad un MID e ad un Notebook multitouch.
Sperando che il Wimax si diffonda davvero in Italia.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^